Diretta/ Milan Lazio (risultato finale 3-2) streaming tv: Theo Hernandez al 92′!

- Fabio Belli

Diretta Milan Lazio streaming video tv del match valevole per la quattordicesima giornata del campionato di Serie A, bella sfida al Giuseppe Meazza con i rossoneri ancora in testa.

Krunic Milinkovic Milan Lazio lapresse 2020 640x300
Diretta Milan Lazio, Serie A 14^ giornata (Foto LaPresse)

DIRETTA MILAN LAZIO (RISULTATO FINALE 3-2): THEO HERNANDEZ AL 92′!

Finale di partita concitato a San Siro. Simone Inzaghi richiama in panchina Milinkovic-Savic e Immobile, inserendo Akpa Apro e Andrea Pereira. Negli ultimi minuti però il Milan sembra averne di più, al 42′ grande percussione di Theo Hernandez che serve Rebic, con Reina che para praticamente un rigore in movimento. Sugli sviluppi dell’azione, Rebic si ritrova a tu per tu col portiere avversario da posizione defilata sulla sinistra, trovando però solo il fondo. Ma al 92′ il Milan passa segnando ancora su calcio d’angolo. Svetta Theo Hernandez, che realizza il gol che beffa la Lazio e permette ai rossoneri di chiudere in testa alla classifica il 2020. (agg. di Fabio Belli)

MILAN LAZIO STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Milan Lazio sarà visibile sul canale 209 del decoder satellitare, ovvero DAZN1: l’appuntamento infatti è disponibile anche per gli abbonati Sky da almeno tre anni, grazie alla sinergia tra le due emittenti. Naturalmente la partita sarà visibile dai clienti DAZN con il consueto servizio della diretta streaming video, dunque utilizzando dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone o anche servendosi di una smart tv che sia dotata di connessione a internet.

PAREGGIA IMMOBILE!

La Lazio inizia il secondo tempo con Cataldi in campo al posto di Escalante. Al 3′ Theo Hernandez lascia partire dalla sinistra un tiro cross sul quale Romagnoli non arriva d’un soffio alla deviazione vincente. Risponde la Lazio con una bella combinazione che manda Muriqi alla conclusione a centro area, ma il kosovaro svirgola malamente. Al 14′ però la Lazio trova il gol con una splendida azione corale. Delizioso tocco di prima intenzione di Milinkovic-Savic che pesca Immobile in area, il centravanti laziale resiste a Kalulu e infila Donnarumma in diagonale, riportando la Lazio in parità. (agg. di Fabio Belli)

AMMONITI ESCALANTE E KRUNIC

Nel quarto d’ora conclusivo del primo tempo il possesso palla è saldamente in mano alla Lazio, col Milan che continua però a pressare ossessivamente i portatori di palla avversari. Due cartellini gialli tra il 40′ e il 41′, sanzionato prima Escalante per aver fermato una ripartenza di Theo Hernandez, quindi giallo per Krunic per un fallo commesso proprio su Escalante. Al 43′ brivido per Donnarumma con Luis Alberto che trova una grande parabola direttamente su calcio d’angolo, il portiere rossonero respinge coi pugni appena avanti la linea di porta. 4′ di recupero ma solo nel finale Lazio pericolosa, Luis Alberto mette un cross sul quale deve intervenire Donnarumma che riesce ad allontanare la palla con una mano sola. (agg. di Fabio Belli)

CALHANOGLU, POI LUIS ALBERTO

Al quarto d’ora è già raddoppio Milan, con un intervento in scivolata di Patric su Rebic sanzionato con il calcio di rigore. Hakan Calhanoglu è implacabile dal dischetto, la Lazio è sulle gambe ma prova a riorganizzarsi. Suona la riscossa Correa, che scappa via costringendo Donnarumma alla deviazione in angolo. Sul conseguente corner, proprio l’argentino prende un pestone da Kalulu: Di Bello al VAR concede il calcio di rigore. Donnarumma è super sulla trasformazione di Immobile, ma irrompe Luis Alberto che di testa, con perfetta scelta di tempo, insacca. Al 31′ proprio Correa deve alzare bandiera bianca e viene sostituito da Muriqi. (agg. di Fabio Belli)

INCORNA REBIC!

