BOSSI IN INCOGNITO 2018/ Oggi, 26 marzo, non va in onda: ecco perché

- Fabiola Iuliano

Boss in incognito 2018 non tornerà questa sera su Rai Due per l’ultimo appuntamento della stagione rimandato alla prossima settimana per la morte di Fabrizio Frizzi

bossinincognito2018
Boss in incognito 2018

Boss in Incognito rimane appeso per via della mancata messa in onda di oggi, 26 marzo. L’ultima puntata dell’eizione 2018 del programma di Rai2 non andrà in onda per lasciare spazio al ricordo e al lutto per la morte di Fabrizio Frizzi. L’intera Rai è addolorata alla notizia della morte del conduttore che si è spento questa notte all’età di 60 anni per un’emorragia cerebrale. Proprio poco fa, la Rai ha comunicato una serie di cambiamenti che riguardano la programmazione dell’intera giornata di oggi e, in particolare, del prime time di Rai2 che vedrà andare in onda il film Il Paradiso per davvero mentre l’ultima puntata di Boss in incognito slitterà alla prossima settimana, salvo cambiamenti nei prossimi giorni. Comunicando la mancata messa in onda, Rai2 scrive: “La scomparsa di provoca un dolore immenso. Ognuno di noi ha un pezzo di vita vissuta con lui o un aneddoto che ha lasciato un sorriso stampato tra i ricordi. Oggi non ce la sentiamo di sorridere o di discutere di altri argomenti”. Clicca qui per leggere la programmazione odierna.

ULTIMA PUNTATA DI BOSS IN INCOGNITO

L’avventura di Boss in incognito si concluderà questa sera con un appuntamento speciale ad Accumoli, uno dei paesi maggiormente colpiti dal terremoto del 2016. In questa puntata, infatti la troupe del noto docu-reality di Rai Due  entrerà nei locali del Salumificio Sano, un’azienda nata nel lontano 1984 e che, nonostante i danni subiti con il sisma, continua a portare avanti la sua attività con passione.  Lo stabilimento, subito dopo il terremoto, ha infatti cercato di dare un segnale forte di ripresa all’intero territorio e oggi, nonostante le difficoltà, continua imperterrito a percorrere la strada spianata dal suo fondatore, Gianfranco Castelli. A causa della eccessiva riconoscibilità del boss, per la prima volta nella storia dello show non sarà il capo a calarsi nei panni del dipendente, ma alti protagonisti che hanno partecipato con successo alle precedenti edizioni: una novità del tutto insolita per il docu-reality di Rai due, che preannuncia una puntatati assolutamente da non perdere.

CINQUE BOSS IN SCENA 

Saranno  cinque i boss in incognito che questa sera entreranno nel salumificio Sano di Accumoli per documentare le diverse attività di una realtà in ripresa, dopo i gravi danni subiti dal terremoto nel 2016: ad affiancare e monitorare i dipendenti, sotto mentite spoglie, saranno cinque protagonisti che hanno partecipato con successo alle precedenti stagioni del format italiano. Il pubblico avrà così la possibilità di rivedere sul piccolo schermo Bachisio Ledda proprietario del Mail Express Group, Guido Di Stefano, boss del maglificio Gransasso, Federico Lombardo, a capo dell’azienda vinicola Firriato, Eugenio Preatoni della catena di hotel Domina e Giuseppe Di Martino, proprietario del pastificio Di Martino. I cinque ex boss in incognito, infatti, scenderanno in campo per “sostituire” il boss di questa puntata, e con il loro lavoro affiancheranno cinque dipendenti con altrettante storie da raccontare.

I DIPENDENTI DELLA PUNTATA

La troupe del docu-reality di Rai due questa sera si recherà ad Accumoli, dove ben cinque boss in incognito incontreranno lo staff  del salumificio Sano, uno degli stabilimenti colpiti dal terremoto, ma rinato grazie all’energia del boss e dei suoi dipendenti.  Ad accogliere i cinque aspiranti operai saranno, in particolare: Paolo, che mostrerà ad Eugenio Preatoni la scelta delle carni e la successiva pulizia dei locali; Sergio, che luciderà e marchierà a fuoco i prosciutti assieme a Bachisio Ledda; Franco, che si occuperà dell’insaccamento dei salumi assieme a Guido Di Stefano; Mariarita, che mostrerà a Federico Lombardo il metodo più giusto per etichettare i prosciutti e Andrea, che  spiegherà a Giuseppe di Martino come occuparsi al meglio degli scarichi e quali sono le tecniche più giuste per la selezione dei prosciutti. Non solo lavoro, però, nelle parole dei cinque concorrenti, che racconteranno ai cinque boss in incognito la loro vita post terremoto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori