Classifica Atp, Nadal torna al secondo posto/ Berrettini è decimo, Sinner 18°

- Alessandro Nidi

Classifica Atp, Nadal scalza Medvedev dal secondo posto, mentre Sinner diventa il settimo miglior azzurro di sempre

Rafa Nadal pugno Acapulco lapresse 2020 640x300
Rafa Nadal (Foto LaPresse)

La classifica Atp aggiornata fa registrare una notizia fondamentale per i colori azzurri: l’astro nascente del tennis italiano Jannik Sinner, infatti, è salito al diciottesimo posto, divenendo di conseguenza il settimo giocatore del Belpaese meglio classificato di sempre, eguagliando quanto fatto in passato da alcuni suoi colleghi (Gaudenzi, Camporese e Seppi). Per l’Italia, comunque, le buone nuove non mancano di certo; infatti, oltre all’ascesa di Sinner, va registrata anche la decima piazza mantenuta da Matteo Berrettini, che domenica ha conquistato il Serbia Open superando in finale Aslan Karatsev.

Per non dimenticare poi il successo di Andrea Pellegrino al Challenger di Roma 1, che ha consentito al tennista 24enne originario della Puglia di scalare ben quarantasette posizioni e di raggiungere il risultato migliore della sua carriera, che si traduce nella piazza numero 241 nel ranking Atp. Bene anche Lorenzo Musetti, il quale, pur senza scendere in campo, sale all’ottantatreesimo posto, incassando un lusinghiero +4 rispetto all’ultimo aggiornamento della graduatoria.

CLASSIFICA ATP: RAFA NADAL TORNA SECONDO

Per quanto concerne gli altri tennisti italiani presenti nella top 100 della classifica Atp, Fognini scivola al 28° posto (-1), con Sonego che mantiene il 32° e Travaglia che scala al 67° (-4). Stabile Caruso (81°), ottimo +7 per Mager (91°). Cecchinato e Seppi sono rispettivamente 94° e 96°. Esaminando invece la top 10 del ranking, se Novak Djokovic appare francamente inarrivabile con 11.963 punti Atp all’attivo, va segnalato il ritorno di Rafa Nadal in seconda posizione, forte della vittoria rimediata a Barcellona. Scivola dunque al terzo posto Medvedev, costretto ai box da qualche settimana per via della sua positività al Coronavirus. Tutto invariato nelle restanti sette posizioni, occupate, nell’ordine, dall’austriaco Thiem, dal greco Tsitsipas, dal tedesco Zverev, dal russo Rublev, dall’elvetico Roger Federer, dall’argentino Schwartzman e, appunto, dal nostro Matteo Berrettini, separato dalla nona posizione da appena 197 punti Atp: un divario decisamente colmabile e un obiettivo alla portata del nostro portacolori, che in questo 2021 può ancora puntare a togliersi grandi soddisfazioni. I mezzi per riuscirci, d’altro canto, non gli mancano.



© RIPRODUZIONE RISERVATA