SANREMO YOUNG 2019/ Eliminati Clara e Luigi. Luca e Paolo criticano il televoto

- Bruno Zampetti

La seconda puntata di Sanremo Young 2019 del 22 febbraio su Rai 1 ha visto l’eliminazione di Luigi Cascio e Clara Palmeri

Sanremo Young 2019
Sanremo Young 2019

La seconda puntata di Sanremo Young 2019 ha visto l’eliminazione di Luigi Cascio e Clara Palmeri. La serata è stata all’insegna dei duetti. Ricordiamo quali sono state le esibizioni: Tecla Insolia con Ron in “Vorrei incontrarti tra cent’anni”;  Giovanna Camastra con Marco Masiniin  “T’innamorerai”;  Eden Lorenna con Gigliola Cinquetti in “Dio come ti amo” di Domenico Modugno; Kimono con Giuseppe Povia in “I bambini fanno oh”; Beatrice Zoco con Alexia in “Dimmi come”; Maxi Urban con Sergio Cammariere in “Tutto quello che un uomo”; Clara Palmeri con Mietta in “Canzoni”; Antonio Vaglica con i Nomadi in “Io vagabondo”; Luigi Cascio con Bianca Atzei in “Ciao amore ciao” di Luigi Tenco; Giuseppe Ciccarese con Roberto Vecchioni in “Chiamami ancora amore”. I primi tre, nella classifica finale data dal televoto e dai giudizi dell’Academy, sono stati: Giovanna, Giuseppe e Beatrice.

SANREMO YOUNG 2019: LUCA E PAOLO CONTRO IL TELEVOTO

A rischio eliminazione sono invece finiti Kimono, Eden, Luigi e Clara. Quest’ultima è riuscita anche a risalire di due posizioni grazie ai voti speciali degli altri concorrenti e dell’orchestra. Luca e Paolo hanno deciso di salvare Kimono e Clara. A casa sono quindi tornati, come detto, Luigi ed Eden. C’è da dire che i membri di giuria hanno fatto presente che la loro classifica è stata ribaltata dal televoto. Cosa fatta presente anche da Luca e Paolo, che hanno criticato non poco il giudizio del pubblico da casa che con il televoto ha di fatto mandato a rischio eliminazione chi, a loro modo di vedere, non meritava di andarci, promuovendo invece chi doveva essere nella parte bassa della classifica. I due comici hanno anche fatto un paragone con le polemiche che sono arrivate al termine del Festival di Sanremo, facendo quindi capire che forse dal loro punto di vista meritava di vincere Mahmood.



© RIPRODUZIONE RISERVATA