Espiazione/ Su Rete 4 il film di Joe Wright (oggi, 2 luglio 2018)

- Matteo Fantozzi

Espiazione su Rete 4: in seconda serata va in onda questo film di genere drammatico diretto da Joe Wright. Nel cast troviamo Keira Knightley e Brenda Blethyn. (oggi, 2 luglio 2018)

espiazione_film
la pellicola drammatica su La5 in prima serata

CURIOSITÀ SUL FILM

Espiazione è stata una pellicola che ha fornito innumerevoli soddisfazioni non solamente al box office ma anche tra gli addetti ai lavori. Gli incassi hanno infatti raddoppiato le spese di produzione, assestandosi a circa 130 milioni di dollari americani, a fronte di una trentina di milioni spesi dalle case di produzione. Nei vari premi cinematografici da segnalare la vincita dell’oscar 2008 nella categoria Miglior colonna sonora, il premio è giunto a fronte delle ben sette nomination ottenute. La colonna sonora ha ottenuto finanche il Golden Globe, in quest’ultimo concorso vinto anche il premio di miglior film drammatico. Location interamente inglesi con buona parte delle scene girate a Redcare un borgo dell’Inghilterra ubicato nel North Yorkshire.

NEL CAST KEIRA KNIGTHLEY

Espiazione va in onda oggi alle 23.45 su Rete 4. E’ un film ascrivibile al genere drammatico con connotazioni belliche, esso prodotto grazie a una collaborazione franco-inglese è stato diretto da Joe Wright. La pellicola vede un cast di attori di altissimo livello, tra di essi si segnalano Keira Knightley e Brenda Blethyn attori che già avevano lavorato insieme in altre produzioni. La pellicola nata nel 2007 è stata prodotta dalla Working Title Films, della Universal invece la distribuzione nelle sale cinematografiche italiane.

ESPIAZIONE, LA TRAMA DEL FILM

E’ l’estate del 1935 quando una giovane ragazza appartenente alla buona società, Briony Tallis, assiste alla relazione che la sorella Cecilie ha con il figlio di una serva, la situazione si ingarbuglia ulteriormente quando a casa Tallis arrivano i cuginetti. I congiunti vivono una difficile situazione psicologica stante l’imminente separazione dei genitori. Briony vive male la storia e rimuginando su quanto ha visto alla fine pensa che il fidanzato della sorella, Robbie, sia un maniaco sessuale. Come se non bastasse Robbie partecipa alle ricerche dei due cugini allorquando essi fuggono dalla casa dove sono ospitati, nei boschi il ragazzo assiste alla violenza che un ricco mercante effettua sulla cuginetta di Briony. Il violentatore forte anche della sua posizione sociale accusa il ragazzo, che deve soccombere alle accuse a causa anche della sua umile origine. A Robbie non resta quattro anni dopo che arruolarsi nelle forze armate impegnate contro i tedeschi, e andare a combattere sul fronte francese. Anche Briony sceglie di servire il proprio paese e si reca con funzioni di infermiera al fronte. Qui viene al corrente dopo qualche anno della verità, ma scopre anche che nel frattempo la cuginetta era convolata a nozze con il violentatore. Quella che prima era una ragazzina e che adesso è diventata donna cerca di far uscire a galla la verità, la sua speranza è di riabilitare Robbie. L’uomo purtroppo in cerca della sua espiazione era deceduto in guerra e alla donna non resta che mettere bianco su nero la relazione del passato, in maniera da dare almeno una postuma riabilitazione. Nei suoi scritti il finale però è lieto con Robbie che nonostante la sua umile origine convola a nozze con la donna che ama, e con i due che vanno ad abitare nella casa al mare che avevano sempre sognato, ma che non hanno mai potuto possedere a causa della barbarie bellica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori