TERREMOTO OGGI/ Lazio e Umbria, continua la scia sismica in provincia di Rieti e Perugia (dati INGV in tempo reale, 13 ottobre 2016, ore 18:35)

- La Redazione

Terremoto Oggi in Turchia, sciame sismico nell’est del paese europeo. I dati INGV in tempo reale di oggi 13 ottobre 2016. Ultime notizie e aggiornamenti in diretta sui fenomeni sismici.

terremoto_sisma
Terremoto (LaPresse)

Nella giornata di oggi è continuata la scia sismica in Lazio e Umbria rispettivamente nelle provincie di Rieti e Perugia. Nel pomeriggio ci sono state altre due scosse la prima alle ore 16.17 a Perugia alle coordinate 42.86 latitudine, 13.08 longitudine mentre il secondo alle 16.25 a Rieti alle coordinate: 42.73; 13.19. Il primo terremoto è stato di Magnitudo 2.2 mentre il secondo di M 2.3. L’epicentro della prima scossa era a 9 chilometri di profondità dalla superficie terrestre mentre il secondo a 10. I comuni nel raggio di venti chilometri del sisma di Rieti sono: Accumoli (RI); Arquata del Tronto (AP); Norcia (PG);  Cittareale (RI); Amatrice (RI); Cascia (PG); Montegallo (AP); Acquasanta Terme (AP) e Castelsantangelo sul Nera (MC). Quelli per il terremoto a Perugia sono invece: Preci (PG); Castelsantangelo sul Nera (MC); Visso (MC); Norcia (PG); Ussita (MC); Sellano (PG); Cerreto di Spoleto (PG); Monte Cavallo (MC); Cascia (PG); Bolognola (MC); Fiordimonte (MC); Acquacanina (MC) e Fiastra (MC).

Dopo la scossa di terremoto che è stata registrata oggi alle 6:56 nella provincia di Perugia e che riportato magnitudo pari a 3.1 della Scala Richter, gli eventi sismici in Italia sono proseguiti. Nello specifico, segnaliamo tre terremoti di magnitudo 2.1 registrati rispettivamente nelle provincie di Cuneo e Perugia ed un nuovo sisma di 2.5 nella provincia di Rieti. La terra, dunque, continua a tremare ancora nelle zone maggiormente colpite dal drammatico terremoto dello scorso 24 agosto, dove le scosse di assestamento proseguono ancora a distanza di quasi due mesi. Analizziamo nello specifico il terremoto più forte della mattinata, ovvero quello di magnitudo 2.5 che si è registrato alle ore 8:24 nella provincia di Rieti, e più precisamente con le seguenti coordinate: 42.73 di latitudine e 13.19 di longitudine, ad una profondità di 10 km. Il terremoto è stato localizzato a 43 km a Ovest di Teramo e a 46 km a Nord Ovest di L’Aquila, mentre i comuni più vicini all’epicentro sono stati i seguenti: Accumoli (RI), Arquata del Tronto (AP), Norcia (PG). Da segnalare un’ultima scossa nella provincia di Perugia di magnitudo 2.1 registrata alle ore 13:50. Ecco le coordinate registrate dalla Sala sismica INGV di Roma: 42.87 di latitudine e 13.07 di longitudine, ad una profondità di 9 km.

Una scossa di terremoto di magnitudo 3.1 è stata registrata oggi in provincia di Perugia dalla sala sismica dell’Istituto di geofisica e vulcanologia. Il sisma è stato rilevato alle ore 06:56:49 con queste coordinate geografiche: latitudine 42.87, longitudine 13.07 e ipocentro a una profondità di 9 km. La scossa di terremoto si è verificata in una delle zone già colpite dal sisma dello scorso 24 agosto che ha provocato morti e distruzioen in Centro Italia, in particolare in Lazio e Marche. Questi i comuni della zona che si trovano entro 20 km dall’epicentro del terremoto registrato oggi in provincia di Perugia: Preci (PG), Castelsantangelo sul Nera (MC), Visso (MC), Norcia (PG), Ussita (MC), Sellano (PG), Cerreto di Spoleto (PG), Monte Cavallo (MC), Cascia (PG), Bolognola (MC), Fiordimonte (MC), Pieve Torina (MC), Acquacanina (MC).

Oggi si è verificato uno sciame sismico con diverse scosse di terremoto che nella notte hanno colpito l’est della Turchia, precisamente a diciannove chilometri a sud-ovest dalla città di Özalp, 45 km a est di Van e 194 km da Yerevan. Con precisione le due scosse sono arrivate attorno alla mezzanotte con venti minuti di distanza l’una dall’altra e alle coordinate: 38.50 N; 43.90 E. Questi due avevano una Magnitudo rispettivamente di 2.0 e 2.2. Purtroppo questi due terremoti non sono stati gli unici che si sono verificati in Turchia, visto che tra tardo pomeriggio e prima serata si sono verificate addirittura otto scosse. La più forte si è verificata attorno alle venti nell’ovest del paese con una Magnitudo di 2.3. Nella notte poi si è verificato un fortissimo terremoto nel nord-est dell’Iran attorno alla mezzanotte con una Magnitudo di 3.6. Questo si è verificato alle coordinate di 35.04 N e 58.07 E. La città più vicina alla scossa è Kashmar posizionata a 42 km a sud ovest e a 197 km a sud ovest di Mashhad.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori