MORGAN E I PROBLEMI DI DROGA/ Video, “cocaina come antidepressivo” (Non è la D’Urso)

- Emanuele Ambrosio

Morgan ospite della nuova puntata di  “Live – Non è la D’Urso”, lo show di Barbara D’Urso. L’artista è pronto a raccontarsi a 360° parlando anche di droga

Morgan, al secolo Marco Castoldi
Morgan, al secolo Marco Castoldi (Instagram, 2019)

Morgan è uno degli ospiti del quarto appuntamento di “Live – Non è la D’Urso“, lo show condotto da Barbara D’Urso in prima serata su Canale 5. Il cantante dei Bluvertigo, prossimo giudice di The Voice of Italy 2019, è pronto a raccontarsi a 360° gradi: dal rapporto con Asia Argento fino ai problemi avuti con la droga. Intervistato da Rolling Stone il cantante ha raccontato il suo personale punto di vista sulla musica: “dico solo che la musica, se ha una funzione sociale, ha una funzione sociale positiva ed edificatrice. Quando uno esce da un serata e ha sentito per ore una musica martellante, ossessiva e monocorde – e monocellulare, perché ha un elemento solo, è monosillabica con la cassa in quarti che è come una legnata sulla testa – non può essere lucido. Non do la colpa né all’alcol né alle droghe, proprio alla musica. La musica scadente è peggio”.

Morgan: “parlare di droga con l’intento di aiutare i drogati”

Non è un mistero che Morgan in passato ha avuto problemi di droga. Recentemente l’artista, che abbiamo visto sul palcoscenico del Teatro Ariston di Sanremo dove ha duettato con Achille Lauro sulle note di Rolls Royce, ha voluto difendere il collega finito in una bufera mediatica. Achille Lauro, infatti, è stato criticato per aver inneggiato nel suo brano al consumo di droga, accuse smentite dallo stesso trapper. Allora Morgan ha deciso di difendere Achille: “vorrei che si parlasse di droga con l’intento di aiutare i drogati cercando di risolvere il loro problema. Sai come si fa a risolverlo il problema? Facendo sentire i drogati compresi, aiutandoli, non giudicandoli. Facendoli crescere. Non così”. Non solo, Morgan ha risposto anche a chi ha puntato il dito contro Achille Lauro che nel brano parla di personaggi che si sono lasciati andare ad alcol e droga: “Amy Winehouse è morta di infarto, che c’entra la droga? L’ha mai vista drogarsi? Dire queste cose è come dire che Prodi rubava”.

Morgan: “non uso la cocaina per lo sballo”

Morgan e la droga. In passato il cantautore ha raccontato di aver avuto alcuni problemi di dipendenza arrivando perfino a rilasciare delle dichiarazioni che nel 2010 l’hanno visto estromesso dal Festival di Sanremo. “Io non uso la cocaina per lo sballo, a me lo sballo non interessa. Lo uso come antidepressivo. Gli psichiatri mi hanno sempre prescritto medicine potenti, che mi facevano star male. Avercene invece di antidepressivi come la cocaina. Fa bene. E Freud la prescriveva. Io la fumo in basi perché non ho voglia di tirare su l’intonaco dalle narici. Me ne faccio di meno, ma almeno è pura” ha dichiarato anni fa l’artista. Non solo, durante l’intervista rilasciata a Max, Morgan racconta: “io sono trasparente. La gente parla di me perché sono aperto, e così si sentono in diritto di non rispettare la mia privacy” – precisando – “ne faccio un uso quotidiano e regolare”. In realtà Morgan dopo la pubblicazione dell’intervista ha voluto precisare una serie di cose: “Sono molto sconcertato ed amareggiato, anzi profondamente addolorato, per non dire disperato, per le frasi che mi sono state attribuite”. Non solo, il cantautore ha voluto dire la sua sulla droga: “la droga fa male, la considero pericolosa e inutile, mi riferivo all’uso che ne facevo in passato come terapia verso la depressione. Non mi sognerei mai di divulgare come insegnamento o consiglio per i giovani l’uso di stupefacenti. Forse mi è stata tesa una trappola e ci sono caduto ingenuamente”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA