DIRETTA/ Parma Lazio (risultato finale 0-2): i ducali perdono ancora!

- Fabio Belli

Diretta Parma Lazio. Streaming video e tv del match valevole per la diciassettesima giornata d’andata del campionato di Serie A.

Parma Lazio
Diretta Parma Lazio: un precedente (Foto LaPresse)

DIRETTA PARMA LAZIO (RISULTATO FINALE 0-2): I DUCALI PERDONO ANCORA!

Il ritorno di D’Aversa non è bastato a risollevare il Parma che perde anche contro la Lazio per 0-2. Inzaghi toglie gli autori dei due gol che decidono la contesa, Luis Alberto e Caicedo, per inserire Akpa Akpro (che si fa subito ammonire) e Andreas Pereira, una mossa precauzionale in vista del derby di venerdì prossimo; Lazzari lamenta dolori alla schiena e viene rilevato da Patric mentre Djavan Anderson fa rifiatare Marusic. I cambi indeboliscono i biancocelesti che continuano ad avere tanti spazi in contropiede con i ducali sempre più sbilanciati in avanti nel disperato tentativo di riaprire il match. All’80’ l’ex-giocatore del Manchester United sfiora il palo alla destra di Sepe. Immobile non vuole restare a bocca asciutta e vuole mettere il sigillo, il suo tiro viene però murato da Balogh che ci mette letteralmente il corpo e salva i suoi dallo 0-3. Dall’altra parte Mihaila non impensierisce Reina, poi più nulla con gli ospiti che amministrano fino al triplice fischio di Pairetto. {agg. di Stefano Belli}

RADDOPPIO DI CAICEDO

A venti minuti dal novantesimo è aumentato il vantaggio della Lazio sul Parma con gli uomini di Simone Inzaghi che conducono per 2 a 0. Dopo aver sbloccato la contesa all’inizio del secondo tempo, al 60’ Luis Alberto manca clamorosamente l’appuntamento con la doppietta personale sbagliando quello che poteva essere il gol più facile della sua carriera, Sepe può tirare un grosso sospiro di sollievo per lo scampato pericolo. D’Aversa rende più aggressiva la sua formazione con l’inserimento di Inglese al posto di Brugman ma in contropiede i ducali vengono nuovamente infilati dai biancocelesti: al 67’ Immobile inventa un corridoio geniale per Milinkovic-Savic che con un pallonetto scavalca l’estremo difensore avversario e confeziona un assist delizioso per Caicedo che deve solo buttarla dentro. Non è ancora finita al Tardini ma è evidente che ai padroni di casa adesso serva un’impresa per evitare il quinto KO consecutivo. {agg. di Stefano Belli}

GOL DI LUIS ALBERTO

Dopo i primi dieci minuti del secondo tempo è cambiato il punteggio al Tardini tra Parma e Lazio con i biancocelesti avanti per 1 a 0. Gli uomini di Simone Inzaghi rientrano in campo con il piglio giusto e si presentano nuovamente dalle parti di Sepe con Immobile che al 50’ salta anche il portiere dei ducali ma si allunga troppo il pallone che esce sul fondo. Dall’altra parte Gervinho avanza furiosamente per vie centrali, entra in area e a quel punto esagera facendosi rimontare da Luiz Felipe che poi pasticcia un attimo con Reina e per poco non combina la frittata. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo Acerbi non trova la porta da praticamente un metro, a quel punto deve entrare in azione Lazzari che apparecchia la tavola per Luis Alberto: il regista spagnolo non sbaglia e sblocca la contesa. {agg. di Stefano Belli}

UN PAIO DI OCCASIONI PER CAICEDO

Parma e Lazio vanno al riposo sul punteggio di 0-0, non si sono visti gol nel primo tempo ma le emozioni non sono mancate con gli uomini di Simone Inzaghi che hanno fatto la partita e quelli di Roberto D’Aversa che si sono resi minacciosi in contropiede. Poco dopo la mezz’ora Caicedo si presenta davanti a Sepe che rimane in piedi e gli chiude lo specchio della porta, i padroni di casa ripartono con Gervinho che semina tutti e apre per Brugman che poi rovina tutto con un improbabile tocco di tacco. Scampato il pericolo i biancocelesti tornano ad attaccare con Marusic che calcia addosso all’ex-portiere di Empoli e Napoli e Immobile che innesca un autentico flipper nell’area di rigore avversaria, con il pallone che non vuole assolutamente saperne di entrare. Nel frattempo si fa male Valenti che deve lasciare il posto a Balogh, da monitorare le condizioni di Osorio e Acerbi che non stanno benissimo e restano in campo stringendo i denti. {agg. di Stefano Belli}

