Flavio Insinna / “Sono impietoso verso me stesso nei risultati, negli sbagli, negli atteggiamenti”

- Annalisa Dorigo

Flavio Insinna guiderà L’Eredità del post Fabrizio Frizzi nonostante le numerose critiche per le sue dichiarazioni ad Affari tuoi: l’intervista al settimanale Spy.

la_strada_senza_tasse_flavio_insinna_2017
Adriana Riccio, chi è la fidanzata di Flavio Insinna?

Flavio Insinna è più che mai nel mirino del web dopo la decisione della Rai di affidargli la guida de L’Eredità. Dopo quanto accaduto nel fuorionda portato alla ribalta da Striscia la notizia, infatti, il pubblico avrebbe preferito un altro padrone di casa al posto del compianto Fabrizio Frizzi. Sulla questione è recentemente tornato lo stesso Insinna nel corso di un’intervista rilasciata al settimanale Spy, nella quale ha dichiarato di non essersi ancora perdonato. “So sono impietoso verso me stesso nei risultati, negli sbagli, negli atteggiamenti. Non sono uno che pretende tutto dagli altri e non fa niente per se stesso”, ha confessato il conduttore ammettendo di voler studiare molto per riuscire a dimostrare di essere all’altezza del suo predecessore. Il suo obiettivo, infatti, sarà quello di figurare al meglio, non solo per riuscire a farsi perdonare, ma soprattutto per farsi apprezzare dallo stesso Frizzi… 

“SONO IMPIETOSO VERSO ME STESSO”

Flavio Insinna è stato scelto dalla Rai per guidare la nuova edizione de L’Eredità, la prima senza il suo compianto conduttore Fabrizio Frizzi, scomparso lo scorso 26 marzo. La scelta dell’ex volto di Affari tuoi ha scatenato numerose critiche da parte degli italiani, ancora memori del fuorionda apparso a Striscia la notizia: in esso Insinna usava parole molto forti nei confronti di una concorrente, deridendola pubblicamente. A distanza di circa un anno da quella brutta figura, il conduttore sembra deciso a concedersi una seconda possibilità, pur consapevole del proprio errore. Intervistato dal settimanale Spy, infatti, il nuovo padrone di casa del preserale Rai ammette: “Io sono impietoso verso me stesso nei risultati, negli sbagli, negli atteggiamenti. Non sono uno che pretende tutto dagli altri e non fa niente per se stesso (…) Quelle critiche le capisco perfettamente perché ancora non mi sono perdonato io per primo”.

FLAVIO INSINNA, IL DIFFICILE RUOLO A L’EREDITÀ

La Rai ha offerto a Flavio Insinna la guida de L’Eredità nonostante lo scandalo portato alla ribalta da Striscia la notizia. Ma il tentativo di ripulire la sua immagine sembra partito più da lontano attraverso ruoli considerati minori: dalla recente partecipazione a Il Supplente, alle ospitate a Ballando con le stelle e I Soliti Ignoti fino alla conduzione di eventi benefici. A Flavio Insinna è stato affidato il difficile compito di sostituire colui che il conduttore definisce un caro amico. Nell’intervista a Spy, infatti, precisa: “È soprattutto l’eredità di un amico che è scomparso. Allora il titolo di questo programma diventa gigante”, spiega e ricorda come lui e Frizzi si siano frequentati in passato e abbiano avuto grande stima l’uno nei confronti dell’altro. Proprio per questo il suo obiettivo è quello di entrare in punta di piedi nella trasmissione dove già sono stati padroni di casa anche Amadeus e Carlo Conti.

IL TOTALE SOSTEGNO DELLA RAI

“Se Fabrizio da lassù non scuoterà la testa dicendomi ‘ma che stai a fa?’ sarà una grande vittoria e allora ne sarà valsa la pena. Se sarà soddisfatto lui, lo sarò anch’io”, precisa Flavio Insinna nell’intervista rilasciata al settimanale Spy. In essa precisa di non essere affatto preoccupato dell’attacco di Striscia la notizia e di sentirsi rassicurato della stima che la Rai continua a nutrire nei suoi confronti. Ne ha avuto la conferma nel corso della presentazione dei palinsesti Rai quando i giornalisti hanno chiesto chiarimenti al direttore di Raiuno Angelo Teodoli, trovando in lui la totale convinzione della decisione presa. Anche Carlo Conti lo ha tranquillizzato, dicendosi disponibile ad aiutarlo per qualsiasi necessità: “Mi sono sentito un soldato di questa squadra chiamata Rai e il gioco di squadra può fare solo che bene”, ha aggiunto il conduttore aggiungendo di essere entusiasta per questa nuova opportunità e deciso a studiare per figurare al meglio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori