COMA_COSE/ “Snaturati da Sanremo? Per niente, siamo soddisfatti” (Domenica in)

- Rossella Pastore

Come_Cose ospiti a Domenica in: il duo si racconta a Mara Venier dalla storia del loro fidanzamento fino all’approdo a Sanremo.

Coma_Cose
Il duo musicale Coma_Cose

Dopo il 20esimo posto al Festival di Sanremo, i Coma_Cose tornano a esibirsi su Rai1. Lo fanno in occasione della loro intervista con Mara Venier a Domenica in, dove racconteranno la loro storia d’amore che a un certo punto si è intrecciata con la loro carriera musicale. Sì, perché Francesca Mesiano e Fausto Zanardelli sono una coppia anche nella vita: Fiamme negli occhi, il brano che hanno portato a Sanremo 2021, parla proprio di loro. “Quando l’abbiamo scritta ci è sembrata perfetta perchè parla di noi”, ribadiscono i due in un’intervista del 4 marzo a Ginger Generation. “Volevamo presentarci per quello che siamo nella nostra essenza, è quello che c’è alla base della nostra storia. Noi abbiamo fatto molte altre canzoni con diverse tematiche. A volte parlando di noi ci viene ‘facile’ e naturale raccontare la nostra storia, e quindi ci ritroviamo ingabbiati nelle canzoni d’amore. Per venire qui a Sanremo comunque ci sembrava perfetta. Si tratta di una canzone dove c’è, c’è lei e una chitarra acustica, e poi abbiamo aggiunto dei layers che definiscono una certa complessità. Questa esperienza di Sanremo, e ne siamo molto felici, non ci ha per nulla snaturati”.

Coma_Cose: “Litighiamo su tutto, fuorché sulla musica”

A loro modo, i Coma_Cose sono usciti ‘vincitori’ dalla 71esima del Festival di Sanremo, salendo alla ribalta anche presso un pubblico più ‘pop’ e mainstream. Il vero fuoco che li fa ardere è quello per la musica, un fuoco ‘sacro’ – si direbbe – “che ci fa andare avanti al di là di tutto”. Anche al di là di qualche litigio: “A livello musicale, a livello di film, estetica, teatro e arte andiamo molto d’accordo, abbiamo gli stessi gusti e ci siamo anche plasmati a vicenda. Sul resto no, è uno scontro su tutto! Noi litighiamo tutti i giorni, penso tre o quattro volte al giorno. Ma come tutti, litighiamo per le stupidaggini, dopo due minuti però facciamo pace. Stare sul palco a volte ti sottopone a stress, per cui se tu litghi dieci minuti prima in camerino devi per forza trovare una sorta di bottone da schiacciare prima di salire in scena, per cambiare il tuo mood! In questo senso la musica ci ha aiutato”.

Come sono nati i Coma_Cose

I Coma_Cose, Fausto e Francesca, si sono conosciuti quando lavoravano insieme in un negozio di accessori e borse: “Fausto l’ho raccolto per strada (ride, n.d.r.) fino a che questa esperienza è finita e ci hanno licenziato”, ricorda Francesca. “Eravamo fermi lì da un po’, io ho sentito le sue canzoni e mi sono subito piaciute molto. Prima di fidanzarci abbiamo cantato in un karaoke bar, forse è stata l’unica volta nella vita di entrambi, poi ci siamo fidanzati ufficialmente due o tre mesi dopo”. Fausto, invece, la ringrazia di aver salvato la sua carriera, perché a un certo punto aveva pensato seriamente di appendere il microfono al chiodo. Poi è arrivata Francesca: “Non doveva essere lei la mia compagna di viaggio, lei mi ha anche proposto altre amiche per il duo che volevo creare. Il palcoscenico, secondo lei, non era un posto adatto a lei. Poi però si è convinta. Ci siamo dati 6 mesi con quei due soldi che avevamo per provare con la musica, le prime canzoni hanno ‘seminato’ bene”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA