DIRETTA GIRO D’ITALIA 2021/ Joe Dombrowski ha vinto la 4^ tappa! Beffato De Marchi

- Mauro Mantegazza

Diretta Giro d’Italia 2021: Joe Dombrowski ha vinto la 4^ tappa Piacenza-Sestola, grande azione dello statunitense che ha preceduto Alessandro De Marchi, quest’ultimo nuova maglia rosa.

Joe Dombrowski Giro vittoria lapresse 2021 640x300
Diretta Giro d'Italia 2021: Joe Dombrowski ha vinto la 4^ tappa (Foto LaPresse)

DIRETTA GIRO D’ITALIA 2021: DOMBROWSKI HA VINTO LA 4^ TAPPA!

Joe Dombrowski ha vinto la 4^ tappa del Giro d’Italia 2021. Una grande azione quella dello statunitense della Emirates: è andato a riprendere i due fuggitivi Juul Jensen e Taaramae che progressivamente hanno perso terreno e sono stati assorbiti anche da Alessandro De Marchi, che avevamo segnalato con una foratura in precedenza ma che poi è stato bravissimo a rimanere in scia. Il quartetto è partito, ma poi ben presto Dombrowski ha fatto la differenza: con lui, è rimasto solo De Marchi, ma anche quest’ultimo si è dovuto staccare. La grande soddisfazione gli deriva però dal fatto di poter indossare la maglia rosa domani: è lui infatti il nuovo leader della classifica. Nella 4^ tappa Mikel Landa e Giulio Ciccone, che hanno attaccato nel finale, sono giunti a 1’37’’ da Dombrowski; a 2’11’’ invece il gruppo con Vincenzo Nibali e Domenico Pozzovivo. Domani si va da Modena a Cattolica ed entreremo dunque nel cuore della Romagna: non resta che vedere quello che succederà in questa emozionante nuova tappa del Giro d’Italia 2021… (agg. di Claudio Franceschini)

GIRO D’ITALIA 2021: VICINO IL COLLE PASSERINO

Mancano meno di 20 chilometri alla fine della 4^ tappa del Giro d’Italia 2021: poco, ma c’è ancora il Colle Passerino che sarà determinante per capire chi si aggiudicherà la frazione. Al momento i due fuggitivi resistono: Taaramae e Juul Jensen mantengono un vantaggio di 1’10’’ sugli inseguitori che, come ricordiamo, sono 12. Da capire anche quanto distacco prenderà la maglia rosa: il gruppone è sempre distante, siamo a circa 7 minuti con un ritardo che sta scendendo ma è ancora molto importante. In precedenza la Deceunink con Cavagna aveva iniziato a tirare per recuperare terreno, in seguito si è messa la Bahrain Victorious con Mikel Landa che ovviamente ha tutto l’interesse a ridurre leggermente il gap, essendo uomo di classifica. Per ora però sembra che la vittoria finale se la debbano giocare Taaramae e Juul Jensen: un primo tentativo di Vendrame di rifarsi sotto è andato a vuoto, il Colle Passerino ci darà eventualmente la sua risposta definitiva sulla vittoria della 4^ tappa al Giro d’Italia 2021 e su chi andrà a vestire la maglia rosa. (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA GIRO D’ITALIA 2021 IN STREAMING VIDEO E TV, COME SEGUIRE LA 4^ TAPPA

La diretta tv del Giro d’Italia 2021 sarà come da tradizione molto ampia, grazie all’eccellente copertura garantita dalla Rai e pure da Eurosport per i suoi abbonati. Priorità alla Tv di Stato che ha naturalmente il vantaggio di essere in chiaro per tutti: oggi la copertura della quarta tappa Piacenza-Sestola sarà garantita integralmente (come sarà ogni giorno), inizialmente su Rai Sport + HD e in seguito su Rai Due dalle ore 14.00 e naturalmente fin dopo l’arrivo, quando il Processo alla Tappa chiuderà la lunghissima diretta che ogni giorno la Rai dedica al Giro d’Italia 2021. Discorso molto simile per quanto riguarda Eurosport, che seguirà con una copertura davvero ampia tutte le frazioni della Corsa Rosa dal Piemonte a Milano.

Doppia possibilità di conseguenza anche per la diretta streaming video del Giro d’Italia, garantita a tutti tramite Rai Play oppure agli abbonati con il servizio garantito da Eurosport Player. Infine ricordiamo i riferimenti ufficiali della Corsa Rosa: il sito www.giroditalia.it, la pagina Facebook Giro d’Italia e il profilo Twitter @giroditalia. CLICCA QUI PER LA DIRETTA STREAMING VIDEO DEL GIRO D’ITALIA 2021

GIRO D’ITALIA 2021: TAARAMAE E JUUL JENSEN AL COMANDO

Ci avviciniamo alla conclusione della 4^ tappa del Giro d’Italia 2021. Il maltempo domina, sono rimasti in due a guidare la gara e cioè Taaramae (che si è preso il secondo Gpm, quello di Montemolino) e Juul Jensen, si è dunque staccato Hermans che era la maglia rosa virtuale ma è stato ripreso da De Marchi, che poco dopo ha avuto una foratura. Il gruppetto degli inseguitori è ora composto da 12 corridori, tra questi anche Vendrame mentre la maglia rosa Filippo Ganna è ormai distante, segnalato a 7’50’’ e ormai impossibilitato a raggiungere chi è in testa. La Deceuninck Quick Step si è messa a tirare, dando fiato al leader del Giro d’Italia 2021 che è stato fantastico praticamente per tutta la giornata; mancano circa 40 chilometri al traguardo e tra poco dunque scopriremo non solo chi vincerà la 4^ tappa, ma anche chi sarà il corridore che si prenderà la maglia rosa e scatterà primo in classifica nella 5^ tappa di domani. (agg. di Claudio Franceschini)

GIRO D’ITALIA 2021: FUGA A TRE SUL SECONDO GPM

Al Giro d’Italia 2021, nella 4^ tappa, è finalmente iniziata la salita che conduce al secondo Gpm di giornata: saremo sul Montelino per un’altra terza categoria, ci sono picchi del 18% e dunque una possibile selezione a definire l’ordine d’arrivo. Da qualcosa come 50 chilometri Filippo Ganna sta tirando il gruppo nonostante indossi la maglia rosa, ma adesso le cose rischiano di farsi più complicate perché dai corridori andati in fuga, e che intanto hanno aumentato il loro vantaggio facendolo tornare a oltre 6 minuti, si sono staccati in tre. Si tratta di Quinten Hermans, Christopher Juul Jensen e Rein Taaaramae: siamo a 1’20’’ di vantaggio sui primi inseguitori quando mancano ormai una cinquantina di chilometri al traguardo, in questo momento la nuova maglia rosa sarebbe Hermans, belga che corre per la Intermarché-Wanty-Gobert, che è il corridore in fuga con il minor distacco da Ganna. Il quale a questo punto sembra davvero vicino alla resa, anche se il suo comportamento resta davvero encomiabile e straordinario: vedremo allora cosa ci riserverà la parte finale della 4^ tappa al Giro d’Italia 2021… (agg. di Claudio Franceschini)

GIRO D’ITALIA 2021: GAVAZZI PRIMO AL GPM

Nella 4^ tappa del Giro d’Italia 2021 continua il grande lavoro di Filippo Ganna: è lui a tirare il gruppo degli inseguitori, del tutto determinato a non mollare la maglia rosa senza aver lottato e con un ritardo che adesso è sceso sotto i 5 minuti. Sono 23 gli uomini che compongono la fuga, con Oliveira che è al momento la papabile maglia rosa avendo un ritardo di 32 secondi da Ganna; dai battistrada, che hanno iniziato la salita verso il Gpm del Castello di Carpineti, si sono staccati Tagliani e Zoccarato. Lo stesso Filippo Tagliani era transitato per primo sul traguardo volante di Rossena, precedendo Nicola Venchiarutti che come lui indossa la maglia della Androni; poi Filippo Fiorelli, punti importanti per la maglia ciclamino ma non per gli abbuoni, che saranno invece dati a Fanano. Arrivati sul Gpm, Francesco Gavazzi si è preso questo importante obiettivo medio passando il punto davanti a tutti gli altri; ora però bisognerà vedere se Ganna e la Ineos saranno in grado di ridurre ulteriormente il margine, la 4^ tappa del Giro d’Italia 2021 non è ancora conclusa (mancano circa 70 Km) e potrebbe riservare parecchie sorprese… (agg. di Claudio Franceschini)

GIRO D’ITALIA 2021: 25 UOMINI IN FUGA

Cosa sta succedendo nella 4^ tappa del Giro d’Italia 2021? Ci stiamo avvicinando al primo traguardo volante del giorno, dopo il quale si entrerà finalmente nel vivo del tracciato con il primo Gpm del Castello di Carpineti a tenerci compagnia. Intanto però c’è una notizia da dare: al passaggio di Parma si è formata e resiste una fuga di 25 corridori, che di fatto è la risultante dei tronconi di cui parlavamo in precedenza. Filippo Ganna, la maglia rosa, accusa un ritardo di quasi 6 minuti e, sorprendentemente, è lui l’uomo della Ineos che si è messo a tirare: nessuno di questa squadra fa parte della fuga, Ganna si prepara a lasciare la testa della classifica e allora sarà interessante scoprire chi indosserà la maglia rosa al termine della giornata. Da capire anche se succederà qualcosa all’interno del gruppo dei battistrada, da questo punto di vista il maltempo che sta colpendo la 4^ tappa del Giro d’Italia 2021 potrebbe essere un fattore non indifferente… (agg. di Claudio Franceschini)

GIRO D’ITALIA 2021: CI SONO 4 GRUPPI!

La 4^ tappa del Giro d’Italia 2021 si è già animata: la Bardiani-CSF-Faizanè e la EOLO-Kometa ha iniziato a tirare il gruppo e al comando della manovra si sono portati Jimmy Janssens e Senne Leysen, della Alpecin-Fenix che ad un certo punto ha preso l’iniziativa cercando d andare a riprendere i due fuggitivi che sono partiti immediatamente, vale a dire Herman e Campenaerts. KI quali hanno preso un vantaggio di circa 15 secondi, senza mai allungare davvero perché il gruppone degli inseguitori ha preso un bel ritmo; si sono comunque staccati in otto tra cui anche Filippo Zana, Francesco Gavazzi e Alessandro De Marchi, che stanno provando ad andare a prendere la prima fuga. Qualche minuto fa poi il gruppo si è ulteriormente troncato: due fuggitivi, otto inseguitori e altri 12 corridori (ci sono Nicola Venchiarutti e Filippo Tagliani) che stanno provando a tornare sotto. Non c’è che dire, la 4^ tappa del Giro d’Italia 2021 sta già emozionando ma ora vedremo come proseguiranno le cose… (agg. di Claudio Franceschini)

GIRO D’ITALIA 2021: COMINCIA LA 4^ TAPPA!

Tutto è pronto per la partenza della quarta tappa Piacenza-Sestola, stiamo allora per vivere le emozioni della diretta del Giro d’Italia 2021 nel giorno del primo arrivo in salita. Abbiamo già accennato alle emozioni vissute l’anno scorso in cima all’Etna, che già alla terza tappa aveva dato un grosso scossone alla classifica della scorsa edizione del Giro d’Italia, a dire il vero non solo per la difficoltà della salita, visto che per Geraint Thomas ci mise lo zampino una caduta causata da una borraccia già nel tratto di trasferimento prima della partenza, che rese un vero calvario per il gallese la salita verso l’arrivo sull’Etna. Quello fu invece un giorno memorabile per Jonathan Caicedo e Joao Almeida: l’ecuadoriano della Education First vinse la tappa arrivando da solo sul traguardo con 21″ di vantaggio su Giovanni Visconti (entrambi erano stati protagonisti della fuga di giornata), mentre il portoghese della Deceuninck-Quick Step si prese la maglia rosa, a dire il vero anche con un pizzico di fortuna perché a pari tempo con lo stesso Caicedo. Oggi verso Sestola che cosa potrà succedere? Sarà naturalmente la strada a dircelo: via alla quarta tappa del Giro d’Italia 2021! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

