Morgana Giovannetti a Vieni da me/ Dal Bagaglino al teatro: “mi rende felice fare…”

- Stella Dibenedetto

Morgana Giovannetti, la bambina prodigio de Bagaglino, a Vieni da me, ripercorre la sua carriera svelando i dettagli del suo rapporto con i colleghi.

morgana giovannetti
Morgana Giovannetti

Dopo i ricordi di Vittorio Cecchi Gori, Caterina Balivo ospita Morgana Giovannetti, a soli 6 anni, si fa notare come imitatrice nel programma Stasera mi butto. Il maestro Pingitore la nota e decide di trasformarla in una piccola star portandola al Bagaglino. “Io ho iniziato a fare le imitazioni all’asilo. Quando tornavo a casa facevo la camminata della maestra Anna e quindi ho iniziato da subito. Io ero in vacanza a Rimini e vedevo questo programma che era Stasera mi butto al cui interno c’era anche la gara dei bambini. Presi il numero di telefono e chiesi ai miei genitori di portarmi lì. Io arrivai al Grand Hotel di Rimini e vidi Pingitore che mi disse: ‘vediamo che cosa sai fare’. Lui rimase subito colpito e mi prese con lui”, ricorda Morgana che, nonostante il successo e la popolarità ha sempre avuto una vita normale come quella di tutti i bambini. “Mi rendeva felice e mi rende ancora felice fare quello che faccio a teatro. Con i miei compagni avevo un ottimo rapporto anche perchè quando io parlavo di quello che facevo sembrava tutto molto normale e in questo sono stati moto intelligenti i miei genitori perchè mi hanno sempre permesso di condurre una vita normale e a teatro portavo spesso con me quello che era il mio mondo. Mi sono sempre divertita tantissimo”, aggiunge ancora la Giovannetti.

MORGANA GIOVANETTI: “IL MIO RAPPORTO CON I VIP DEL BAGAGLINO”

A soli sei anni, Morgana Giovannetti si ritrova a dividere il luogo di lavoro con dei veri mstri sacri, ma che rapporto aveva con le star del Bagaglino? Pippo Franco è un uomo molto professionale. Martufello? Ci vogliamo un gran bene. Con lui mi diverto da morire. E’ una persona dal cuore enorme ed è un principe del teatro perchè il modo con cui lui tratta questo mestiero è difficile da trovare in altri attori. Oreste Lionello? E’ il maestro. Mi ricordo che lui non stava bene e durante uno dei suoi ultimi spettacoli lui saliva sul palco e guariva. Leo Gullotta? E’ un attore incredibile. Pamela Prati? Generosa. Valeria Marini è un cartone animato, è bellissimo e divertente vedere il suo mondo. Gabriella Labate? E’ diventata una mia cara amica e le voglio un gran bene”. Ad un certo punto, Pingitore ha chiamato la mamma di Morgana dicendole che la sua avventura a Bagaglino sarebbe finita: “è la cosa migliore che abbia fatto per me perchè io stavo crescendo e dovevo concentrarmi sugli studi e su quello che volevo fare. A quindici anni, quando decisi che avrei davvero fatto l’attrice, chiamai Pingitore e mi mandò da Michele La Ginestra e ho cominciato a recitare sul serio“. Morgana, nel frattempo, si laurea anche in economia, ma la recitazione è la sua passione ed oggi è una bravissima attrice di teatro.



© RIPRODUZIONE RISERVATA