Ultime notizie/ Di oggi, ultim’ora: incidente in montagna, muore bambino tedesco di 8 anni (5 ottobre 2017)

- Matteo Fantozzi

Ultime notizie di oggi, ultim’ora: lunedì la Catalogna chiederà l’indipendenza. Approvato lo scostamento di bilancio. Neonata down affidata a un papà single. (5 ottobre 2017).

Catalogna_Bandiere_Manifestazione_Lapresse
Elezioni Catalogna (LaPresse)

INCIDENTE IN MONTAGNA, MUORE BAMBINO TEDESCO DI 8 ANNI

Incidente in montagna presso i Laghi di Campolago, a Maranza nel Trentino Alto Adige. Un bambino tedesco di 8 anni è morto mentre con i genitori e due fratelli si trovava su un sentiero che dalla stazione di una funivia a 2400 metri di altitudine conduce ai laghi. Non è un percorso particolarmente difficile, anche se ha alcuni punti attrezzati, ma nel momento di attraversare il punto più difficile il bambino ha messo un piede in fallo ed è precipitato per oltre duecento metri morendo sul colpo. (Agg. Paolo Vites)

CESARE BATTISTI, ARRESTATO L’EX TERRORISTA, STAVA FUGGENDO IN COLOMBIA

Cesare Battisti, ex terrorista di Prima Linea, accusato e condannato all’ergastolo in Italia per quattro omicidi, è stato arrestato mentre dal Brasile stava cercando di fuggire in Colombia. Cesare Battisti è da oltre trent’anni che fa il giro del mondo, approdando là dove governi di scarsa concezione della giustizia gli danno asilo politico. Prima in Francia, poi in Brasile. L’Italia ha sempre richiesto l’estradizione ma le è stata negata. Adesso il nuovo presidente brasiliano ha fatto sapere di avere intenzione di concederla, cosa che ha fatto pensare bene al terrorista di fare una nuova fuga, ma fortunatamente è stato arrestato dalla polizia brasiliana. Per la difesa, l’uomo che ha avuto un figlio due anni fa, non può essere mandato in Italia perché il figlio ha bisogno del padre. Ci si domanda quanto questo figlio sia stato fatto per avere una carta da giocarsi in caso di estradizione. (Paolo Vites)

APPROVATO LO SCOSTAMENTO DI BILANCIO

Con una maggioranza blindata le aule parlamentari hanno approvato il documento che corregge i conti pubblici italiani, documento importantissimo in vista della redazione della prossima manovra finanziaria. Soddisfazione è stata espressa dal premier Paolo Gentiloni, che immediatamente dopo l’approvazione ha lodato lo spirito di responsabilità dei parlamentari favorevoli alla correzione. A favore della norma ha votato anche MDP, il voto favorevole era determinante non tanto per l’approvazione odierna, quanto per la tenuta della compagine di governo. In aperta polemica invece la sinistra radicale, che per bocca del suo capo gruppo ha stigmatizzato la posizione dell’esecutivo, una posizione che come ha definito Nicola Fratoianni non fornisce risposte alla popolazione italiana, sfavorevoli allo scostamento anche il Movimento Cinque Stelle.

LUNEDÌ LA CATALOGNA CHIEDERÀ L’INDIPENDENZA

Sarà lunedì il giorno della verità per l’indipendenza basca, visto che in quel giorno il presidente della catalogna, Carles Puigdemon, presenterà al parlamento della sua regione i risultati del referendum tenutosi domenica, e chiederà contestualmente l’avvio dell’iter che dovrebbe portare all’indipendenza. In attesa di questo passo previsto dalla costituzione, sale la tensione con Madrid, con l’esecutivo che oggi ha spostato in Catalogna migliaia di militari, con funzioni di supporto alla Guardia Civil. E sempre oggi importante passo deciso dalla magistratura spagnola, con i giudici che hanno messo sotto inchiesta con l’accusa di “sedizione” il comandante della polizia locale, Josep Lluis Trapero, a causa del mancato intervento dei suoi uomini durante gli scontri precedenti alle votazioni.

NEONATA DOWN AFFIDATA A UN PAPÀ SINGLE

È stata affidata a un uomo single una neonata affetta da sindrome di down. La decisione presa dal tribunale di Napoli, potrebbe essere un importante precedente, ma è figlia del rifiuto da parte di sette famiglie contattate allo scopo di procedere all’affidamento. La piccola era stata abbandonata di fronte ad un ospedale partenopeo, immediatamente curata dai sanitari era stata affidata ai servizi sociali che avevano contattato le famiglie in lista di attesa per procedere all’adozione. Dopo sette rifiuti dettati dalla condizione di disabilità in cui versa la piccola, i giudici hanno deciso di interpellare un papa single, uomo che ha immediatamente risposto affermativamente, per procedere alla prevista prova che segue l’adozione definitiva.

SCONTRO APPENDINO-CHIAMPARINO

È bastato poco per far decollare una polemica istituzionale di altissimo profilo, tra il sindaco di Torino e il presidente della regione Piemonte. La miccia è stato il disavanzo comunale, un debito di oltre ottanta milioni di euro che Chiara Appendino ha scaricato sulle amministrazioni precedenti. A stretto giro di posta ha risposto Sergio Chiamparino che ha detenuto la fascia di sindaco della città della mole per due mandati, l’alto esponente politico del partito democratico ha ricordato all’esponente dei cinque stelle che le colpe evocate dall’attuale sindaco non esistono, avendo le precedenti amministrazioni cambiato radicalmente il volto ad una città, non a parole come è abituato a fare il Movimento Cinque Stelle ma con fatti, fatti che sono sotto gli occhi di tutti.

BAYERN MONACO, PANCHINA A LUIS ENRIQUE

Il Bayern Monaco avrebbe deciso di affidare la sua panchina a Luis Enrique dopo il recente esonero di Carlo Ancelotti, lo sottolineano il quotidiano As e l’emittente tedesca Sport 1. Intanto il Presidente del Bayern Uli Hoeness ha parlato dell’incontro con Pep Guardiola in occasione dell’Oktoberfest: “Gli ho detto chi presenteremo nei prossimi giorni ed è stato d’accordo con la nostra decisione”, così sottolinea Abendzeitung. Luis Enrique ha iniziato la sua carriera da allenatore alle spalle proprio di Guardiola al Barcellona, guidando la squadra B. Nella stagione 2011/12 ha lavorato a Roma con risultati altalenanti ed è stato poi esonerato, sostituito da Andreazzoli. Dopo un anno importante al Celta Vigo è arrivata la chiamata della prima squadra del Barcellona dove ha vinto un triplete storico. Ha lasciato quest’estate i blaugrana e ora è fermo.

DARMIAN: LA JUVE POTREBBE VINCERE ANCHE LA PREMIER LEAGUE

Matteo Darmian ha parlato dal ritiro della nazionale di Giampiero Ventura per esprimere il suo parere anche sulla Serie A e sulla Premier League. Il terzino ha sottolineato: “Il campionato è davvero avvincente e penso rimarrà così fino alla fine. La Juventus è una vera corazzata e potrebbe battersi per vincere la Premier League. Il Napoli anche è cresciuto moltissimo, con Inter e Milan che si sono rafforzate”. Il laterale del Manchester United di José Mourinho non ha citato la Roma e poi si è mosso sul campionato inglese: “Siamo partiti molto bene e ci auguriamo di continuare così. Josè Mourinho è uno che ha fame di trofei. Anche Giampiero Ventura cura i particolari”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori