POSITANO, NICOLA MARRA TROVATO MORTO / Ultime notizie: agitazione e pianto prima di morire, misteri e anomalie

- Fabio Belli

Positano, 20enne sparito dopo serata in discoteca: Nicola Marra, trovato morto il giovane napoletano in un vallone. La polizia da 24 ore cerca indizi: possibile incidente sugli scogli.

nicola_marra_scomparso_2018
Nicola Marra, 20enne scomparso a Positano

Sono confuse le ricostruzioni della notte di Pasqua al Music on the rocks, l’ultimo locale che Nicola Marra ha frequentato prima di morire. L’unica cosa che appare certa al momento è che abbia bevuto molto: i racconti parlano di un ragazzo agitato e in stato di evidente ipertermia. Le amiche gli avrebbero preso il portafoglio per impedirgli di bere, c’è chi lo ha visto piangere e chi racconta cheta tentato disperatamente di scavalcare un’alta cancellata. Sarà la Procura di Salerno, con le indagini condotte dai carabinieri di Amalfi e Positano, a stabilire le dinamiche della morte del ragazzo, intanto emerge il travaglio delle ultime ore di vita del 20enne. Nicola Marra è descritto come un ragazzo perbene, cresciuto in un ambiente sano, per questo chi lo conosceva non riesce a darsi pace. Le anomalie non sono poche: perché è stato visto con le lacrime agli occhi? Perché ha lasciato al guardaroba il giaccone con i documenti all’interno? «A metà serata diceva di sentire molto caldo, come se fosse in preda a delle vampate», raccontano le amiche, come riportato da Positanonews. Tante le circostanze da verificare e approfondire, come una voce che qualcuno sta facendo circolare nelle ultime ore: «Dal mare, dalla zona della spiaggia si sentiva distintamente una voce che invocava aiuto». (agg. di Silvana Palazzo)

POSITANO, NICOLA MARRA TROVATO MORTO: INCIDENTE?

È stato trovato morto purtroppo Nicola Marra, il 20enne scomparso da 48 ore a Positano: ne dà notizia il Mattino di Napoli, dopo che il cadavere del ragazzo giovanissimo è stato scoperto dentro un vallone a poca distanza dal centro abitato dove si trovava anche la discoteca in cui è stato visto l’ultima volta. La famiglia è stata avvisata dai carabinieri della Compagnia di Amalfi guidati dal capitano Roberto Martina: sono state ricercati elementi e indizi sia via mare che via terra, poi il tragico ritrovamento nel vallone che fa pensare ad un probabile incidente. Le operazioni di recupero sono ancora in corso dato che il luogo della morte è in una zona molto impervia; Nicola Marra avrebbe bevuto forse troppo e non era lucidissimo quando è uscito dal Music on the Rocks, hanno riferito alcuni testimoni anche al Mattino. « I militari avevano subito visionato le telecamere dove si vedeva il giovane allontanarsi, da solo e a piedi, verso le alture», spiegano i colleghi del quotidiano napoletano. Aveva infatti lasciato tutto in discoteca sia il giubbotto con dentro il portafogli e soprattutto le chiavi dell’auto: non si era dunque allontanato di molto, oggi purtroppo la macabra scoperta che non lascia più speranze alla famiglia Marra. (agg. di Niccolò Magnani)

SI TEME MALORE SUGLI SCOGLI

Si teme un malore, un improvvida passeggiata vicino agli scogli dopo essere uscito dalla Discoteca Music on the Rocks di Positano: quanto emerge dalle ultime ricerche e indagini della Mobile di Napoli e Positano vede per Nicola Marra il forte sospetto che dopo esser uscito dal locale sulla spiaggia possa essersi diretto verso la scogliera sulla costa. A dare manforte a questa ipotesi, per ora senza alcuna conferma di prove o indizi scientifici, ci sarebbero le testimonianze di alcuni giovani presenti al Music on the Rocks l’altra sera mentre il 20enne napoletano spariva letteralmente nel nulla. «Aveva bevuto un po’ troppo e si potrebbe essersi allontanato in direzione degli scogli», raccoglie il PositanoNews da alcune voci non confermate nella notte tra sabato santo e Pasqua. I familiari, dopo aver denunciato la scomparsa del loro Nicola, hanno messo su Facebook numerosi appelli disperati per provare a rintracciarlo: «Questa notte dopo la serata al Music si sono perse notizie di un ragazzo napoletano (Nicola Marra) per favore se lo avete visto non esitate a contattare, grazie!!!». Le indagini proseguono anche se dopo il ritrovamento della camicia bianca per ora non vi sono grosse novità concrete da Positano. (agg. di Niccolò Magnani)

TROVATA LA SUA CAMICIA BIANCA

Ancora nessuna traccia del 20enne napoletano scomparso a Positano, anche se purtroppo una novità è giunta nel corso della notte: secondo quanto riporta Positano.news, è stata ritrovata la camicia bianca di Nicola Marra dopo che circa 24 ore prima era stata fatta denuncia della sua scomparsa nel nulla in seguito alla notte in discoteca tra sabato santo la Pasqua. Il luogo del ritrovamento pare fosse in via Cristoforo Colombo sempre a Positano, vicino alla costa e all’appartamento che era stato affittato dal giovane assieme ad altri tre amici. Avevano visto insieme Sassuolo-Napoli in piazza, e poi finita la partita attorno alle ore 20 si erano diretti alla discoteca in spiaggia, il Music on the Rocks, da dove poi è sparito attorno alle 4. Secondo quanto raccontato da alcuni testimoni agli inquirenti, il 20enne napoletano sarebbe uscito attorno a quell’ora dicendo che sarebbe andato a prendere la macchina; ma nella sua auto non ci è mai arrivato e il mistero si infittisce ancora di più, temendo il peggio dopo ormai 48 ore dalla sua scomparsa. (agg. di Niccolò Magnani)

IL MISTERO A POSITANO

Nicola Marra, 20enne napoletano, è scomparso senza lasciare traccia dopo una serata passata in discoteca, presso il Music On the Rocks di Positano. Intorno alle 4 del mattino, dopo una nottata di divertimento normale e senza particolari eccessi, secondo le testimonianze degli amici, Marra si era assentato uscendo dal locale per prendere una cosa in macchina. Almeno queste sono state le ultime parole udite dal gruppo che era con lui, visto che del ragazzo poi non si è saputo più nulla, con la macchina ancora ferma nel parcheggio del locale. Immediatamente sono state allertate le forze dell’ordine ma le ricerche per il momento non hanno dato risultati, viste anche le difficoltà dovute al mare molto mosso nel setacciare la zona costiera.

GLI APPELLI SUL WEB

La richerche si sono progressivamente allargate anche oltre la zona della costiera amalfitana, con amici e partenti che hanno usato in maniera massiccia i social network, chiedendo aiuto diffondendo le foto di Nicola e sperando che qualcuno lo abbia visto e possa dare conseguentemente notizie. Anche del cellulare del ragazzo non si hanno tracce e la preoccupazione con il passare delle ore aumenta esponenzialmente, si teme che magari per prendere aria dopo una notte in cui aveva bevuto un po’, Nicola possa essere caduto in mare o avere auto un incidente, anche se alcuni ipotizzano non possa essere molto lontano, vista la macchina rimasta nel parcheggio. L’angoscia dei cari di Nicola continua però a crescere con la mancanza di notizie.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori