Data Elezioni Regionali Lazio 2023/ Domenica 12 e lunedì 13 febbraio: atteso decreto

- Niccolò Magnani

Elezioni Regionali Lazio 2023, ecco la data: si vota domenica 12 febbraio e lunedì 13 febbraio (fino alle 15). Atteso il decreto, verso Election Day con la Lombardia? Gli ultimi sondaggi

D'Amato, Lazio Alessio D'Amato, candidato Elezioni Regionali Lazio 2023 (LaPresse)

C’È LA DATA DELLE ELEZIONI REGIONALI NEL LAZIO: ATTESO IL DECRETO

Le Elezioni Regionali Lazio 2023 hanno finalmente una data, anche se manca l’ufficialità che arriverà con Decreto regionale e/o Decreto del Viminale: i cittadini del Lazio voteranno domenica 12 febbraio e lunedì 13 febbraio (solo al mattino) per il rinnovo del Presidente della Regione e del Consiglio Regionale. Lo ha annunciato Daniele Leodori, ex vice Governatore di Zingaretti e attualmente Presidente vicario della Regione Lazio dopo le dimissioni dell’ex segretario Pd: «Firmerò il decreto dopo aver contattato sia la Prefettura che il ministero dell’Interno per concludere tutte le procedure necessarie all’indizione delle elezioni», ha fatto sapere Leodori.

La data delle Regionali Lazio 2023 non è dunque ufficiale ma è di fatto incardinata, anticipando le altre ipotesi che parlavano di possibili votazioni anche ad inizio marzo: gli orari dell’apertura dei seggi saranno dalle 7 alle 23 di domenica 12 febbraio, dalle 7 alle 15 di lunedì 13 febbraio 2023. Si tratta per il momento solo di ipotesi ma l’interlocuzione con il Governo farà giungere nelle prossime ore/giornate l’ufficialità. Per il “post-Zingaretti” il Centrosinistra ha giocato d’anticipo rispetto agli altri partiti per provare a mantenere la guida della Regione Lazio, ininterrotta dopo la giunta Polverini (2010-2013): è Alessio D’Amato, attuale assessore alla Salute uscente della giunta Zingaretti, il nome su cui hanno convenuto sia Pd che Terzo Polo ottenendo quell’accordo invece non trovato per la Lombardia. Centrodestra e M5s ancora devono presentare il proprio candidato: i partiti che fanno parte del Governo Meloni si appresteranno nei prossimi giorni a sciogliere le riserve sul nome, tra Francesco Rocca (presidente nazionale della Croce Rossa Italiana), Chiara Colosimo (deputata FdI) e Fabio Rampelli (deputato FdI). Il partito di Conte invece deve ancora capire se puntare sulla corsa solitaria nelle Regionali Lazio o se invece provare, come pare, la corsa in solitaria.

ELEZIONI REGIONALI LAZIO E LOMBARDIA: SI VA VERSO ELECTION DAY?

Al netto della conferma sulla data delle Elezioni Regionali Lazio 2023, il tema da capire è se sarà mantenuto l’Election Day con le Regionali Lombardia come avvenuto nel 2018: l’intenzione del Governo sembra quello di indire Elezioni Regionali “congiunte” in un unico weekend con le Regioni più importanti del Paese. Anche per quanto riguarda il “toto-date” per le Elezioni Regionali lombarde, le ipotesi in campo vertevano fino ad oggi sulla possibilità tra 12 febbraio o 5 marzo: negli scorsi giorni è stata modificata la legge elettorale regionale per cui ora è il Governatore in carica a scegliere la data, con priorità che però resta sempre alla eventuale scelta del Viminale. L’impressione è che dopo la scelta ormai indirizzata del Lazio per il 12-13 febbraio come data delle Elezioni, anche la Lombardia possa seguire la stessa linea per un motivo politico molto semplice: lasciare agli avversari meno “tempo” possibile per organizzare la campagna elettorale. Così ha fatto il Centrosinistra in Lazio, così potrebbe fare anche il Centrodestra in Lombardia.

Se si guardano gli ultimi sondaggi usciti in questi giorni in merito alle due Elezioni Regionali di inizio 2023, la situazione sembra alquanto cristallizzata: nel Lazio come in Lombardia, è il partito di Giorgia Meloni a dettare legge. Nei sondaggi di Scenari Politici del 16 novembre, FdI è dato al 33,3% per le Elezioni Regionali Lazio, Pd al 17% e M5s al 15,9%: Terzo Polo di Calenda all’8,2%, Forza Italia al 6,5% e Lega al 5,2%. Chiudono le intenzioni di voto nel Lazio alleanza Verdi-Sinistra al 3,5%, PiàEuropa al 2,8%, UP all’1,3%, ItalExit all’1,1%. Per quanto riguarda la Lombardia invece, i sondaggi di Izi del 22 novembre indica Fontana riconfermato con il Cdx al 45,2%, il candidato del Pd Majorino al 29,8% e Letizia Moratti del Terzo Polo al 13,4%, con il M5s ancora senza candidato che vale in Lombardia circa l’11,6%.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Roma

Ultime notizie