Super Bowl 2018, gli spot/ Video, tutte le pubblicità: cinque milioni di euro per uno spazio di 30 secondi

- Fabio Morasca

Super Bowl 2018: tutti i superspot che andranno in onda durante la 52esima edizione della finale della National Football League. Ogni spot pubblicitario è stato pagato 5 milioni di dollari.

danny_de_vito_mem_spot_web
I superspot del Super Bowl 2018 (Web)

Sono costi da capogiro quelli che alcune importanti aziende hanno speso per uno spot in onda durante la 52esima edizione di Super Bowl 2018 trasmessa la scorsa notte in diretta sul canale Nbc. Secondo quanto riporta Wired, i marchi che hanno deciso di investire nell’evento televisivo più seguito dell’anno hanno pagato dai 5 ai 5,2 milioni di euro per uno spazio pubblicitario della durata di 30 secondi, cifra che non tiene conto degli imponenti costi di produzione né tanto meno delle commissioni delle agenzie che hanno realizzato lo spot. La cifra prende in considerazione l’incredibile seguito che ha questa importante manifestazione, vista da circa 100 milioni di persone pari al 70% di share, una cifra da capogiro se teniamo conto della fisiologica diminuzione degli ascolti avvenuta negli ultimi anni in televisione. Per altro, il numero di telespettatori va persino aumentato se consideriamo che la finalissima verrà rivista più volte anche se Youtube e con essa anche gli spot in questione. Ma davvero ha senso spendere fino a questo punto? Secondo il sito Digiday, che si è rivolto ad una serie di autorevoli web agencies, tale scelta non è poi così conveniente: sono tante, infatti, le soluzioni alternative (come generare impressions su Instagram o raggiungere milioni di persone su Facebook) che permetterebbero di conquistare un pubblico ben più fedele e interessato. [Agg. di Dorigo Annalisa]

LO SPOT DEI MARINES

Ci sarà anche uno spot del corpo dei Marines in questo Super Bowl 2018. Ed è la prima volta in trent’anni che il più famoso corpo dell’esercito americano decide di sfruttare l’evento sportivo più atteso e seguito per un messaggio pubblicitario. I Marines si rivolgeranno ai giovani, in particolare quelli che sanno usare meglio le nuove tecnologie, per dimostrare come il reclutamento possa essere una nuova stimolante sfida.  “Non sono solo le navi, l’armatura o gli aerei. E’ qualcosa di più. E’ la volontà di combattere e la determinazione alla vittoria dentro ognuno dei Marines che risponde alla chiamata della Nazione”, questo il messaggio che sarà accompagnato allo spot in cui i Marines saranno mostrato alle prese con droni e lo sgancio di bombe dagli aerei. Un modo per richiamare le personalità più attive che possono essere stimolate dall’idea di entrare nel corpo dei Marines. (agg. di Fabio Belli)

IL POTERE DI FACEBOOK

Da sempre le pubblicità sono stato un punto forte del Super Bowl anche quando il mondo era molto meno social di oggi. Con l’avvento di Facebook però tutto è cambiato e così le campagne virali di pubblicità e gli spot sono diventati sempre più redditizi. Su Wired possiamo leggere qualche dato molto interessante come il fatto che grazie al budget investito nel Super Bowl 2018 si potranno raggiungere 2 milioni di persone in più grazie proprio al noto social network. Si parla di addirittura 450 milioni di impression in una campagna che può durare anche una settimana. Un successo se si vanno a guardare i numeri dello scorso anno quando comunque erano stati già stabiliti interessanti record. Il Super Bowl però non si ferma e riesce a regalare ancora una volta risultati molto interessanti sotto questo punto di vista. C’è chi poi aspetta di vedere le coreografie e le immagini con tanti vip che saranno ovviamente protagonisti come già detto. (agg. di Matteo Fantozzi) 

TUTTE LE PUBBLICITÀ DA NON PERDERE

Il Super Bowl, come sappiamo, non è soltanto un semplice evento sportivo, ma anche una sorta di “Oscar” della pubblicità. Il Super Spot (anzi, i Super Spot) del Super Bowl sono da sempre destinati a dettare le nuove tendenze della pubblicità, e conseguentemente delle aziende che li producono e li commissionano. Ma andiamo con ordine. La 52esima edizione del Super Bowl che si svolgerà oggi domenica 4 febbraio 2018 (in Italia, durante la notte tra il 4 e il 5 febbraio). La finale della National Football League 2017 vedrà come protagonisti i New England Patriots e i Philadelphia Eagles. Gli spot pubblicitari sono pagati a peso d’oro, che andranno in onda durante l’evento trasmesso in televisione. Per uno spazio pubblicitario di 30 secondi, infatti, il costo si è aggirato intorno ai cinque milioni di dollari. La 52esima edizione del Super Bowl verrà trasmessa dalla NBC che, ovviamente, incasserà gli introiti derivanti dalla pubblicità. Per fare un calcolo veloce dell’ammontare dei possibili introiti, l’anno scorso, la FOX, che trasmise la 51esima edizione del Super Bowl, ricavò ben 419 milioni di dollari in pubblicità. Come riporta l’Ansa, il costo di uno spazio pubblicitario al Super Bowl è lievitato dell’87% negli ultimi dieci anni.

CINQUE SPAZI PUBBLICITARI PER FCA

Tra gli spot pubblicitari che vedremo durante l’edizione di quest’anno del Super Bowl, ci sarà quello di Fiat Chrysler Automobiles che ha comprato cinque spazi pubblicitari: come riporta La Repubblica, il primo spot della divisione statunitense di FCA andrà in onda durante il primo tempo, il secondo e il terzo spot, invece, saranno trasmessi durante il secondo tempo, il quarto spot durante il terzo tempo mentre, infine, il quinto spot andrà in onda durante il quarto tempo. Le pubblicità riguarderanno, nella fattispecie, i marchi Jeep e Ram. Soffermandoci sulle aziende automobilistiche, quest’anno vedremo anche le pubblicità di Hyundai, Kia, Toyota, Lexus e Mercedes-Benz. In uno dei due spot realizzati, la Hyundai promuoverà l’iniziativa benefica Hyundai Hope on Wheels, dedicata alla lotta contro i tumori infantili; il protagonista del secondo spot, invece, sarà un arbitro di calcio impaziente di andare a vedere la finale di National Football League.

CINDY CRAWFORD, KEANU REAVES E DANNY DEVITO TRA I PROTAGONISTI

I due protagonisti dei due spot realizzati da Kia, invece, saranno l’ex pilota brasiliano Emerson Fittipaldi e il leader degli Aerosmith, Steven Tyler. Anche la Toyota ha realizzato due pubblicità: uno dei due spot riguarderà le Olimpiadi invernali di Pyeoongchang. La pubblicità della Lexus, invece, è stata realizzata con la partecipazione della Marvel, ispirata al film Black Panther. Lo spot realizzato da Mercedes-Benz, invece, permetterà ai telespettatori di interagire con la AMG C 43 Coupé e un’app per gli smartphone. Per quanto concerne gli altri spot, invece, Cardi B, rapper e personaggio televisivo statunitense, reduce da due nomination ai Grammy, sarà la protagonista dello spot Amazon. La M&M’s, invece, nel proprio spot, ha trasformato l’attore Danny DeVito in una gigante M&M. Cindy Crawford sarà la protagonista dello spot Pepsi mentre Keanu Reaves è il protagonista della pubblicità di Square Space. Gli attori Peter Dinklage e Morgan Freeman, infine, sono i protagonisti scelti dallo spot Doritos e Mountain Dew, già diventato virale sul web.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori