DIRETTA/ Bologna Napoli (risultato finale 0-2): palo di Svanberg nel recupero

- Fabio Belli

Diretta Bologna Napoli (risultato finale 0-2) streaming video tv della partita valevole per la 22^ giornata di Serie A. Svanberg colpisce il palo nel recupero.

Petagna Napoli gol esultanza lapresse 2022 640x300
Diretta Napoli Sampdoria (1-0): ai partenopei basta Petagna (Foto LaPresse)

DIRETTA BOLOGNA NAPOLI (RISULTATO FINALE 0-2): PALO DI SVANBERG NEL RECUPERO

Il Napoli batte il Bologna per 2 a 0 e torna a +5 sulla Juventus, vittoria relativamente facile per i partenopei che espugnano il Dall’Ara grazie alla doppietta di Lozano. Nelle battute conclusive del match gli uomini di Spalletti sfiorano il tris con il rientrante Osimhen che all’88’ manca l’appuntamento con il gol per questione di centimetri con il pallone che esce davvero di pochissimo. Nel recupero i felsinei potrebbero accorciare le distanze su calcio di punizione, Svanberg va direttamente in porta scheggiando il palo alla sinistra di Meret. In ogni caso anche se avesse segnato difficilmente lo svedese sarebbe riuscito a riaprire le ostilità visto che mancavano pochi secondi al triplice fischio di Marinelli che è arrivato puntualmente allo scadere del 94’. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA BOLOGNA NAPOLI STREAMING VIDEO E TV: COME SEGUIRE LA PARTITA DI SERIE A

La diretta tv della partita Bologna Napoli di Serie A sarà trasmessa in esclusiva dalla piattaforma DAZN. Si tratterà quindi di una diretta streaming video. Per accedere ai contenuti dell’emittente digitale bisognerà essere abbonati al servizio e disporre di una Smart Tv connessa ad internet o di un dispositivo mobile come smartphone, tablet o PC con l’applicazione dedicata installata. La gara non sarà quindi una delle tre partite trasmesse in co-esclusiva da Sky Sport.

0-2, SI RIVEDE OSIMHEN

Quando siamo giunti alla mezz’ora della ripresa il Napoli è sempre in vantaggio sul Bologna per 2 a 0. Al 63’ i partenopei chiedono il calcio di rigore per una vistosa trattenuta di Binks ai danni di Zielinski, per l’arbitro Marinelli non ci sono gli estremi per concedere il penalty e non c’è nemmeno l’intervento del VAR visto che in questi casi è sempre il direttore di gara ad avere l’ultima parola. A venti minuti dal novantesimo Spalletti concede la passerella a Lozano – autore di una doppietta – che lascia il posto a Politano, si rivede anche Osimhen che rientra dopo l’infortunio allo zigomo patito nello scontro diretto con l’Inter. La retroguardia ospite stacca un attimo la spina e i felsinei si rendono minacciosi con Dominguez e Falcinelli, ma senza impensierire più di tanto Meret. Mentre dall’altra parte Elams litiga col pallone e inciampa da solo mancando l’appuntamento con il tris che avrebbe chiuso definitivamente i giochi. {agg. di Stefano Belli}

0-2, DOPPIETTA DI LOZANO!

Bologna-Napoli 0-2 quando il secondo tempo è cominciato da una decina di minuti. A inizio ripresa gli uomini di Spalletti raddoppiano ancora con Lozano che riceve palla da Fabian Ruiz, mette fuori causa Skorupski con una finta e segna a porta completamente spalancata uno dei gol più facili della sua carriera. I felsinei, che avevano già rischiato di capitolare prima dell’intervallo, accusano il colpo e rischiano di essere travolti dall’ondata partenopea. Mihajlovic corre ai ripari con un triplo cambio: Arnautovic (uscito zoppicando, problema muscolare al quadricipite per lui), Viola e Sansone si accomodano in panchina, al loro posto Falcinelli, Dominguez e Skov Olsen. A questo però solo un miracolo può rimettere in corsa i padroni di casa che al 56’ rischiano di incassare il terzo gol della serata, stavolta l’estremo difensore polacco riesce a negare la tripletta allo scatenato attaccante messicano. {agg. di Stefano Belli}

0-1, FABIAN RUIZ SCHEGGIA IL PALO!

Intervallo al Dall’Ara dove si è appena concluso il primo tempo di Bologna-Napoli, squadre al riposo sul punteggio di 1 a 0 in favore degli ospiti. Che in questa fase del match non hanno corso grossi pericoli, anche se Meret è dovuto intervenire in almeno un paio di frangenti: al 34’ per chiudere lo specchio della porta all’accorrente Soriano, e cinque minuti più tardi per respingere il tentativo di Arnautovic – che era in offside. A ridosso del 45’ i partenopei sfiorano il raddoppio con il siluro dai 20 metri di Fabian Ruiz che si stampa sul palo, sarebbe stato un colpo da KO per i felsinei che invece restano ancora in partita ma dovranno assolutamente cambiare marcia dalla ripresa se non vogliono regalare i tre punti ai ragazzi di Spalletti. {agg. di Stefano Belli}

0-1, LOZANO BATTE SKORUPSKI

Alla mezz’ora del primo tempo è cambiato il risultato di Bologna-Napoli con i partenopei in vantaggio per 1 a 0. Al 20’ Elmas sfonda sulla corsia di sinistra e mette un pallone invitante al centro dell’area di rigore per Lozano che non sbaglia una seconda volta e trafigge Skorupski che non può proprio arrivarci. I felsinei provano a scuotersi dopo un inizio fin troppo timido (e di questo non sarà contento Mihajlovic che vuole vedere undici leoni sul terreno di gioco) ma solamente al 27’ si affacciano timidamente in avanti con Hickey che chiama al dovere Meret, troppo poco per impensierire la squadra di Spalletti che punta a ipotecare i tre punti ancor prima dell’intervallo. Gara a senso unico finora con i padroni di casa che evidentemente non riescono a dare il massimo senza il calore dei loro tifosi – oggi solamente 5 mila spettatori al Dall’Ara, sembra quasi di giocare in campo neutro. {agg. di Stefano Belli}

0-0, SKORUPSKI FERMA LOZANO

Il Bologna ha aperto le porte del Dall’Ara al Napoli che cerca i tre punti per riavvicinarsi alla capolista Inter, quando sono trascorsi circa dieci minuti dal fischio d’inizio dell’arbitro Marinelli il punteggio è fermo sullo 0-0. Com’era prevedibile sono i partenopei a impostare subito la manovra e a far girare palla nella metà campo dei felsinei, al 3’ Hickey si prende davvero un bel rischio intervenendo in scivolata su Di Lorenzo, il pallone sbatte sul fianco e inizialmente gli uomini di Spalletti protestano chiedendo il calcio di rigore, la revisione VAR scagiona il difensore di Mihajlovic e il direttore di gara fa cenno di proseguire. Al 6’ lancio lungo di Fabian Ruiz per Lozano che tutto solo davanti a Skorupski non riesce ad angolare il tiro gettando di fatto il pallone addosso al portiere polacco che allontana la minaccia. I padroni di casa provano a distendersi con Sansone che non trova spazio per avanzare ed è costretto a indietreggiare. {agg. di Stefano Belli}

LE FORMAZIONI UFFICIALI, VIA!

E ora leggiamo i numeri che ci portano alla diretta di Bologna Napoli. I felsinei sono in dodicesima posizione crollati nelle ultime cinque partite quando hanno collezionato 4 sconfitte e 1 successo. C’è però da essere comunque ottimisti visto che la zona Europa è a 5 punti e la squadra rossoblù di Sinisa Mihajlovic ha anche un match da recuperare. La zona retrocessione è dietro 11 punti e l’obiettivo salvezza è davvero a un passo. Gli emiliani hanno collezionato 27 punti con 8 vittorie, 3 pareggi e 9 sconfitte.

L’attacco sta soffrendo con 28 reti fatte, anche dietro si balla pericolosamente con 33 reti incassate. Gli azzurri invece sono terzi in classifica anche se sembrano aver rinunciato allo Scudetto lontano 6 punti con l’Inter che deve anche recuperare una partita e quindi potenzialmente si potrebbe portare a 9. C’è da tutelare la zona Champions e non sarà facile perché la Juve è dietro di 5 lunghezze e l’Atalanta di 2 ma con una gara da recuperare. Gli azzurri hanno segnato 37 reti, un po’ indietro rispetto alle altre prime della classe, ma hanno la miglior difesa del campionato con appena 15 gol incassati. I migliori marcatori sono Arnautovic e Mertens entrambi a 6 reti. Leggiamo le formazioni ufficiali di Bologna Napoli, poi parola al campo! BOLOGNA (3-4-2-1): Skorupski; Soumaoro, Binks, Theate; De Silvestri, Svanberg, N. Viola, Hickey; Soriano, N. Sansone; Arnautovic. Allenatore: Sinisa Mihajlovic NAPOLI (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Juan Jesus, Mario Rui; Lobotka, Fabian Ruiz; Lozano, Zielinski, Elmas; Mertens. Allenatore: Luciano Spalletti (agg Matteo Fantozzi)

L’ARBITRO AL DALL’ARA

Bologna Napoli sarà diretta oggi dall’arbitro Livio Marinelli della sezione Aia di Tivoli, che per dirigere questo incontro del campionato di Serie A allo stadio Renato Dall’Ara sarà assistito dai due guardalinee Pagliardini e Vono e dal quarto uomo Sacchi. Naturalmente ci saranno poi due ufficiali anche davanti al monitor della VAR, cioè il signor Fabbri e al suo fianco il signor Alassio in qualità di assistente AVAR. Tornando al primo arbitro di Bologna Napoli, possiamo ricordare che il signor Livio Marinelli è nato a Tivoli il 6 novembre 1984 e ha fatto il proprio debutto nella massima categoria nel 2017.

Nell’attuale campionato 2021-2022, il signor Marinelli ha già diretto altre sette partite di Serie A, con un bilancio disciplinare di 31 cartellini gialli, nessuna espulsione e due calci di rigore assegnati. Il fischietto laziale però non ha ancora incrociato il Bologna, mentre per il Napoli con Marinelli c’è la sconfitta casalinga contro l’Empoli del 12 dicembre scorso. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

BOLOGNA NAPOLI: TESTA A TESTA

Prima di scendere in campo soffermiamoci sui precedenti della diretta di Bologna Napoli. Il match si è disputato al Renato Dall’Ara in Serie A per 62 volte col bilancio che ci parla di 31 vittorie per i felsinei, 14 pareggi e 17 successi campani. Il Bologna in queste gare ha segnato 101 reti mentre il Napoli ne ha fatte 77. La gara con il maggior numero di gol e il maggior scarto è un 1-7 con protagonisti Mertens e Hamsik autori di due triplette, in gol anche Insigne e Torosidi. Il risultato più frequente è il 2-1 uscito ben 7 volte.

L’ultimo precedente in Emilia ci parla di un successo dei partenopei per 1-0. Era il novembre 2020 e la gara fu decisa da una rete al minuto 23 di Osimhen. Nella ripresa fu annullato un gol per fallo di mano a Koulibaly dal var. Il Bologna non vince in casa contro questo avversario dal maggio 2019 a fronte di una gara terminata 3-2 con doppietta di Santander e gol dell’ex Dzemaili. Per gli azzurri segnarono Ghoulam e Mertens che sembravano raddrizzare una partita al momento sul 2-0. (agg Matteo Fantozzi)

DECIDERÀ IL COVID?

Bologna Napoli, in diretta lunedì 17 gennaio 2022 alle ore 18.30 presso lo stadio Renato Dall’Ara di Bologna, sarà una sfida valevole per la ventiduesima giornata del campionato di Serie A. Partenopei all’inseguimento della prima piazza, col pareggio dell’Inter a Bergamo che potrebbe portare gli azzurri a -4 dalla vetta in caso di vittoria. Dopo il successo sulla Sampdoria in campionato il Napoli ha incassato una cinquina in casa dalla Fiorentina in Coppa Italia e spera di riprendere la sua marcia con buona continuità.

C’è da fare i conti con un Bologna alle prese con problemi di Covid e difficoltà importanti, di cui il tecnico Mihajlovic si è lamentato dopo il mancato posticipo del match contro il Cagliari. I felsinei restano comunque a metà classifica pur avendo perso 4 delle ultime 5 sfide disputate in campionato. All’andata Napoli vincente 3-0 sul Bologna, che non batte il Napoli in casa dal 3-2 del 25 maggio 2019. L’8 novembre 2020 l’ultima vittoria del Napoli al Dall’Ara con gol decisivo di Osimhen.

PROBABILI FORMAZIONI BOLOGNA NAPOLI

Le probabili formazioni della diretta Bologna Napoli, match che andrà in scena al Renato Dall’Ara di Bologna. Per il Bologna, Sinisa Mihajlovic schiererà la squadra con un 3-4-1-2 come modulo. Questa la formazione di partenza: Skorupski; Bonifazi, Binks, Theate; Skov Olsen, Svanberg, Dominguez, Hickey; Soriano; Orsolini, Arnautovic. Risponderà il Napoli allenato da Luciano Spalletti con un 4-2-3-1 così schierato dal primo minuto: Meret, Di Lorenzo, Rrahmani, Juan Jesus, Mario Rui; Demme, Fabian; Politano, Elmas, Lozano; Mertens.

LE QUOTE PER LE SCOMMESSE

Per chi vorrà scommettere sulla diretta Bologna Napoli, ecco le quote fissate dall’agenzia di scommesse Snai. La vittoria del Bologna con il segno 1 viene proposta a una quota di 4.75, l’eventuale pareggio con il segno X viene offerto a una quota di 4.10, mentre l’eventuale successo del Napoli, abbinato al segno 2, viene fissato a una quota di 1.65.





© RIPRODUZIONE RISERVATA