GRETA THUNBERG: “NON PERDIAMO TEMPO”/ Manifestazione per il clima a Roma

- Carmine Massimo Balsamo

Fridays for Future a Roma, Greta Thunberg insieme agli attivisti per il clima: 10 mila persone in Piazza del Popolo, le parole del ministro Costa.

greta thunberg fridays for future roma
Greta Thunberg (Sky Tg 24)
Pubblicità

Circa 10 mila, secondo gli organizzatori, le persone presenti in Piazza del Popolo a Roma per la manifestazione Fridays for Future, con Greta Thunberg accolta con un’ovazione. Ma non è finita qui: il prossimo 24 maggio 2019 è in programma il sciopero mondiale per il clima, che radunerà i giovani in difesa per il clima nelle piazze italiane e non. Ecco le parole del ministro dell’Ambiente Sergio Costa: «In questi giorni Greta Thunberg è in Italia. Penso che questa 16 enne stia portando una ventata positiva importante nel mondo. È fondamentale il suo impegno da messaggera per una cultura ambientalista e contro i cambiamenti climatici. La sua azione non è scontata. Ancora oggi ci sono governanti che si permettono di dire che i cambiamenti climatici non esistono. Io invece dico una cosa: non stiamo andando incontro ai cambiamenti climatici, noi ci siamo già dentro, ci siamo arrivati. Stiamo lavorando ogni giorno per invertire il senso di marcia. Ci vuole tempo per i risultati ma non si arriva mai in vetta se non si inizia mai a scalare». Prosegue il ministro in quota M5s: «Stop alle trivelle, stop agli inceneritori, stop plastica usa-e-getta, incentivazione alla Green Economy, decreti end of wast, economia circolare, incentivi per tecnologie di energie rinnovabili, decarbonizzazione… sono alcune scelte che questo governo sta facendo, serve ancora tantissimo sicuramente ma ci stiamo mettendo anima e cuore per migliorare questo Paese e la vita dei cittadini. Ma nessuna legge o decreto è più importante di una cosa: la cultura. La cultura viene da un percorso di sensibilizzazione, attraverso le scuole e l’educazione ambientale. Quindi faccio i miei più sentiti complimenti a Greta e… Benvenuta in italia». (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

Pubblicità

LE REAZIONI DAL MONDO DELLA POLITICA

«Promesse non rispettate»: Greta Thunberg lancia un messaggio chiaro e preciso al popolo di Roma presente alla manifestazione Fridays for Future. E il mondo politico nostrano ha risposto al suo appello, ecco le parole di Laura Boldrini: «Greta Thunberg ha un grande merito: essere riuscita a comunicare a tante persone l’urgenza di occuparci dell’ambiente. È straordinario vedere tanti ragazzi e ragazze in piazza, abbiamo il compito di non deluderli. Io sono al loro fianco!». Questo il commento del dem Luciano Nobili: «Oltre 20mila giovanissimi in piazza del Popolo. E non per un idolo rap o per una youtuber. Ma per combattere per l’ambiente e per contrastare i cambiamenti climatici. Appassionati ad una causa cruciale per il futuro di tutti. Il piccolo grande miracolo di Greta Thunberg. Grazie». Infine, il tweet di Debora Serracchiani: «Il futuro del nostro pianeta è nelle mani di questi giovanissimi. Tutta la classe politica deve accompagnare i ragazzi in questo processo di cambiamento radicale di stili di vita, ma facendo sì che siano loro i veri protagonisti. Siete un esempio per tutti noi». (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

Pubblicità

“STIAMO CAMBIANDO IL MONDO”

Greta Thunberg mania a Roma, dove è in programma l’evento Fridays for Future in Piazza del Popolo. La giovane attivista svedese è stata accolta da migliaia di coetanei e non impegnati nella lotta per il clima ed ha preso la parola per inviare un messaggio ben preciso: «Ciao Roma: siete tanti e dovete essere orgogliosi. Qui ci sono ragazzi di tutte le età, tanti piccoli ma anche tanti ragazzi intorno ai 20 anni. E’ una bella età, con tutta la vita davanti, ma il nostro futuro è stato venduto affinchè poche persone possano fare molti soldi». Prosegue la sedicenne: «L’unica cosa di cui abbiamo veramente bisogno è il futuro: molti di noi lo capiranno quando sarà troppo tardi, ma siamo a un bivio per l’umanità». «Stiamo cambiando il mondo», assicura Greta al Fridays fot Future, ribadendo: «Siamo qui ora per scegliere e per invitare gli altri ragazzi a seguire il nostro esempio: è un problema che accomuna tutti i Paesi e non c’è ancora nessun cambiamento in vista». (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

ROMA, GRETA THUNBERG AL FRIDAYS FOR FUTURE

Greta Thunberg a Roma per la manifestazione Fridays for Future in programma in Piazza del Popolo: migliaia di ragazze e ragazzi uniti per lo sciopero del venerdì per il clima. Ieri l’attivista svedese ha incontrato al Senato la presidente Casellati, dopo aver già incontrato Papa Francesco: centinaia di cartelli originali e colorati per chiedere ai governi di tutto il mondo di fare qualcosa per il clima, «non c’è più tempo». La sedicenne, candidata al premio Nobel per la pace, è salita su un Palco a Pedali che fornisce l’energia all’impianto grazie a 120 biciclette che animano un generatore. Una giornata di protesta ma anche di festa: come sottolinea Quotidiano.net, in Piazza sono presenti quattro gazebo dove sono stati organizzate attività musicali, di arti visive, poetiche e artistiche. Intervenuta sul palco di Piazza del Popolo, la piccola Alice di nove anni ha esclamato: «Sono contenta che Greta sia in Italia, spero che torni. Sono d’accordo con lei, sono qui per sostenerla. Sono felice di averla incontrata. Il mio desiderio è che entro la fine dell’anno tutti siano consapevoli dell’emergenza del clima».

“DOBBIAMO ESSERE REALISTI”

Intervistata da Sky TG 24, Greta Thunberg ha sottolineato: «Non dobbiamo pensare all’ottimismo o al pessimismo, quanto piuttosto a essere realisti. Bisogna dire la verità, qual è la situazione e cosa dobbiamo fare per prevenire una catastrofe, dire le cose come stanno». La sedicenne ha poi risposto così a chi gli chiede se la sua fama potrebbe distogliere l’attenzione dall’obiettivo che intende raggiunge: «Certo che sì. Molte persone si focalizzano su di me invece che sulla crisi climatica. Non posso farci molto, se non continuare a fare quello che faccio e richiamare l’attenzione sul clima». Infine, una battuta sul segreto della sua generazione: «Sinceramente non saprei. Prima di iniziare a protestare non riponevo troppe speranze nei miei coetanei, li credevo pigri ed egoisti, ma poi mi sono dovuta ricredere perché in realtà sono numerosissimi i giovani appassionati di queste tematiche, giovani che vogliono cambiare le cose».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità