DIRETTA/ Inter Atalanta (risultato finale 1-1): Handanovic salva i nerazzurri!

- Claudio Franceschini

Diretta Inter Atalanta streaming video DAZN: gli allenatori, probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita a San Siro, per la 19^ giornata del campionato di Serie A.

Inter Godin
Pronostico Napoli Inter (Foto LaPresse)

DIRETTA INTER ATALANTA (RISULTATO FINALE 1-1): HANDANOVIC SALVA I NERAZZURRI!

Inter e Atalanta danno spettacolo si ostacolano a vicenda nel big match del Meazza che si è concluso sul risultato finale di 1-1. I nerazzurri rallentano e rischiano seriamente di perdere il titolo di campione d’inverno che domani sera la Juventus potrebbe aggiudicarsi vincendo o pareggiando contro la Roma (e quindi hanno a disposizione due risultati su tre), gli orobici agganciano momentaneamente i giallorossi al quarto posto in classifica. Non mancano comunque i rimpianti per la Dea che poteva addirittura espugnare San Siro: all’88’ infatti Bastoni travolge Malinovskyi (che impatto per l’ucraino!) all’interno dell’area di rigore, per Rocchi non ci sono dubbi e indica il dischetto. Dagli undici metri Muriel si fa ipnotizzare da Handanovic che salva la Beneamata dal secondo KO in campionato. Resta però preoccupante il vistoso calo nel finale da parte dei padroni di casa che devono dosare meglio le energie nei novanta minuti. {agg. di Stefano Belli}

GOSENS RIACCIUFFA I NERAZZURRI

Quando mancano solamente dieci minuti al novantesimo è di nuovo in parità il match tra Inter e Atalanta con le due squadre bloccate sull’1-1. Al 75′ gli sforzi degli orobici vengono finalmente ripagati da Gosens che sorprende Handanovic con un tiro velenoso e ammutolisce il pubblico del Meazza. I nerazzurri sembrano essere calati vistosamente alla distanza, Lautaro Martinez è sparito dal campo e non ce la fa più, Conte saggiamente lo toglie inserendo Politano mentre Gasperini si affida a Muriel che rimpolpa il reparto offensivo assieme a Papu Gomez e Ilicic. {agg. di Stefano Belli}

PALO DI MALINOVSKYI!

Al Meazza è ricominciato dopo l’intervallo il big match tra Inter e Atalanta, al decimo minuto del secondo tempo resiste il vantaggio dei nerazzurri che conducono sempre per 1 a 0. Gli orobici hanno ancora il dente avvelenato per quanto accaduto alla fine del primo tempo, quando nel bel mezzo di una mischia Lautaro Martinez (l’uomo che sta decidendo la sfida) ha fermato Toloi usando il braccio, un gesto sfuggito all’arbitro Rocchi e apparentemente anche al VAR Irrati. Gasperini si affida a Malinovskyi che prende il posto di Zapata, l’ucraino entra benissio in partita colpendo il palo che al 54′ salva Handanovic e la Beneamata dall’uno pari. {agg. di Stefano Belli}

HANDANOVIC DICE DI NO A PASALIC

Inter e Atalanta vanno al riposo sul punteggio di 1-0 in favore degli uomini di Conte, dopo un primo tempo giocato a ritmi folli dalle due squadre che hanno entrambe dato spettacolo ma per il momento a sorridere è quella di Conte, brava a sbloccare subito la contesa con Lautaro Martinez. Partita che resta comunque apertissima, merito degli orobici che non si stanno affatto tirando indietro e non si fanno intimidre dal blasone della Beneamata e dalla cornice del Meazza. Al 40′ i bergamaschi sfiorano il pari con Handanovic che salva sull’incornata di Pasalic mentre Toloi manca il tap-in a un centimetro. Si può parlare davvero di pericolo scampato per i nerazzurri chiamati all’arduo compito di non far segnare il miglior attacco della Serie A{agg. di Stefano Belli}

PALOMINO SALVA SULLA LINEA

Alla mezz’ora del primo tempo l’Inter è sempre in vantaggio sull’Atalanta per 1-0. La Dea non si è certo persa d’animo e si è riversata nella metà campo nerazzurra nel tentativo di pareggiare i conti. Duvan Zapata e Papu Gomez stanno facendo penare non poco i difensori di Conte, serata impegnativa per i tre centrali Godin, De Vrij e Bastoni che avranno il poco invidiabile compito di neutralizzare il miglior attacco della Serie A. Non si è ancora acceso Ilicic e oggi Gasperini ha più che mai bisogno delle sue giocate per frenare la Beneamata impegnata nella corsa scudetto con la Juventus (che vedremo in azione domani sera contro la Roma). Al 22′ Lautaro Martinez si distende in avanti, Palomino salva sulla linea e consente a Gollini, in un primo momento scavalcato dal pallone, si agguantarlo e fermare una ripartenza che poteva essere molto pericolosa per i bergamaschi. {agg. di Stefano Belli}

LAUTARO APRE LE DANZE!

Si accendono le luci a San Siro per Inter Atalanta, uno dei big match della 19^ giornata di Serie A 2019-20, al decimo minuto del primo tempo è già cambiato il punteggio con i nerazzurri in vantaggio per 1-0. Partenza a mille dei padroni di casa che a pochi secondi dal fischio d’inizio colpisce il palo con Lukaku, anche se a gioco fermo per un fallo in attacco. Gli uomini di Conte non fanno una piega e al 4′ il bestione belga inventa un corridoio perfetto per Lautaro Martinez che con un gran controllo stoppa il pallone e lo scaraventa in porta alle spalle di Gollini. Vedremo come reagiranno gli orobici che stanno attraversando un momento di grandissima forma e che grazie alle ultime vittorie hanno messo nel mirino il quarto posto. In effetti al 9′ Pasalic si presenta davanti alla porta di Handanovic ma non riesce a inquadrarla mandando la palla sul primo anello. {agg. di Stefano Belli}

STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE INTER ATALANTA

La diretta tv di Inter Atalanta sarà disponibile sul canale DAZN1, al numero 209 del decoder di Sky: grazie alla sinergia tra le due emittenti anche gli abbonati alla televisione satellitare potranno seguire questa partita di Serie A che, in alternativa, sarà chiaramente disponibile in diretta streaming video installando l’applicazione DAZN su apparecchi mobili come PC, tablet e smartphone oppure, ancora, utilizzando una smart tv che abbia una connessione a internet.

FORMAZIONI UFFICIALI!

Si accende la diretta di Inter Atalanta e mentre le formazioni ufficiali stanno facendo il loro ingresso in campo, andiamo ad analizzare qualche dato significativo fissato prima della 19^ giornata di Serie A. Come ricordato prima, oggi Conte lotta per il titolo di Campione d’Inverno: l’Inter è prima in classifica con 45 punti messi da parte, grazie alla presenza in tabellino di 14 successi e tre pareggi. La squadra milanese inoltre ha messo da parte 39 gol fatti e solo 15 subiti, ed è la miglior difesa del campionato. Contro ecco l’Atalanta di Gasperini, ferma alla quinta piazza della graduatoria con 34 punti e forte di 10 successi e quattro pareggi. La Dea poi è la regina del gol: finora i bergamaschi ne hanno segnati 48 mentre hanno incassato 25 reti dagli avversari. Andiamo a dare la parola al campo, via a Inter Atalanta! INTER (3-5-2): 1 Handanovic; 2 Godin, 6 de Vrij, 95 Bastoni; 87 Candreva, 5 Gagliardini, 77 Brozovic, 12 Sensi, 34 Biraghi; 9 Lukaku, 10 Lautaro. A disposizione: 27 Padelli, 46 Berni, 7 Sanchez, 8 Vecino, 13 Ranocchia, 16 Politano, 19 Lazaro, 20 Borja Valero, 21 Dimarco, 30 Esposito, 31 Pirola, 32 Agoumé. Allenatore: Antonio Conte. ATALANTA (3-4-1-2): 95 Gollini; 2 Toloi, 6 Palomino, 19 Djimsiti; 33 Hateboer, 15 De Roon, 88 Pasalic, 8 Gosens; 10 Gomez; 72 Ilicic, 91 Zapata. A disposizione: 31 Rossi, 57 Sportiello, 5 Masiello, 9 Muriel, 11 Freuler, 17 Piccoli, 18 Malinovskyi, 20 Da Riva, 21 Castagne, 55 Okoli, 79 Traore, 87 Heidenreich. Allenatore: Gian Piero Gasperini. (agg Michela Colombo)

CONTE CONTRO GASPERINI

Big match per la Serie A è certo la diretta di Inter Atalanta, sfida che poi porterà a San Siro anche allenatori del calibro di Antonio Conte e Gian Piero Gasperini, profili che ora vogliamo mettere sotto ai riflettori. A fare gli onori di casa sarà naturalmente il tecnico nativo di Lecce, alla sua prima stagione con i colori nerazzurri, ma subito rivelatosi determinante nello spogliatoio milanese. Va poi detto che giusto in settimana Conte ha strappato un altro record, avendo trovato nel precedente turno, la sua centesima vittoria in Serie A in appena 145 partite: è stato dunque superato Carcano che nel periodo 1929-1934 aveva trovato la centesima vittoria in campionato in 168 partite di fila. Stasera pure ci sarà Gian Piero Gasperini, per il quale il match di oggi sarà davvero speciale: ricordiamo che il tecnico di Grugliasco in carriera ha diretto pure l’Inter e per la precisione dal giugno 2011 al settembre del 2001 (solo 5 partite disputate e 4 KO trovati), ma anche Conte è ex Atalanta. (agg Michela Colombo)