GIRO D’ITALIA 2021: IL RICORDO PER CICCONE

Mentre aspettiamo il via alla diretta della quarta tappa del Giro d’Italia 2021 che porterà la Corsa Rosa da Piacenza a Sestola, torniamo con la memoria alla decima tappa del Giro del 2016, perché il 17 maggio di quell’anno la frazione con partenza da Campi Bisenzio arrivò proprio a Sestola ed è un ricordo meraviglioso per Giulio Ciccone, all’epoca ventunenne neo-professionista con la maglia della Bardiani-CSF. Di sicuro non c’è nulla di meglio che conquistare la prima vittoria da professionista al Giro d’Italia, arrivando da solo al traguardo su un arrivo in salita: quello fu il capolavoro compiuto cinque anni fa da Giulio Ciccone a Sestola, entrando nella fuga buona e staccando tutti i compagni d’avventura sull’ascesa finale, con 42″ di vantaggio su Ivan Rovnyj e 1’20” su Darwin Atapuma. Ricordiamo anche il quinto posto di Damiano Cunego a 2’04” e il settimo di Giovanni Visconti a 2’11”, nel gruppetto con tutti i migliori della classifica generale, che vedeva in maglia rosa il lussemburghese Bob Jungels. Sestola però è un ricordo fantastico per Giulio Ciccone: l’abruzzese della Trek-Segafredo saprà esaltarsi anche oggi? (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

GIRO D’ITALIA 2021: PRIMO ARRIVO IN SALITA!

Al quarto giorno, il Giro d’Italia 2021 propone il suo primo arrivo in salita: giorno da non perdere, la quarta tappa Piacenza-Sestola di 187 km comincerà a dirci qualcosa in più sulle gerarchie fra gli uomini di classifica. Naturalmente è prestissimo per trarre le conclusioni, ma se vi ricordate tutto quello che successe l’anno scorso sull’Etna, in occasione del primo arrivo in salita del Giro edizione 2020, ecco che sicuramente anche oggi sarà una tappa che attirerà l’attenzione di tutti gli appassionati. Per fare un solo nome: sappiamo tutti che Vincenzo Nibali ha fatto un grande recupero per essere al via del Giro d’Italia 2021 nonostante l’infortunio di cui era rimasto vittima a metà aprile, oggi sarà dunque già un banco di prova per la condizione fisica dello Squalo di Messina.

Il ritornello più diffuso in vista di tappe come questa è “oggi non capiremo chi vincerà il Giro, ma forse scopriremo chi non potrà vincerlo”: non sempre è davvero così, ma ad esempio l’anno scorso l’Etna mise già fuori gioco Geraint Thomas (a causa della caduta ancora prima della partenza della tappa) e Simon Yates, che qualche giorno dopo avrebbe dovuto abbandonare il Giro d’Italia causa Covid. Oggi la diretta Giro d’Italia 2021 potrebbe chiamare alla ribalta anche Giulio Ciccone, che proprio nella località emiliana colse nel 2016 la sua prima vittoria alla Corsa Rosa in occasione del precedente arrivo del Giro a Sestola.

DIRETTA GIRO D’ITALIA 2021: PERCORSO 4^ TAPPA

Primo arrivo in salita, non serve aggiungere altro per capire che adesso è doveroso, per introdurci al meglio alla diretta Giro d’Italia 2021 della quarta tappa Piacenza-Sestola, andare a presentare più nel dettaglio i 187 km del percorso che sarà per intero in Emilia Romagna, attraverso le province di Piacenza, Parma, Reggio Emilia ed infine Modena. La partenza avrà luogo da Piacenza alle ore 12.20 e la prima parte del percorso sarà nel cuore della Pianura Padana, dunque interamente pianeggiante. Dopo circa 80 km si comincerà a salire e quasi subito avremo il traguardo volante di Rossena al km 86,8; sarà un tratto ricchissimo di saliscendi, tra i quali sarà identificato come Gpm di terza categoria la salita verso il Castello di Carpineti (km 111,8).

Discesa, breve falsopiano e si tornerà a salire verso un altro Gpm di terza categoria a Montemolino (km 143,4), durissimo negli ultimi 2 km con pendenza all’11,6% e punte di pendenza massima al 18%. Proseguirà poi una successione di saliscendi fino a Fanano (km 180,2), dove sarà posto il secondo traguardo volante di giornata e soprattutto comincerà la salita finale. Ad essere pignoli, a stretto rigor di termini non sarà un arrivo in salita, perché il Gpm di seconda categoria del Colle Passerino sarà al km 184,5: ascesa breve ma durissima, con pendenza media che sfiora il 10% (9,9% su 4,25 km) e punte di pendenza massima al 16%. A quel punto mancheranno circa 2,5 km all’arrivo di Sestola, prima in discesa e poi di nuovo in leggera salita, circa al 3% negli ultimi 500 metri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA