INCIDENTE STRADALE/ Varese, coppia investita sulle strisce: lui muore, lei gravissima (Oggi, 6 aprile 2017)

- La Redazione

Incidente stradale sulla Catania-Gela: scontro tra un tir e tre auto, una persona è morta e cinque sono rimaste ferite. Ultime notizie oggi, 6 aprile 2017

ambulanza_lapresse_2017
Ambulanza (LaPresse)

Grave incidente stradale è avvenuto stamattina a Varese: una coppia è stata investita sulle strisce pedonali e l’uomo è morto mentre la donna si trova in gravissime condizioni. Secondo quanto riportato da Varese News, l’incidente si è verificato verso le 11 in via Sanvito Silvestro davanti al supermercato Carrefour. Ad essere investiti sono stati un uomo e una donna anziani: li ha travolti una Ford Focus guidata da un anziano. L’uomo investito è morto dopo il ricovero in ospedale: i soccorritori hanno tentato di rianimarlo ma alla fine non c’è stato nulla da fare. La donna è stata ricoverata all’ospedale di Varese in gravissime condizioni: è in prognosi riservata. Anche il conducente dell’auto è stato portato in ospedale perché in stato di shock dopo l’impatto. Sul luogo dell’incidente stradale sono intervenuti i soccorritori del 118, con due ambulanze, e l’elisoccorso. Secondo quanto ricostruito dalla Polizia Locale sembra che la coppia stesse attraversando la strada sulle strisce pedonali dal lato del supermercato verso la parte opposta e non sarebbe stata vista dal guidatore. Nella zona il traffico è stato bloccato per alcune ore.

Un uomo di 63 anni è morto in un incidente stradale che si è verificato oggi a Sesto San Giovanni, in provincia di Milano. Secondo quanto riportato da Milanotoday lo schianto è avvenuto in viale Fulvio Testi, all’angolo di via Caduti sul lavoro: la vittima è stata probabilmente colta da malore ed è andata a sbattere con la sua auto contro un palo. L’uomo era originario di Triuggio e dopo l’incidente stradale è stato subito soccorso da un vigile del fuoco e poi dai sanitari del 118. E’ però arrivato già morto all’ospedale Niguarda di Milano. Sul luogo dell’incidente sono intervenuti per effettuare i rilievi gli agenti della polizia locale di Sesto San Giovanni. In base alle prime informazioni sembra che lo schianto non abbia coinvolto altre automobili. Il conducente della macchina non avrebbe frenato dopo aver perso il controllo del mezzo: questo dettaglio farebbe propendere per l’ipotesi di un malore alla guida. Inoltre alcuni testimoni avrebbero riferito di aver visto l’uomo accasciarsi sul volante prima di sbattere contro il palo.

Ancora morti e feriti sulle nostre strade. Un grave incidente stradale si è verificato lo scorso martedì sera sulla SS 147, la Catania-Gela e, secondo quanto riportato da CataniaToday, una persona è morta e cinque sono rimaste ferite. In questo incidente stradale si sono scontrati un tir e tre automobili: l’impatto è avvenuto vicino alla base militare di Sigonella e la persona morta è un 53enne originario della provincia di Caltanissetta. Non è ancora chiara la dinamica di questo incidente stradale mortale e cosa ha provocato lo scontro tra i quattro mezzi. Sul luogo dell’incidente stradale sono intervenuti i vigili del fuoco che si sono messi al lavoro per estrarre dalle lamiere la vittima e i feriti: sono arrivati sul posto anche i carabinieri, la polizia e i vigili urbani.

A tutti gli automobilisti che si devono mettere in viaggio sia sulle strade che sulle autostrade è sempre consigliata prudenza alla guida proprio per evitare possibili incidenti anche mortali. Chi si mette alla guida del proprio mezzo, auto o moto o anche camion, deve rispettare sempre le norme del codice della strada, in particolare quelle che riguardano il rispetto dei limiti di velocità e le distanze di sicurezza. Prima di mettersi al volante è anche bene consultare i bollettini sul traffico e sulla viabilità nella zona in cui si deve viaggiare, soprattutto nel caso in cui si debbano percorrere tratti di autostrade. Autostrade per l’Italia monitora infatti in tempo reale la situazione e fornisce informazioni in costante aggiornamento a tutti gli automobilisti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori