CLAUDIO BORGHI/ “Salvini ai videogames gioca alla fattoria: io abbatto navi francesi”

- Dario D'Angelo

Claudio Borghi intervistato da “Un giorno da pecora” svela la sua passione per i videogames e le insospettabili abitudini di Matteo Salvini…

Claudio borghi 2019
Claudio Borghi a "Un giorno da pecora"

E’ un Claudio Borghi che non ti aspetti quello che si racconta a “Un giorno da pecora”, la trasmissione di Rai Radio 1 in cui il consigliere economico della Lega ha svelato la sua passione per i videogames e i gusti in questo ambito di Matteo Salvini. Borghi ha ammesso:”L’ultima volta che ho giocato è stato tre giorni fa, online, contro altri che giocano come me con un videogame che simula una guerra navale”. Gli intervistatori si sono prontamente incuriositi:”Quante navi ha abbattuto? Sei o sette. Non sono particolarmente bravo ma me la cavo”. In un’epoca di trattative europee sempre più serrate e tensioni mondiali crescenti non poteva mancare una domanda di carattere geopolitico:”Io miro specialmente alle francesi, è una mia ‘libidine’ personale. E poi sono più facili da colpire perché hanno i cannoni solo davanti, essendo delle riproduzioni delle navi storiche. Basta andargli dietro, e le colpisci”.

CLAUDIO BORGHI: “SALVINI GIOCA ALLA FATTORIA”

Visto che l’argomento sembrava appassionare particolarmente Claudio Borghi (per intenderci, il principale promotore dei tanto contestati minibot), le domande sono diventate via via più stringenti:”Gioca da solo o contro un altro avversario?”. Risposta:”No, si gioca in 12 contro 12, mettendo insieme tutti quelli online. La mia squadra si chiama Zenit”. Inevitabile domandare con quale nickname Borghi si cimenti nelle sue scorribande navali:”Il mio nome reale: Claudio Borghi”. Il senatore ha detto di giocare ogni volta un paio d’ore: “Di solito dalle 2 alle 4 di notte”. Ma poteva mancare una domanda su Matteo Salvini? A Claudio Borghi è stato chiesto se il leader della Lega sia appassionato a sua volta di videogames. La risposta è di quelle che lasciano a bocca aperta:”Lui gioca storicamente ad un videogames che simula una fattoria, mi pare si chiami Hay Day, dove fai cose tipo seminare i campi e poi, quando arrivano i frutti, li vendi al mercato”. L’avreste mai detto?



© RIPRODUZIONE RISERVATA