Edoardo Vianello a Vieni da me/ “Per Frida è difficile essere mia moglie”

- Stella Dibenedetto

Edoardo Vianello risponde alle domande al buio di Vieni da me: dal rapporto con la moglie Frida al rapporto con il cugino Raimondo Vianello.

edoardo vianello
Edoardo Vianello a Vieni da me

Edoardo Vianello risponde alle domande al buio di Caterina Balivo. Dopo i racconti dei Boomdabash e di Diego Fanzaga, campione de L’Eredità, l’interprete de I Vatussi, svela dettagli inediti della sua vita nella puntata odierna di Vieni da me. La prima domanda è dedicata alla moglie Frida con cui ci sono ben 32 anni di differenza. “E’ difficile essere sposato con una donna più giovane?”, chiede Caterina Balivo. “Forse sarà difficile per lei. Per me è meraviglioso perchè avere una ragazza giovane vicino ti dà la giusta spinta per andare avanti”.Come vi siete conosciuti?”, chiede incuriosita a Balivo. “Ci siamo conosciuti nello studio medico di un dentista, amico di entrambi. Ora stiamo insieme da 21 anni”, aggiunge ancora l’artista che con la seconda moglie è stato sposato per 20 anni mentre il matrimonio con Wilma Goich è durato ben 11 anni. “Ho conosciuto Frida il giorno in cui mi sono separato legamente dalla mia seconda moglie. La mia libertà non è durata neanche un giorno“, aggiunge ancora Vianello che poi svela come sua moglie abbia un buon rapporto anche con i figli.

EDOARDO VIANELLO: “RAIMONDO VIANELLO SNOBBAVA LA MIA FAMIGLIA”

Tra le domande al buio non poteva mancare quella sul rapporto con Raimondo Vianello, marito di Sandra Mondaini, cugino di primo grado del padre. “Tra di noi c’era un rapporto freddo. Era snob nei confronti della mia famiglia e, forse, un mese fa ho scoperto il motivo“, spiega il cantante di “Abbronzatissima”. La conduttrice di Vieni da me cerca di capirne il motivo. “Ho sempre saputo da mio padre che mia nonna era morta. Di lei avevo soltanto tre fotografie e non sapevo neanche il suo nome completoa. Un mese fa, Andrea, mio nipote, mi telefona e mi dice che su internet c’erano delle foto di mia nonna e c’era anche una biografia. Scopro così che era una giornalista, una scrittrice ed era stata una crocerossina ospitando della guerra 15-18 e morendo per aver contratto il tifo da un soldato”, ricorda Vianello che poi spiega come sul certificato di nascita del padre non c’era l’identità della madre. “Lei era sposata, abbandonata dal marito e probabilmente dopo aver avuto una storia con mio nonno non ha riconosciuto mio padre perchè all’epoca era uno scandalo. Quindi Raimondo Vianello probabilmente sapeva questa storia e quindi ha sempre mantenuto un atteggiamento freddo nei nostri confronti perchè ai tempi, non essere riconosciuti, era uno scandalo”, conclude Vianello.



© RIPRODUZIONE RISERVATA