Terremoto oggi/ Ingv, ultime scosse: sisma M 2.0 in provincia di Perugia (13 giugno, ore 17:05)

- Morgan K. Barraco

Terremoto oggi, ultime scosse: sisma di 4.1M in Cile; scossa di 2.4M sul Mar Mediterraneo. Tempo bello e stabile ovunque, con qualche nuvola sulle Alpi

meteo_02_pixabay
Meteo 1 maggio: rovesci e temporali in arrivo

Un terremoto di magnitudo 2.0 sulla scala Richter ha visto il proprio epicentro a 2 km da Fossato di Vico, in provincia di Perugia. Il sisma, come riferisce il report dell’INGV (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia) ha avuto luogo alle ore 13:36 di questo martedì 13 giugno, interessando il punto di coordinate geografiche 43.28 di latitudine e 12.75 di longitudine. L’ipocentro è stato invece individuato ad una profondità di 10 km. L’elenco dei comuni interessati dal movimento tellurico, situati nel raggio di 20 km dalla sua origine, è il seguente: Fossato di Vico (PG), Sigillo (PG), Gualdo Tadino (PG), Costacciaro (PG), Fabriano (AN), Scheggia e Pascelupo (PG), Gubbio (PG), Esanatoglia (MC), Valfabbrica (PG), Fiuminata (MC), Nocera Umbra (PG), Sassoferrato (AN) e Cerreto d’Esi (AN). (agg. di Dario D’Angelo)

Un’altra scossa di terremoto “marina” e sempre di grado M 3.2, ma questa volta l’area prodotta dal sisma è quella al largo delle coste pugliesi e abruzzesi, a metà strada verso la Croazia. Non ci sono problemi di danni o crolli, anche perché l’epicentro dal primo comune italiano è di 96 chilometri da Pescara e 87 da Foggia: resta un sisma importante, di grado M 3.2 con ipocentro a 9 km sotto il livello del mare. Tornando sulla terra ferma, il grado di magnitudo del terremoto avvenuto alle 13.36 a Perugia è di 2.0, con ipocentro registrato dai dati INGV a circa 10 km sotto il livello del terreno. L’epicentro invece risulta prodotto vicino ai comuni di Fossato di Vico, Sigilo, Gualdo Tadino, Costacciaro, Fabriano, Gubbio, Esanatoglia, Valfabbrica, Fiuminata, Nocera Umbra e Sassoferrato. (agg. di Niccolò Magnani)

Terremoto di magnitudo 3.2 sulla scala Richter a largo della Costa Calabra nord-occidentale facente riferimento alla provincia di Cosenza. La scossa si è verificata alle ore 7:17 di oggi, martedì 13 giugno, a largo del versante tirrenico. Secondo i dati trasmessi dalla sala sismica di Roma dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV), il movimento tellurico ha visto il proprio epicentro nel punto di coordinate geografiche 39.28 di latitudine e 15.73 di longitudine, con ipocentro individuato ad una profondità nel sottosuolo di 275 km. Trattandosi di una scossa che ha avuto origine in mare aperto, la popolazione dell’entroterra non ha risentito delle vibrazioni del suolo. Tra i comuni più popolosi situati nelle vicinanze dell’epicentro troviamo Cosenza, distante 46 km, Lamezia Terme (62 km) e Catanzaro (86 km). Il terremoto non ha provocato alcun danno a persone e/o cose. (agg. di Dario D’Angelo)

Da pochi minuti la Turchia è stata colpita da una forte scossa, pari a 3.7M, che segna l’inizio di oggi, martedì 13 giugno 2017. I sismografi internazionali hanno individuato la scossa alle 00.35, a latitudine 38.86 e longitudine 26.40, ipocentro a 15 km di profondità. Colpito anche il Cile, dove alle 00.00 si è verificato un sisma di 4.1M nella Regione Metropolitana. L’epicentro è stato rilevato a latitudine 33.62 e longitudine 70.24, ipocentro a 100 km di profondità. In Italia, l’ultima scossa importante risale invece alle 23.27, orario in cui un sisma di 2.4M ha colpito il Mar Ionio Meridionale. Il Centro Nazionale Terremoti ha localizzato l’epicentro a latitudine 37.53 e longitudine 15.97, mentre l’ipocentro a 28 km di profondità. Non sono stati individuati Comuni nelle immediate vicinanze del punto colpito, che in base ai dati rilevati dall’Osservatorio italiano si trova a 71 km da Reggio Calabria ed altrettanti da Acireale. 

Il caldo è destinato ad aumentare in questa giornata, a causa dell’alta pressione sempre più bollente ed all’influenza dell’Anticiclone Africano. I picchi massimi previsti per oggi raggiungeranno infatti i 35-36° C in alcune zone, con una media per il nostro Paese che si aggirerà attorno ai 30° C. Tempo bello e soleggiato nella maggior parte delle Regioni, con una particolare concentrazione di afa e relativo aumento della percezione del caldo per le pianure del Nord. In queste zone infatti i cittadini potrebbero percepire una temperature che si aggira sui 40° C. Secondo le previsioni del tempo di Meteo.it, ci sarà sole e bel tempo in tutta l’Italia, con qualche nuvola localizzata sulle zone alpine durante la mattinata. Previsti temporali invece sulle Alpi orientali per quanto riguarda le ore notturne. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori