CLAUDIO BAGLIONI: “SANREMO? MI SEMBRAVA COMMERCIALE”/ “Ho modificato io il Festival…”

- Emanuele Ambrosio

Claudio Baglioni ospite a Verissimo parla della sua carriera e canzoni, ma anche del Festival di Sanremo: “Credo proprio che non lo rifarei”

claudio Baglioni 640x300
Claudio Baglioni (Verissimo, 2021)

Claudio Baglioni ha parlato a “Verissimo” del Festival di Sanremo, a cui non prese mai parte come concorrente, perché “da un certo punto in poi, guardavamo Sanremo con un po’ di aristocrazia, ci sembrava un posto luccicante e commerciale”.

Negli ultimi anni, invece, la kermesse ha recuperato il suo significato: “Io credo che per un artista ogni luogo sia straniero. Sanremo è una grande mostra, una grande commedia all’italiana, interessante e difficilissima da tenere per le redini. La prima volta che lo condussi mi denominai dittatore artistico e poi dirottatore artistico, in quanto ho apportato modifiche sostanziali, come eliminare le eliminazioni nei primi giorni di gara e inserire le proposte nuove e interessanti”. (aggiornamento di Alessandro Nidi)

Claudio Baglioni: “Non pensavo di arrivare a 70 anni”

Claudio Baglioni, ospite speciale di “Verissimo”, trasmissione di Canale 5 condotta da Silvia Toffanin, ha raccontato i suoi primi 70 anni di vita, traguardo che lui non si immaginava mai di tagliare. L’ha affermato egli stesso, dicendo: “Quando ero ragazzino pensavo che mi sarei dissolto attorno ai 30, 35 anni… Invece ho addirittura doppiato quel limite”. In merito alla sua infanzia, ha rivelato di essere cresciuto da solo, da figlio unico, pur avendo desiderato a lungo un fratello o una sorella e di avere incontrato a 14 anni per la prima volta la chitarra, sua grande compagna di vita.

Entrambi i genitori di Baglioni erano contadini, poi, dopo il matrimonio con la mamma di Claudio, il padre Riccardo si arruolò nell’Arma dei Carabinieri: “Gli assomiglio da un punto di vista caratteriale. Era un uomo molto gentile, con molta grazia dentro”. La madre di Claudio Baglioni, Silvia, era “piccola ma con ficcanti occhi grigi, che mi sorprendevano ogni volta che li vedevo. Aveva una bellissima risata ed era molto determinata. Era lei il vero pater familiae, l’ho avuta per molto tempo. Se n’è andata otto anni fa, ma me la sono goduta tanto”. All’inizio di carriera, Baglioni ricevette tantissimi rifiuti e a un certo punto voleva anche fermarsi, ma i suoi genitori non hanno smesso di credere in lui: ebbero ragione loro. (aggiornamento di Alessandro Nidi)

Claudio Baglioni: “Il Festival di Sanremo…”

Claudio Baglioni ospite per la prima volta a Verissimo di Silvia Toffanin. Il cantautore si racconta a pochi giorni dalla messa in onda del suo imperdibile show trasmesso in prima serata su Canale 5. Una carriera straordinaria quella di Baglioni che è uno dei pilasti della musica italiana. Tra i suoi tanti traguardi raggiunti anche la conduzione del Festival di Sanremo dove ha ricoperto il duplice ruolo di padrone di casa, ma anche direttore artistico. Due edizioni di grande successo quelle condotte da Baglioni che ha escluso categoricamente la possibilità di un ritorno. “Il Festival è un’occasione speciale. È un lusso che uno può permettersi una o due volte al massimo. Credo proprio che non lo rifarei” – ha detto il cantautore che nel 2018 e 2019 è stato conduttore e direttore artistico della kermesse.

Durante la sua longeva carriera mai nessuna partecipazione come concorrente in gara. Come mai? A rivelarlo è stato proprio lui: “per alcuni musicisti della mia generazione, il Festival è stato un posto dove non bisognava andare. Lo guardavamo con un po’ di aristocrazia. Invece, negli ultimi anni ha ripreso la sua forza incredibile”. Parlando proprio della kermesse canora ha aggiunto: “Sanremo è una grande commedia all’italiana molto interessante e difficile da affrontare. Ci sono state tante affermazioni come Ultimo, Achille Lauro e Mahmood. Questo è estremamente importante perché vuol dire che abbiamo portato Sanremo verso la musica che si ascolta e si apprezza”.

Claudio Baglioni e le canzoni: ” È questione di sopravvivenza, o cerchi o smetti”

Claudio Baglioni ha emozionato e fatto sognare con le sua voce e le sue canzoni milioni di persone e diverse generazioni. Da “Strada Facendo” a “Questo piccolo grande amore”, da “Avrai” a “Mille giorni di te e di me”, giusto per citarne un paio, il cantante ha dato voce alle sue emozioni riscontrando un successo unico. Eppure dalle pagine de La Repubblica ha raccontato: “ho commesso parecchi errori pur di assomigliare a ciò che non ero. Conservo ancora un rapporto doloroso con le parole, mi hanno sempre fatto dannare”.

Negli ultimi anni però Baglioni si è preso una lunga pausa dalla musica. Dopo sette anni però è tornato più forte che mai con un nuovo disco di inediti, un vero e proprio bisogno quello raccontato dall’artista che ha sottolineato: “cerco sempre l’emozione come i filosofi cercano l’uomo, come il cercatore va a caccia d’oro. È questione di sopravvivenza, o cerchi o smetti. Però, se negli ultimi vent’anni ho spesso fatto le prove del gran finale, da quattro o cinque anni non penso più a chiudere ma a vivere questa meravigliosa vicenda artistica e umana”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA