DIRETTA/ Milan Udinese (risultato finale 4-2): buona la prima per i rossoneri

- Fabio Belli

Diretta Milan Udinese (risultato finale 4-2) streaming video tv della partita valevole per la 1^ giornata di Serie A. Buona la prima per i campioni d’Italia che mettono in riga i friulani.

Pioli Milan Serie A
Diretta Milan Napoli, Serie A 7^ giornata (Foto LaPresse)

DIRETTA MILAN UDINESE (RISULTATO FINALE 4-2): BUONA LA PRIMA PER I ROSSONERI

A poco meno di venti minuti dal novantesimo De Ketelaere fa il suo esordio in Serie A con la maglia del Milan prendendo il posto di Brahim Díaz, gol e assist per lo spagnolo di origine marocchina. Dentro anche Giroud che rileva Rebić – doppietta per il croato che deve riscattare un’annata anonima – e Saelemaekers che sostituisce Messias, per distacco il peggiore dei rossoneri. Al 75’ grande azione personale di Leão che prende palla, si accentra e sfiora la traversa, se fosse entrata sarebbe venuto giù il Meazza. Successivamente ci prova l’esperto attaccante francese che viene murato da Nuytinck. I ritmi diventano più bassi, i campioni d’Italia decidono saggiamente di gestire il 4-2 fino al triplice fischio, l’Udinese non ne ha più e alza bandiera bianca dopo aver accarezzato l’impresa soprattutto nella prima frazione di gioco. L’ultimo ad arrendersi è Samardzić che a ridosso del novantesimo ubriaca Pobega con una serie di finte e scalda i guantoni di Pobega. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA MILAN UDINESE STREAMING VIDEO TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Milan Udinese non sarà una di quelle che per questa 1^ giornata di campionato verranno trasmesse sui canali della televisione satellitare. Di conseguenza l’unico modo per assistere a Milan Udinese sarà quello della diretta streaming video, tramite la piattaforma DAZN (anche questa in abbonamento) che fornisce l’intera programmazione del massimo campionato di calcio, e la cui attivazione può passare anche attraverso una smart tv che sia dotata di connessione a internet oltre che alla apposita app. Gli abbonati sia a Sky sia a DAZN potranno seguire il match tramite Sky Q dove è stata reinserita l’app di DAZN.

4-2, DOPPIETTA DI REBIĆ!

Nelle fila del Milan si fa sentire l’assenza di Tonali, senza di lui si creano dei buchi impressionanti nella metà campo rossonera con i giocatori dell’Udinese che affondano fin troppo facilmente per vie centrali senza trovare la finalizzazione vincente. I campioni d’Italia vogliono chiuderla e al 63’ si procurano un calcio di punizione dal limite con Theo Hernández che va direttamente in porta, il pallone si abbassa troppo tardi e oltre alla barriera dei friulani sorvola anche la traversa. Gara che resta comunque aperta con la formazione allenata da Sottil che sta vendendo cara la pelle e in più occasioni ha messo in difficoltà gli uomini di Pioli. Ma al 68’ gli ospiti capitolano per la quarta volta con Brahim Díaz che apparecchia la tavola per Rebić, doppietta per il centravanti croato che firma il 4-2{agg. di Stefano Belli}

3-2, SI SBLOCCA BRAHIM DÍAZ!

Al Milan bastano pochi secondi per riportarsi in vantaggio: ennesima discesa sulla fascia sinistra di Theo Hernández che crossa verso il centro dell’area di rigore, Masina – proprio lui che aveva pareggiato i conti a pochi istanti dalla pausa sfruttando una dormita colossale di Messias – prova a intercettare il traversone ma il suo intervento diventa una sponda perfetta per Brahim Díaz che ringrazia e gonfia la rete per il 3 a 2 dei rossoneri. Partita bellissima a San Siro, alla faccia di chi pensava che i campioni d’Italia avrebbero fatto un sol boccone dell’Udinese. E c’è grande attesa per i nuovi acquisti dei rossoneri, su tutti De Ketelaere e Origi. Manca ancora tanto al novantesimo e tutto può ancora succedere, i tifosi friulani non si disperino: la squadra di Pioli balla parecchio in difesa, come dimostrano i numerosi tentativi di contropiede dei ragazzi di Sottil… {agg. di Stefano Belli}

2-2, MASINA AMMUTOLISCE SAN SIRO

Allo scoccare della mezz’ora il Milan si fa trovare scoperto in difesa e l’Udinese riparte a testa bassa con Deulofeu e Success che si dirigono a tutta velocità verso la porta di Maignan, lo spagnolo invece di servire il compagno si intestardisce e viene fermato da un eroico Kalulu che salva il risultato con un recupero fenomenale. Poco dopo i rossoneri battono un calcio di punizione con Bennacer che cerca la porta ma la sua conclusione si spegne mestamente sul fondo, senza impensierire più di tanto la retroguardia friulana. Dopodiché non succede nient’altro di significativo – a parte un’uscita di Silvestri ad anticipare Rebic – fino all’ultimo minuto di recupero – ne sono stati concessi quattro per le interruzioni dovute agli interventi del VAR e al cooling break – quando Masina sbuca alle spalle di Messias e firma il 2-2 con un colpo di testa che ammutolisce San Siro. Chissà se nella ripresa vedremo in azione i nuovi acquisti dei campioni d’Italia come De Ketelaere, Origi e Pobega, quest’ultimo reduce da delle ottime annate con le maglie di Pordenone e Torino. {agg. di Stefano Belli}

2-1, REBIC RIBALTA LA SITUAZIONE

È nuovamente cambiato il punteggio di Milan-Udinese con i campioni d’Italia che conducono per 2-1 dopo lo svantaggio iniziale. Il gol di Becão nelle battute iniziali del match valevole per la giornata inaugurale del campionato di Serie A ha provocato la reazione veemente dei rossoneri che in meno di cinque minuti ribaltano completamente la situazione. Il rigore trasformato da Theo Hernández e la conclusione vincente di Rebic, servito splendidamente da Calabria – a sua volta innescato da una splendida giocata di Brahim Díaz – costringono i friulani a inseguire. Gli uomini di Pioli non hanno nessuna intenzione di accontentarsi e amministrare, al 18’ ci prova Leão da fuori con il sinistro, il portoghese di origini angolane non inquadra il bersaglio e i padroni di casa devono rimandare l’appuntamento con il tris. Sottil deve pescare il coniglio dal cilindro se non vuole incassare una sconfitta pesante nel giorno del suo esordio in Serie A – come allenatore. {agg. di Stefano Belli}

1-1, THEO HERNÁNDEZ RISPONDE A BECÃO!

L’attesa è finita, la Serie A riapre i battenti con i campioni d’Italia del Milan che ospitano l’Udinese a San Siro per la giornata inaugurale della stagione 2022-2023. Prima del fischio d’inizio dell’arbitro Marinelli è stato osservato un minuto di silenzio per ricordare l’ex-portiere Villiam Vecchi, scomparso di recente. I friulani non sono in visita di piacere e mettono le cose in chiaro già al 2’: calcio d’angolo di Deulofeu che disegna una traiettoria perfetta per l’inserimento di Becão che colpisce di testa il pallone e lo deposita in rete alle spalle di Maignan. Cala il gelo sul Meazza, nessuno si aspettava una partenza falsa dei rossoneri, protagonisti di un’ottima pre-season dove avevano ben figurato soprattutto i nuovi acquisti che al momento siedono in panchina, a cominciare da De Ketelaere acclamatissimo dai tifosi. I padroni di casa potrebbero pareggiare i conti già al 7’ con Calabria che non coglie l’attimo davanti alla porta sguarnita e si infortuna alla gamba destra scontrandosi con Soppy all’interno dell’area di rigore. Un contatto inizialmente non punito dal direttore di gara che dopo la segnalazione del VAR e l’on-field-review torna sui suoi passi indicando il dischetto. Theo Hernández dagli undici metri non sbaglia e fa 1-1{agg. di Stefano Belli}

FORMAZIONI UFFICIALI, VIA!

Milan Udinese sarà diretta fra pochi minuti da Livio Marinelli, coadiuvato dagli assistenti Matteo Bottegoni e Mauro Galetto. Il quarto uomo sarà Matteo Gariglio con var Paolo Silvio Mazzoleni e Avar Marco Bresmes. Livio Marinelli è nato a Tivoli il 6 novembre del 1984 ed è di professione maresciallo dell’Esercito italiano per il settimo reggimento degli alpini. È stato anche impiegato in missione di pace nella guerra in Afghanistan. La sua carriera da fischietto l’ha iniziata nel 2002 per arrivare in Serie D nel 2008. I professionisti li vede nel 2012 in Lega Pro per poi salire in B nel 2016. Il suo debutto arriva il 25 ottobre del 2017 in Atalanta Verona gara vinta per 3-0. Si tratta di un arbitro rigido ma moderno che lascia correre le azioni ma non manca di rispettare sempre e comunque il regolamento. In carriera ha diretto 188 partite ufficiali tirando fuori 833 cartellini gialli e con 26 rossi per doppia ammonizione e altrettanti per rosso diretto. Sono 56 invece i calci di rigore che ha fischiato.

Adesso però la parola passa al campo: leggiamo le formazioni ufficiali di Milan Udinese che finalmente comincia! MILAN (4-2-3-1): Maignan; Calabria, Kalulu, Tomori, Theo Hernandez; Krunic, Bennacer; Messias, Diaz, Leao; Rebic. All. Pioli. UDINESE (3-5-2): Silvestri; Becao, Nuytinck, Perez; Soppy, Pereyra, Walace, Makengo, Masina; Success, Deulofeu. All. Sottil. (Agg. di Matteo Fantozzi)

DIRETTA MILAN UDINESE: ALLENATORI A CONFRONTO

Pioli vs. Sottil, anche i due allenatori saranno al centro dell’attenzione per la diretta di Milan Udinese. Sarà il primo incrocio tra i professionisti tra Stefano Pioli e Andrea Sottil. Il tecnico del Milan ha conquistato nella scorsa stagione il primo Scudetto in carriera, mentre per Sottil, dopo una lunga gavetta nelle serie inferiori iniziata nel 2011, questa sarà la prima partita in assoluto da allenatore nelle serie inferiori.

Sfida dunque assolutamente inedita tra i due tecnici, anche se Milan-Udinese è una sfida classifica della Serie A, rossoneri e bianconeri si affrontano per la 95° volta in Serie A, i successi del Milan sono 41, con 17 successi friulani e 36 pareggi. Sottil nella scorsa stagione ha guidato l’Ascoli in Serie B, conquistando la qualificazione ai play off. Per Pioli lo Scudetto della scorsa stagione è stato invece il primo titolo da allenatore in 14 annate da allenatore in Serie A. (agg. di Fabio Belli)

IL TESTA A TESTA STORICO

Soffermiamoci ora sui precedenti della diretta di Milan Udinese. Allo Stadio San Siro di Milano il match si è disputato fino a oggi in 47 occasioni in Serie A col bilancio nettamente in favore dei rossoneri in grado di vincere 40 volte. Sono 35 i pareggi mentre 17 i successi dei friulani. I meneghini hanno segnato 102 gol mentre i friulani 51 esattamente la metà. La partita col maggior numero di gol è un 4-4 della stagione 2010/11 in cui furono protagonisti Antonio Di Natale e Alexandre Pato entrambi autori di una doppietta. Gli altri gol furono messi a segno da Sanchez, Ibrahimovic e Denis con un autogol di Benatia.

Nella scorsa stagione le due squadre si sono fermate sull’1-1 con i gol di Leao e Udogie. Il Milan non vince in casa contro questo avversario da un 3-2 del gennaio 2020. La gara fu aperta al sesto minuto grazie a una giocata di Stryger Larson con pareggio pronti via nella ripresa di Rebic. La ribaltava Hernandez con pari nel finale di Lasagna. la rete decisiva la siglò Rebic al 93esimo. I bianconeri non vincono a San Siro dal settembre 2016 con gol di Perica nel finale. (Aggiornamento di Matteo Fantozzi)

PRIMA FACILE PER I CAMPIONI IN CARICA!

Milan Udinese, in diretta sabato 13 agosto 2022 alle ore 18.30 presso lo stadio Giuseppe Meazza di Milano, sarà una sfida valida per la 1^ giornata del campionato di Serie A. Tornano in campo i campioni d’Italia: il Milan riparte dopo lo Scudetto conquistato nel testa a testa mozzafiato con l’Inter della scorsa stagione, con i rossoneri di nuovo sul tetto d’Italia dopo 11 anni di attesa. Un ciclo ora da consolidare con Pioli che ha mantenuto l’ossatura della squadra dello scorso anno, aggiungendo il talento del belga De Ketelaere.

Per l’Udinese sarà l’ennesimo anno zero dopo la salvezza tranquilla della scorsa stagione, consolidata soprattutto dopo il cambio della guardia tra Gotti e Cioffi in panchina. I friulani ora sono guidati da Andrea Sottil, all’esordio in Serie A e reduce da un’ottima stagione alla guida dell’Ascoli. Nella scorsa stagione le due squadre hanno pareggiato 1-1 nella sfida disputata a San Siro, il 19 gennaio 2020 il Milan ha vinto 3-2 l’ultimo precedente interno contro i friulani che non vincono in casa dei rossoneri dallo 0-1 dell’11 settembre 2016 firmato da un gol di Perica.

PROBABILI FORMAZIONI MILAN UDINESE

Le probabili formazioni della diretta Milan Udinese, match che andrà in scena allo stadio Giuseppe Meazza di Milano. Per il Milan, Stefano Pioli schiererà la squadra con un 4-2-3-1 come modulo. Questa la formazione di partenza: Maignan; Calabria, Kalulu, Tomori, Theo Hernandez; Krunic, Bennacer; Messias, Brahim Diaz, Leao; Giroud. Risponderà l’Udinese allenata da Andrea Sottil con un 3-5-2 così schierato dal primo minuto: Silvestri; Becão, Bijol, Nuytinck; Soppy, Pereyra, Walace, Makengo, Udogie; Deulofeu, Success.

LE QUOTE PER LE SCOMMESSE

Per chi vorrà scommettere sulla diretta Milan Udinese, ecco le quote fissate dall’agenzia di scommesse Snai per l’amichevole. La vittoria del Milan con il segno 1 viene proposta a una quota di 1.40, l’eventuale pareggio con il segno X viene offerto a una quota di 4.75, mentre l’eventuale successo dell’Udinese, abbinato al segno 2, viene fissato a una quota di 8.00.





© RIPRODUZIONE RISERVATA