Claudio Santamaria e Francesca Barra/ “Lontani dai nostri cari, cuciniamo e suoniamo”

- Davide Giancristofaro Alberti

Claudio Santamaria e Francesca Barra si sono collegati con Skype al programma di Rai Uno, Storie Italiane: ecco le loro parole

barra 640x300
Francesca Barra, Claudio Santamaria (Storie Italiane)

Francesca Barra e Claudio Santamaria sono stati stamane in collegamento via Skype con il programma di Rai Uno, Storie Italiane. La giornalista e scrittrice, nonché il noto attore, sono ovviamente “reclusi” in casa come milioni di tanti altri italiani, e stanno cercando di “re-inventarsi” per tirare sera. “La sera ci prende un po’ di malinconia – spiega la Barra – di giorno invece cerchiamo di farci forza, io sto cucinando tutto il giorno”. Prende quindi la parola il marito Claudio: “E’ bravissima – spiega l’attore – con quello che trova in casa inventa dei piatti nuovi, sta insegnando a utilizzare quello che si ha in casa per cucinare. Come ad esempio fare il pane, ecc ecc”. Santamaria, invece, si è dato alla musica: “Io suono al pianoforte, poi tutti i giorni alle ore 18:00 ci mettiamo in balcone a cantare e suonare con la chitarra”.

CLAUDIO SANTAMARIA E FRANCESCA BARRA: “TUTTE LE SERE CANTIAMO AL BALCONE”

Claudio spiega che l’idea è nata quasi per caso: “Una volta mi sono affacciato a suonare e a cantare e poi si sono affacciati tutti”. Secondo l’attore, il popolo italiano ha voglia di comunicare con l’esterno in questi giorni molto complicati in cui bisogna stare in casa per evitare di contagiarsi l’un l’altro: “Questa iniziativa di suonare ai balconi è proprio perchè la gente ha bisogno di suonare – spiega – di cantare, di comunicare”. La Barra ha poi ripreso la parola, commuovendosi perchè lontana dai suoi genitori: “Io ho i genitori lontani in Basilicata e che adesso ci stanno guardando, mi mancano tantissimo, volevo salutare tutte le persone che non possono stare vicini ai propri famigliari. Ognuno vive personalmente il distacco con le persone che ama in maniera personale, ma abbiamo il dovere di comunicare, noi che facciamo questo lavoro, dobbiamo farlo soprattutto con le persone che sono sole in questo momento: magari un po’ di evasione e di intrattenimento può dare un po’ di sollievo, tutti i tentativi devono essere fatti”.







© RIPRODUZIONE RISERVATA