TESTA A TESTA

E’ tempo ora di prendere in esame anche lo storico per la diretta di Inter Atalanta, big match di questo sabato della Serie A: i dati utili infatti non ci mancano. Statistiche alla mano possiamo infatti contare ben 127 incontri già disputati tra le due squadre nerazzurre, questi segnati dal 1937 a oggi e pure per il primo campionato italiano e la Coppa Italia, oltre che un doppio scontro ai quarti della coppa Uefa nel 1990-1991. Il bilancio complessivo del derby lombardo inoltre ci ricorda per tale scontro diretto delle già 69 vittorie che i milanesi hanno messo da parte, oltre che dei 26 successi ottenuti dei bergamaschi e pure dei 32 pareggi trovati finora. Aggiungiamo infine che l’ultimo testa a testa segnato tra Inter e Atalanta è ben recente e ovviamente risale alla passata stagione del Campionato di Serie A. Allora nel doppio confronto ben ricordiamo del successo della Dea in casa all’andata per 4-1, come pure il pareggio a reti bianche registrato nel turno di ritorno. (agg Michela Colombo)

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Inter Atalanta verrà diretta dal signor Rocchi, si gioca alle ore 20:45 di sabato 11 gennaio ed è una delle partite più interessanti nel panorama della 19^ giornata del campionato di Serie A 2019-2020. Altra prova del nove per la capolista che, dopo il roboante successo di Napoli, vuole laurearsi campione d’inverno ma spera allo stesso tempo che la Juventus, impegnata a Roma, perda terreno. Antonio Conte crede sul serio nello scudetto e la squadra ha ampiamente dimostrato di poterlo vincere; questa sera però non sarà semplice portare a casa i tre punti contro un’Atalanta che ha il miglior attacco del campionato ed è una delle squadre europee che segnano di più, con numeri offensivi degni delle big internazionali e un doppio 5-0 nelle due giornate precedenti, centrato contro Milan prima e Parma poi. Non resta allora che gustarsi questa splendida partita, che siamo sicuri regalerà emozioni a non finire: mentre aspettiamo che la diretta di Inter Atalanta prenda il via, possiamo valutare in maniera più approfondita quali saranno le scelte dei due allenatori e leggere insieme le probabili formazioni attese a San Siro.

PROBABILI FORMAZIONI INTER ATALANTA

Conte ha le sue certezze granitiche anche in vista di Inter Atalanta, per esempio l’intoccabile coppia offensiva formata da Lautaro Martinez e Romelu Lukaku; tuttavia stasera deve rinunciare agli squalificati Skriniar e Barella. In difesa dunque torna titolare Godin, con Alessandro Bastoni confermato sul centrosinistra e De Vrij che sarà il centrale davanti ad Handanovic; a centrocampo invece Sensi dovrebbe finalmente riavere la maglia dal primo minuto, Candreva e Biraghi sulle fasce mentre Brozovic sarà il playmaker e Matias Vecino agirà come seconda mezzala. Nell’Atalanta è rientrato Duvan Zapata ma Gian Piero Gasperini potrebbe puntare nuovamente su Muriel come prima punta, con Ilicic al suo fianco e Alejandro Gomez come sempre a fare il trequartista. Possibili inserimenti di Pasalic (in mezzo al campo, per Freuler) e Castagne che contende il posto a uno tra Hateboer e Gosens; De Roon invece dovrebbe essere certo di giocare dal primo minuto, in porta si rivede Gollini mentre il terzetto difensivo sembra ormai stabile con Palomino a comandare il reparto avvalendosi del supporto di Rafa Toloi e Djimsiti.

QUOTE E PRONOSTICO

Inter Atalanta è stata quotata dall’agenzia di scommesse Snai, secondo cui i padroni di casa sono favoriti: il segno 1 che identifica la vittoria della capolista vale 2,10 volte la cifra investita mentre siamo ad una quota di 3,70 per il segno X che identifica l’eventualità del pareggio. Il successo esterno della Dea, per il quale dovrete scommettere sul segno 2, vi permetterebbe di guadagnare una somma corrispondente a 3,25 volte quello che avrete deciso di mettere sul piatto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA