DIRETTA/ Barcellona Real Madrid (risultato finale 1-3) streaming: la chiude Modric

- Claudio Franceschini

Diretta Barcellona Real Madrid streaming video DAZN: probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita valida per la 7^ giornata della Liga, torna finalmente il Clasico.

Messi Kroos Barcellona Real Madrid lapresse 2020 640x300
Video Barcellona Real Madrid, Liga 7^ giornata (Foto LaPresse)

DIRETTA BARCELLONA REAL MADRID (1-3): LA CHIUDE MODRIC

Per il Barcellona la gara si mette maledettamente in salita. Valverde deve abbandonare il campo per infortunio, entra Modric. Il Real Madrid sta chiudendo bene tutte le linee di passaggio. Il Barcellona non ha ancora effettuato alcun cambio. Courtois sbaglia ad uscire e per poco non combina la frittata. Punizione interessante per il Barcellona, sulla sfera c’è Messi. la conclusione termina sulla barriera. Koeaman effettua tre cambi, dieci minuti al termine. Kroos! Neto salva sul tiro a botta sicuro del tedesco, spera ancora il Barcellona. Ancora Neto protagonista! Sergio Ramos a botta sicura, Varane di testa spreca poi di testa. Dembelè ci prova con il sinistro ma calcia male. Modric! La chiude il Real Madrid! Neto sbaglia ad uscire, Rodrygo serve Modric che supera il brasiliano e firma la vittoria del Real Madrid. (agg. Umberto Tessier)

SERGIO RAMOS DAL DISCHETTO!

Inizia la ripresa tra Barcellona e Real Madrid, la decidono al momento le reti siglate da Valverde e Ansu Fati. Sergio Ramos di testa non riesce a trovare lo specchio della porta. Grande giocata di Ansu Fati che supera Sergio Ramos e calcia, la palla sfiora il palo. Ansu Fati appoggia per Coutinho che di testa da due passi spreca in maniera incredibile! Gara che si accende a sprazzi, lo spettacolo in campo non sta deludendo le attese. Ricordiamo che Ansu fati è il primo minorenne a trovare il gol nel clasico. Rigore per il Real Madrid! Lenglet trattiene Sergio Ramos e l’arbitro indica il dischetto. Sergio Ramos non sbaglia! Il Real Madrid trova la rete del vantaggio. (agg. Umberto Tessier)

DIRETTA BARCELLONA REAL MADRID IN STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Barcellona Real Madrid dovrebbe essere trasmessa, salvo variazioni di palinsesto, dall’emittente DAZN sul canale 209 del decoder satellitare: questo perché da qualche tempo anche gli abbonati Sky da almeno tre anni possono seguire gli eventi mandati in onda qui, sul canale che si chiama DAZN1. I clienti della piattaforma potranno invece assistere alla partita in diretta streaming video come sempre, installando l’applicazione su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone oppure utilizzando una smart tv che sia dotata di connessione a internet.

INTERVALLO

Messi ci prova ma Courtois para facile. Sergio Ramos di testa, Neto blocca facilmente. Messi trova un grandissimo Courtois, dall’altra parte Benzema trova un grande intervento di Neto. Gara che continua ad alta intensità. Quindici minuti alla fine della prima frazione. La gara è scesa d’intensità dopo una prima mezzora ricca di emozioni. Nacho si becca il cartellino giallo. Pochi minuti alla fine della prima frazione. Messi atterra Vinicius, per il direttore di gara non ci sono gli estremi del fallo. Nacho lascia il campo per Vazquez. Termina la prima frazione di gioco, decidono al momento le reti siglate da Valverde e Ansu Fati. (agg. Umberto Tessier)

ANSU FATI!

Inizia il classico tra Barcellona e Real Madrid. Valverde! La sblocca il Real Madrid dopo appena cinque minuti di gioco! Benzema assiste il compagno di squadra che trafigge Neto. Altro assist di Benzema per Vinicius che calcia alto. Ansu Fati! Il Barcellona la riprende subito! Jordi Alba mette un cross al bacio, Ansu Fati brucia Sergio Ramos e trova la rete del pari. Inizio di gara davvero entusiasmante. Le due compagini stanno giocando a viso aperto, ne beneficia lo spettacolo. Ci avviciniamo verso il quarto d’ora di gioco, decidono al momento le reti siglate da Valverde e Ansu Fati in apertura di gara, le due difese in grande affanno fino ad ora. (agg. Umberto Tessier)

SI GIOCA

Eccoci finalmente al via di Barcellona Real Madrid. Sarebbe ovviamente clamoroso se nessuna delle due squadre dovesse riuscire a vincere la Liga; stiamo chiaramente mettendo le mani avanti perché siamo solo a fine ottobre, ma l’inizio di stagione da parte delle due big di Spagna è stato complicato. Abbiamo citato la sconfitta in Champions League da parte del Real: clamorosamente lo Shakhtar Donetks stava vincendo 3-0 al Bernabeu alla fine del primo tempo, di orgoglio i blancos hanno ricucito lo strappo ma non sono riusciti a portare a termine la rimonta, lasciando subito 3 punti importanti in un girone che a questo punto è tutt’altro che scontato. Il Barcellona in Europa ha vinto, ma si trovava di fronte un avversario ben più modesto; contro la Juventus all’Allianz Stadium non avrà a disposizione Gerard Piqué, in campionato poi i guizzi sono stati ben pochi e Leo Messi è ancora a zero gol su azione in stagione, sbloccandosi solo su rigore. Che la grande querelle estiva abbia effettivamente lasciato strascichi anche sul rendimento della Pulce? Intanto noi siamo pronti: il Clasico è sempre il Clasico anche quando le due interpreti non sono al top della condizione, e del resto ci vuole poco per accendere la scintilla. Dunque mettiamoci comodi, e lasciamo che a parlare sia il campo: finalmente la diretta di Barcellona Real Madrid comincia! (agg. di Claudio Franceschini)

LA POLVERIERA

Barcellona Real Madrid si gioca in un contesto non semplicissimo per i blaugrana: al di là della sconfitta di Getafe, l’ambiente catalano somiglia sempre più a una polveriera. Non bastava il caso Messi, con l’argentino che ha pubblicamente rivelato di volersene andare e di essere rimasto solo perché, di fatto, impossibilitato a lasciare; il club (meglio, Ronald Koeman) ha dato il benservito ad un pezzo da novanta come Luis Suarez, e quando l’uruguaiano ha postato sui social il suo commosso ringraziamento per i sei anni spesi a Barcellona ha ricevuto messaggi solidali da ex compagni come Neymar – fatto partire e poi non ricomprato nonostante il desiderio suo e degli altri senatori – e Dani Alves, lasciato libero di accordarsi con la Juventus. I quali, nemmeno troppo implicitamente, hanno manifestato il loro disappunto nei confronti della società: quella che sembrava un’isola felice e dominante si sta rapidamente trasformando in un ambiente saturo e pronto a esplodere, perdere in casa il Clasico contro il Real Madrid potrebbe già portare al punto di non ritorno? A dirlo sarà innanzitutto il campo quando finalmente inizierà la partita del Camp Nou, e poi eventualmente come verrà gestita l’emergenza in casa blaugrana… (agg. di Claudio Franceschini)

TESTA A TESTA

Pensando a Barcellona Real Madrid, i precedenti naturalmente sono troppi per essere ricordati: non solo, ci sono troppi episodi che da soli meriterebbero un’approfondita analisi singolarmente. Dalla manita che Peg Guardiola inflisse qui a José Mourinho (alla fine Sergio Ramos perse le staffe, scalciando Leo Messi e mettendo le mani in faccia ai suoi compagni di nazionale) al colpo merengue firmato Julio Baptista, dal primo successo di Guardiola firmato Eto’o-Messi (il camerunense sbagliò anche un rigore sullo 0-0) al 3-3 con tripletta della giovane Pulce, che però lanciò verso il titolo Fabio Capello e un Real Madrid che si sarebbe imposto proprio per la doppia sfida diretta e sfruttando un clamoroso derby catalano pareggiato dall’Espanyol. Una manita il Barcellona l’aveva realizzata anche ai tempi di Johan Cruijff, in quello che era il primo Clasico dell’olandese; in più si può citare quel famosissimo 6-2 del maggio 2009, quello in cui di fatto nacque il concetto di finto centravanti, anche se in realtà eravamo al Santiago Bernabeu. La storia di Barcellona Real Madrid è insomma amplissima, e questo pomeriggio speriamo di aggiungerne un capitolo fondante… (agg. di Claudio Franceschini)

ZIDANE DEVE VINCERE!

Barcellona Real Madrid, in diretta dal Camp Nou, si gioca alle ore 16:00 di sabato 24 ottobre: quest’anno il Clasico arriva presto, siamo infatti alla 7^ giornata della Liga 2020-2021 e, curiosamente, entrambe le squadre non sono in un grande momento. In campionato meglio i blancos, che hanno fatto più punti; tuttavia la banda di Zinedine Zidane arriva da due sconfitte casalinghe consecutive, difficile stabilire se la più clamorosa sia quella contro il Cadice o quella di Champions League contro lo Shakhtar, che nel primo tempo vinceva già 3-0. Dunque il tecnico francese è chiamato a ripartire immediatamente, ma nemmeno il collega Ronald Koeman se la passa troppo bene: il suo Barcellona infatti ha segnato cinque gol al Ferencvaros, ma nella Liga ha già perso punti preziosi e l’ultima giornata l’ha visto cadere sul campo del Gefafe. Il progetto dell’olandese fatica a prendere corpo, e da queste parti l’ambiente è simile a una polveriera pronta a esplodere; vedremo allora come andranno le cose nella diretta di Barcellona Real Madrid, intanto però è anche interessante provare a fare una valutazione più approfondita sulle scelte dei due allenatori, leggendo insieme le probabili formazioni del Clasico.

PROBABILI FORMAZIONI BARCELLONA REAL MADRID

In vista di Barcellona Real Madrid entrambi gli allenatori hanno fatto turnover in Champions League: i blaugrana con Koeman hanno abbandonato il 4-3-3 per un 4-2-3-1 nel quale Frenkie De Jong affianca Sergio Busquets nella mediana che protegge la difesa. Qui Piqué, espulso martedì sera, farà coppia con Lenglet mentre sulle corsie laterali dovrebbero essere confermati Sergi Roberto e Dest, oppure quest’ultimo può scalare a destra lasciando l’altro versante a Junior Firpo. Sulla trequarti torna titolare Griezmann; con lui dovrebbero esserci Coutinho e Ansu Fati, Messi ovviamente farà la prima punta.

Anche il Real Madrid cambia: Sergio Ramos stringe i denti e dovrebbe farcela, anche Varane in mezzo davanti a Courtois mentre sulle corsie laterali dovrebbero operare Ferland Mendy, sempre in emergenza a destra, e Marcelo sul versante opposto. Si rivede Kroos in mediana, Modric e Casemiro vanno verso la conferma ma Federico Valverde comunque si gioca il posto; il tridente offensivo avrà Benzema nuovamente titolare, da vedere come Zidane intenderà operare sugli esterni dove Isco e Lucas Vazquez sono i principali candidati ad agire da titolari, Asensio però è tornato a disposizione e resta un’arma importantissima per il suo allenatore.

QUOTE E PRONOSTICO

Le quote che l’agenzia Snai ha fornito per il pronostico su Barcellona Real Madrid ci dicono che la squadra favorita è quella di casa: il segno 1 che identifica la vittoria dei blaugrana vi permetterebbe infatti di guadagnare una somma corrispondente a 2,10 volte quanto messo sul piatto, per contro il segno 2 per il successo dei blancos porta in dote una vincita che ammonta a 3,35 volte la puntata. Il segno X, da giocare per l’ipotesi del pareggio, per questo bookmaker ha un valore pari a 3,60 volte l’importo che avrete investito.



© RIPRODUZIONE RISERVATA