De Micheli “Scuola? Mezzi pubblici pieni all’80%”/ “Mascherine, siamo gli unici a…”

- Davide Giancristofaro Alberti

De Micheli ha parlato a La Vita in Diretta su Rai Uno, ribadendo il concetto della capienza dei mezzi di trasporto e sottolineando la necessità di un intervento rapido

Conte e De Micheli
Premier Giuseppe Conte e la Ministra Paola De Micheli (LaPresse, 2020)

La ministra delle infrastrutture e dei trasporti, Paola De Micheli, è stata ospite quest’oggi in collegamento con il programma La Vita in Diretta estate, in onda tutti i pomeriggi da lunedì a venerdì su Rai Uno. Nell’occasione l’esponente dell’esecutivo Conte Bis è stata incalzata sull’imminente riapertura delle scuole, prevista per il prossimo 14 settembre, spiegando: “Siamo l’unico paese al mondo che fornirà 11 milioni di mascherine al mondo della scuola ogni giorno”. E ancora: “Ho un bambino di quattro anni e mezzo che tornerà a scuola. Il diritto alla salute dei bambini e delle bambine, così come quella di tutte le persone, è fondamentale. Così come è fondamentale il diritto alla mobilità”. E a proposito della mobilità, la ministra ha fatto chiarezza sulla questione trasporto pubblico, confermando quanto emerso nelle ultime ore: “Sui mezzi di trasporto pubblico ci sarà un meccanismo di riempimento che viene previsto nelle stazioni, nei bus e da chi lavora su questi mezzi” per assicurare che la capienza non superi l’80%.

DE MICHELI: “SUI NUOVI FOCOLAI…”

Il coefficiente dell’80% è stato deciso in quanto su questi tipi di mezzi “Si resta per un tempo limitato” e non per ore come potrebbe invece essere su aerei o treni. L’Agenzia Nova ha riportato altre parole rilasciate dalla De Micheli durante la diretta del programma del primo canale: “Secondo i nostri calcoli le linee guida approvate ieri consentiranno a tutti coloro che lo facevano di poter accedere ai mezzi” del trasporto pubblico “come prima e di a farlo nella massima sicurezza. Ovviamente con la mascherina che resta obbligatoria”. E sempre sui mezzi pubblici, la De Micheli ha annunciato una nuova sanificazione “Abbiamo dato regole per mantenere l’equilibrio fra il diritto alla salute ed il diritto alla mobilità”. La De Micheli ha aggiunto come sarà fondamentale la velocità di intervento “laddove si dovessero riscontrare dei problemi sia in termini di trasporto che di convivenza e di sociabilità quotidiana e ordinaria”. Infine, in merito ad eventuali nuovi focolai: “Se dovessimo avere una situazione di crescita innanzitutto dovremmo valutare e verificare geograficamente dove è ubicata. E questo riguarda i trasporti ma anche il resto”.







© RIPRODUZIONE RISERVATA