E’ il Milan ad avere la prima occasione della partita. Al 5′ buona iniziativa di Kalulu che scarica su Rebic, lesto a servire Calhanoglu che lascia partire una conclusione dal limite che sorvola di poco la traversa. Risponde la Lazio all’8′ con una gran botta di Radu, c’è la potenza ma non la precisione. Al 10′ però i rossoneri passano: calcio d’angolo battuto da Calhanoglu, Marusic si perde completamente Rebic che stacca comodamente di testa e realizza il vantaggio rossonero, ma la dormita collettiva della difesa laziale è decisamente da censurare nell’occasione. Lazio stordita, Leao si allarga bene sulla destra e cerca il primo palo, Rebic controlla in due tempi. (agg. di Fabio Belli)

FORMAZIONI UFFICIALI, VIA!

La diretta di Milan Lazio ci mostra due squadre in forma come ci dicono anche i numeri ottenuti fino a questo momento. I rossoneri sono sorprendentemente in testa alla classifica con 31 punti e unica imbattuta del campionato oltre alla Juventus. Finora sono arrivate 9 vittorie e 4 pareggi. L’attacco sta facendo davvero molto bene con 29 reti siglate, meglio solo i cugini dell’Inter che ne hanno siglati 32. La difesa è la terza del campionato con 14 reti incassate, meglio solo il Verona a 12 e la Juventus con 10. Dall’altro lato c’è una Lazio che ha iniziato con qualche difficoltà e ora si è rialzata macinando punto su punto. Nell’ultima giornata è arrivata la definitiva rinascita grazie alla vittoria per 2-0 contro il Napoli. I punti raccolti sono 21 con 6 successi, 3 pari e 4 ko. C’è equilibrio tra reti fatte e subite che sono 20. Staremo a vedere come si aggiorneranno questi numeri dopo la gara di oggi a San Siro. Ecco ora le formazioni ufficiali di Milan Lazio, finalmente la partita comincia! MILAN (4-2-3-1): G. Donnarumma; Calabria, Kalulu, A. Romagnoli, T. Hernandez; Tonali, Krunic; Saelemaekers, Calhanoglu, Rebic; Rafael Leao. Allenatore: Stefano Pioli LAZIO (3-5-2): Reina; Patric, Luiz Felipe, S. Radu; M. Lazzari, S. Milinkovic-Savic, Escalante, Luis Alberto, Marusic; J. Correa, Immobile. Allenatore: Simone Inzaghi

DIRETTA MILAN LAZIO: GLI ALLENATORI

Stefano Pioli e Simone Inzaghi si sfidano nella diretta di Milan Lazio. Pioli si ritrova di fronte al suo passato visto che è stato tecnico dei biancocelesti dal 12 giugno del 2014 al 3 aprile del 2016. In rossonero ha condotto 54 partite con una media di 2.06 punti a partita. Allenatore pragmatico e con una buona esperienza. In carriera ha guadagnato grande fiducia nei propri mezzi grazie a esperienze formative come quelle con Chievo, Bologna, Lazio appunto, Inter e Fiorentina. Dall’altra c’è un tecnico ancora giovane come Inzaghi che nonostante sia un classe 1976 ha già una buona esperienza risultando con la Lazio il secondo allenatore per tempo in carica nella squadra attuale dietro solo a Gian Piero Gasperini dell’Atalanta, sono 214 le panchine biancocelesti che ne fanno anche il più longevo di sempre nella storia del club. Il suo modulo preferito è il 3-5-2 anche se ha dimostrato nel tempo di saper far aggredire molto bene gli spazi grazie a una manovra avvolgente e a giocatori rapidi e tecnici.

MILAN LAZIO: I TESTA A TESTA

Sarebbe ovviamente troppo lungo citare tutti i precedenti di Milan Lazio: una delle partite più giocate in Serie A, nelle ultime 10 sfide ha anche rappresentato due semifinali di Coppa Italia con qualificazione andata ai rossoneri nella prima occasione e ai biancocelesti nella seconda. La Lazio ha espugnato San Siro per due volte nel 2019: appunto nel ritorno della semifinale di coppa grazie al gol di Joaquin Correa, ma qualche mese più tardi all’inizio della nuova stagione si è ripetuta in Serie A, andando in vantaggio con Ciro Immobile e trovando il gol della vittoria ancora con Correa, dopo che l’autorete di Bastos aveva rimesso le cose in equilibrio. Il Milan si è comunque difeso: poco prima della sfida di Coppa Italia la Lazio era arrivata a San Siro per il campionato e i rossoneri, che all’epoca erano allenati da Gennaro Gattuso, si erano presi la vittoria di misura grazie al gol messo a segno da Franck Kessié, nel finale e su calcio di rigore. L’ultimo pareggio al Meazza è invece lo 0-0 nell’andata della semifinale di cui sopra: stesso risultato all’Olimpico, ma poi ai calci di rigore l’aveva spuntata un Milan poi battuto 4-0 dalla Juventus in finale. (agg. di Claudio Franceschini)

MILAN LAZIO: LA SQUADRA DI INZAGHI È USCITA DAL LETARGO…

Milan Lazio, in diretta dallo stadio Giuseppe Meazza di San Siro, mercoledì 23 dicembre 2020 alle ore 20.45, sarà una sfida valevole per la quattordicesima giornata d’andata del campionato di Serie A. Sfida estremamente importante per la classifica e per le ambizioni di entrambe le squadre. Il Milan è ancora imbattuto in campionato e guida la classifica con un punto di vantaggio sull’Inter e 4 sulla Juventus. A Reggio Emilia contro il Sassuolo i rossoneri sono tornati alla vittoria e ora proveranno ad arrivare al Natale in vetta alla classifica, pur alle prese con assenze importanti: su tutte quella di Zlatan Ibrahimovic, poi a centrocampo mancheranno Bennacer e probabilmente Tonali, oltre a Kessié squalificato, e in difesa mancherà Kjaer. Problemi importanti anche per Simone Inzaghi, con Acerbi, Lucas Leiva e Correa che saranno fuori causa per infortunio, oltre ai lungodegenti Fares e Lulic. La vittoria di domenica sera contro il Napoli è stata fondamentale però per ritrovare fiducia per i biancazzurri, che per rilanciarsi dopo le ultime difficoltà in campionato dovrà però dare continuità al suo cammino e provare a fare risultato anche a San Siro.

PROBABILI FORMAZIONI MILAN LAZIO

Vediamo adesso le probabili formazioni nella diretta di Milan Lazio, sfida che andrà in scena presso lo stadio Giuseppe Meazza di Milano. I padroni di casa saranno schierati dal tecnico Stefano Pioli con un 4-2-3-1: G. Donnarumma; Calabria, Kalulu, Romagnoli, Theo Hernandez; Calhanoglu, Krunic; Saelemaekers, Diaz, Hauge; Leao. Gli ospiti guidati in panchina da Simone Inzaghi schiereranno questo undici dal primo minuto, con un 3-5-2 come modulo di partenza: Reina; Luiz Felipe, Hoedt, Radu; Lazzari, Milinkovic-Savic, Escalante, Luis Alberto, Marusic; Caicedo, Immobile.

LE QUOTE PER LE SCOMMESSE

Per chi vorrà scommettere sulla sfida del campionato di Serie A Milan Lazio, l’agenzia di scommesse Snai offre le quote sul match con la vittoria interna fissata a 2.20, l’eventuale pareggio proposto a una quota di 3.75, mentre chi vorrà puntare sull’affermazione in trasferta, la quota offerta è di 3.00.



© RIPRODUZIONE RISERVATA