Barbara Guerra condannata per insulti a Barbara D’Urso/ L’ex olgettina punita: lei la più presente ad Arcore

Barbara d’Urso diffamata da Barbara Guerra: condannata. Dopo la querela in seguito agli insulti social della showgirl, arriva la decisione del Tribunale, 6 mesi di reclusione.

14.03.2018 - Emanuela Longo
barbara_durso_facebook
Barbara D'Urso

Barbara D’Urso gongola. I suoi nemici spesso camminano sulla falsa riga dei commenti e delle battutine social ma qualcuno ha passato il limite, almeno secondo quanto ha confermato il Tribunale di Monza che ha condannato Barbara Guerra a sei mesi di reclusione e al risarcimento danni per diffamazione ai danni della conduttrice napoletana “rea” di aver mandato in onda una serie di servizi nelle sue trasmissioni. A finire sotto accusa sono finite le famose “olgettine” di cui addirittura era stata stilata una lista in cui la Guerra appariva tra quelle più assidue presenti ad Arcore. Secondo quanto riportato da MilanoToday.it negli scorsi anni sembra che la Guerra addirittura sia riuscita ad arrivare seconda, con 47 visite, seconda solo ad Imma de Vivo. Alla fine la showgirl è stata punita per via degli insulti e dei messaggi pubblicati ai danni della D’Urso ma nessuna delle due ha commentato la cosa, lo faranno nelle prossime ore? (Hedda Hopper)

BARBARA GUERRA CONDANNATA

Non è finita affatto nel migliore dei modi la guerra legale che ha visto scendere in campo la conduttrice Barbara d’Urso contro la showgirl ed ex olgettina Barbara Guerra. Oggi 39enne, quest’ultima è stata condannata a 6 mesi di reclusione più al risarcimento danni, dal Tribunale di Monza con l’accusa di diffamazione aggravata ai danni della padrona di casa di Pomeriggio Cinque e Domenica Live. Tutto partì proprio da un servizio che cinque anni fa fu trasmesso nel corso del programma domenicale che vede ancora oggi alla guida l’instancabile conduttrice. La Guerra era finita nella bufera per “una serie di insulti volgari” che via social aveva rivolto proprio alla d’Urso “rea”, secondo la showgirl, di aver trasmesso nel 2013 un servizio nel corso del suo programma, in cui venivano criticate le donne dello spettacolo che proprio sui social erano solite svestirsi. L’ex olgettina, evidentemente sentendosi presa di mira, aveva replicato stizzita postando una foto della d’Urso con pesanti attacchi al seguito. Una vendetta che però le è costata cara, al termine di una vicenda che si conclude per lei con una sonora sconfitta e conseguenze per nulla leggere. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

QUERELA DOPO INSULTI SOCIAL: 6 MESI ALL’EX OLGETTINA

La conduttrice di Pomeriggio 5 e Domenica Live, Barbara d’Urso, non ha mai fatto segreto delle denunce per diffamazione avanzate nel corso della sua lunga e fruttuosa carriera. Ciò che però la contraddistingue rispetto a molti altri suoi colleghi, è il modo in cui ha sempre gestito le varie guerre legali. La d’Urso, infatti, ha sempre voluto procedere nel massimo riserbo ed anche quando ci fu di mezzo Barbara Guerra, ex Olgettina nonché ex concorrente del reality show La Fattoria 4, la popolare conduttrice non ha cambiato il suo atteggiamento, preferendo il silenzio. Ora però, come riporta una nota stampa di LaPresse, il Tribunale penale di Monza si è pronunciato sulla causa in corso per diffamazione aggravata nei confronti di Barbara d’Urso, condannando la Guerra. I fatti in questione risalgono al 2013, quando la showgirl aveva pubblicato online una serie di insulti contro la conduttrice dell’ammiraglia Mediaset, senza risparmiare offese volgari. In quell’occasione però, la d’Urso non rimase in silenzio ma fu costretta a sporgere querela contro la giovane. In questi anni, dunque, la guerra legale è andata avanti e nel corso delle varie udienze del processo durante le quali l’imputata ha sempre preferito disertare. Il giudice, dunque, si è espresso riconoscendo la piena valenza lesiva e ingiustificata di quegli attacchi contro la conduttrice condannando Barbara Guerra a 6 mesi di carcere ed al risarcimento dei danni morali a scapito della querelante.

SCONTRO TRA BARBARA GUERRA E BARBARA D’URSO: I FATTI

Forse nel 2013 neppure Barbara Guerra poteva aspettarsi che il suo attacco social alla conduttrice Barbara d’Urso potesse poi avere conseguenze così eclatanti. Tutto era iniziato dopo un servizio trasmesso a Domenica Live nel 2013 e nel quale venivano criticate le showgirl che si denudavano sui social o vestivano in modo succinto. A sentirsi coinvolta dalle critiche era stata anche la showgirl Barbara Guerra che non aveva perso tempo per replicare postando su Twitter una foto di Barbara d’Urso corredata da pesanti attacchi di fronte ai quali però, la conduttrice diede immediatamente mandato ai suoi legali querelando l’ex Olgettina. All’epoca, come ricordava Fanpage, l’allora fidanzato della Guerra tentò di fare da paciere, intervenendo e invitando la giovane a cancellare quelle foto che avrebbero potuto fungere da calamita ad ulteriori attacchi nei confronti della conduttrice Mediaset. Nonostante questo però, anche dopo la cancellazione di quegli scatti corredati dalle pesanti offese, a quanto pare fu ormai troppo tardi per frenare quell’azione legale avviata dalla d’Urso e che solo oggi ha portato ad una pesantissima condanna a carico della Guerra.

I commenti dei lettori