Daniela Martani/ “Insulti a Fedez e Chiara Ferragni? È libertà di critica”

- Carmine Massimo Balsamo

Daniela Martani a La vita in diretta per parlare delle offese social a Chiara Ferragni e Fedez: “Rischiamo di intasare tribunali per stupidaggini”.

Daniela Martani
Daniela Martani a La vita in diretta
Pubblicità

Ha fatto scalpore la notizia dell’archiviazione della querela di Fedez e Chiara Ferragni contro Daniela Martani per gli insulti sui social network. Ospite a La vita in diretta, l’ex concorrente del Grande Fratello ha spiegato: «Voglio premettere che io sono un’attivista animalista e faccio parte dell’alleanza popolare ecologista, quindi mi sono trovata ad attaccare la moglie di Fedez perché lei promuove la violenza sugli animali indossando pellicce. Mi sono trovata più volte ad attaccarla, c’era già un’acredine. In occasione del compleanno di Fedez, si sono ritrovati a buttarsi frutta e verdura, e sono stati ricoperti di insulti e sono stati costretti a scusarsi». Daniela Martani ha sottolineato: «Io ho detto la mia, gli ho scritto “idioti e palloni gonfiati”. Io non sapevo di essere stata denunciata, non ne ero a conoscenza. Io non ho ancora visto gli atti: mi ha dato molto fastidio quanto uscito sui giornali, ovvero solo le dichiarazioni degli avvocati di Fedez e Chiara Ferragni che hanno voluto divulgare la notizia facendo intendere che sia possibile offendere su Facebook. Ma non è così: secondo me “idiota” e “pallone gonfiato” è libertà di critica».

Pubblicità

DANIELA MARTANI A LA VITA IN DIRETTA SUGLI INSULTI AI FERRAGNEZ

Ospite del salotto di Lorella Cuccarini, Vittorio Sgarbi ha esternato il suo parere: «Anche io sono stato talvolta aggredito dalla Martani, che è una bella ragazza, ma credo sia giusto averla assolta: i social hanno un carattere di privatezza. Non è un insulto che cade su un foglio e non prevede risposta, se dici una cosa quell’altro risponde. E’ un ping pong: tu fai una cosa e l’altro risponde. E’ un contesto di parlottio che ha la natura di una conversazione tra persone che si mandano a fanc*lo. Quello che lei ha fatto, presupponeva che loro rispondessero con le loro buone ragioni: non puoi querelare su una cosa che ha reazione immediata». Un dibattito vivace, con Daniela Martani che ha aggiunto: «Bisogna fare un distinguo tra l’offesa pesante e una critica aspra: qua rischiamo di intasare i tribunali con queste stupidaggini».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità