Giovanni Spagnolo, 38enne scomparso da Taranto/ “Era in comunità, voleva andare via”

- Silvana Palazzo

A Chi l’ha visto? l’appello della mamma di Giovanni Spagnolo, il 38enne di Castelvetrano scomparso da Taranto: “Era in comunità ma voleva andare via”

giovanni spagnolo chi lha visto
Giovanni Spagnolo, 38enne scomparso da Taranto

È passato più di un mese dalla scomparsa di Giovanni Spagnolo, il 38enne originario di Castelvetrano ma da dicembre ospite di una comunità a Taranto. I familiari si sono rivolti alla trasmissione “Chi l’ha visto?” per lanciare il loro appello. La madre e il fratello chiedono che chiunque l’abbia visto o abbia informazioni contatti le forze dell’ordine o la trasmissione di Raitre. «È un mese che non abbiamo notizie. Vogliamo sapere se sta bene». L’ultima persona che ha sentito Giovanni Spagnolo è proprio la madre, che lo aveva telefonato domenica 10 febbraio, alle 20.30 circa. In quella telefonata l’uomo aveva manifestato l’intenzione di tornare a Castelvetrano, ma da allora si sono perse le sue tracce. Il telefono risulta spento, ma dovrebbe averlo con sé insieme ai suoi documenti. Il timore della famiglia è che sia andato in Germania, doveva aveva lavorato in passato come pizzaiolo, o a Roma in treno.

GIOVANNI SPAGNOLO, 38ENNE SCOMPARSO DA TARANTO

In collegamento telefonico con “Chi l’ha visto?” la mamma di Giovanni Spagnolo. La signora Maria Stella ha spiegato: «Era in una struttura, quella sera mi ha detto che voleva andare via. Voleva tornare a casa. Poi non l’ho più sentito. Non so se è rimasto lì, è andato a Roma o a Palermo. È più di un mese che non lo sento. Il giorno 13 ha squillato, ora il telefono risulta spento». La mamma del 38enne non esclude che suo figlio possa essere andato in Germania. «Era un po’ depresso, ma non aveva bisogno di prendere farmaci», ha poi aggiunto. La donna ha rivolto poi un appello ai telespettatori nella speranza che possano fornire indicazioni utili per le ricerche. «Sono preoccupata. Se qualcuno ha visto mio figlio o ci ha parlato lo faccia sapere». E poi si è rivolta direttamente al figlio: «Se mi senti, telefonami. Fatti vivo. Sai che ti vogliamo bene. Mi dispiace…». E poi è scoppiata a piangere.



© RIPRODUZIONE RISERVATA