MIRACOLO DI REINA SU CORNELIUS

Alla mezz’ora del primo tempo Parma e Lazio restano sempre sullo 0-0. Il punteggio non si sblocca nonostante i tentativi delle due squadre di trovare la via del gol, all’11’ Luis Alberto la butta dentro ma a gioco fermo perché il guardalinee segnala il fuorigioco di Caicedo che aveva partecipato all’azione. I ducali si rendono pericolosi in contropiede con il solito Sohm che al 12’ non libera il tiro solamente per la preziosissima chiusura di Radu che gli concede il fallo laterale. Al quarto d’ora Sepe dai pali con i tempi giusti e anticipa Marusic che stava per colpire il pallone di testa, sessanta secondi più tardi Immobile apre per l’attaccante ecuadoriano che manca il bersaglio. Al 18’ Lazzari accelera sulla corsia di sinistra, i giocatori di D’Aversa gli concedono fin troppo spazio permettendogli di addentrarsi nell’area di rigore senza però trovare compagni da servire. Al 26’ occasione colossale per Cornelius che sovrasta fisicamente Marusic e prende l’ascensore, un miracoloso Reina gli impedisce di portare in vantaggio i suoi con una parata fuori dal comune. {agg. di Stefano Belli}

SOHM SPAVENTA REINA

Al Tardini è cominciata la sfida tra Parma e Lazio, quando siamo giunti al decimo minuto del primo tempo il punteggio rimane fermo sullo 0-0. I biancocelesti provano a impostare la manovra con Luis Alberto che non trova però corridoi per servire uno tra Caicedo e Immobile. Atteggiamento più prudente da parte dei ducali di D’Aversa che ha preso il posto di Liverani, tutti dietro la linea del pallone con Valenti che al 4’ ribatte il destro di Milinkovic-Savic. Due minuti più tardi arriva la risposta dei padroni di casa con la gran botta di Kurtic che abbatte Luiz Felipe, il difensore brasiliano si rialza intontito ma sembra in grado di proseguire il match. Al 9’ gli ospiti sbandano con Radu che buca l’intervento, Gervinho apre per Sohm che spaventa Reina con un gran bel tiro che termina appena sopra la traversa. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA PARMA LAZIO STREAMING VIDEO TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Parma Lazio sarà riservata ai possessori di un abbonamento alla televisione satellitare: per loro appuntamento in esclusiva su Sky Sport, con la consueta possibilità (che non comporta costi aggiuntivi) di seguire questa partita di Serie A anche tramite il servizio di diretta streaming video, semplicemente attivando l’applicazione Sky Go su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone.

LE FORMAZIONI UFFICIALI

Per Parma Lazio ormai è tutto pronto: ci resta il tempo di leggere le statistiche stagionali delle due formazioni in Serie A per provare a inquadrare cosa potrebbe succedere allo stadio Ennio Tardini. Per i padroni di casa del Parma è un momento molto difficile: appena 12 punti in classifica, frutto di due vittorie, sei pareggi e otto sconfitte. Anche la differenza reti (-18) è impietosa con gli emiliani, che hanno infatti segnato appena 13 gol, subendone invece 31. Anche la Lazio, fatte le debite proporzioni, finora è rimasta sotto le aspettative: contiamo comunque 25 punti con sette vittorie, quattro pareggi e cinque sconfitte nel ruolino di marcia. La differenza reti per i biancocelesti è pari a zero, perché la squadra di Simone Inzaghi ha segnato e subito 25 gol. Adesso però basta parole e numeri: la partita sta davvero cominciando, dunque leggiamo le formazioni ufficiali di Parma Lazio e poi la parola passa al campo! PARMA (4-3-3): Sepe; Busi, Osorio, Bruno Alves, Giu. Pezzella; Hernani, Brugman, Kurtic; Brunetta, Inglese, Gervinho. Allenatore: Roberto D’Aversa LAZIO (3-5-2): Reina; Luiz Felipe, Acerbi, S. Radu; M. Lazzari, S. Milinkovic-Savic, Lucas Leiva, Luis Alberto, Marusic; Immobile, Caicedo. Allenatore: Simone Inzaghi (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

DIRETTA PARMA LAZIO: TORNA D’AVERSA

La diretta di Parma Lazio, attesa sfida della 17^ giornata di Serie A, pure segnarla l’atteso ritorno di Romero D’aversa sulla panchina dei ducali. Complici gli ultimi risultati ben poco soddisfacenti ottenuti dai gialloblu nelle ultime giornate (con anche l’ultimo 3-0 subito contro l’Atalanta solo pochi giorni fa), la società emiliana ha deciso di esonerare Liverani e di richiamare a sé proprio l’allenatore si Stoccarda classe 1975, che pure aveva lasciato il posto nello spogliatoio solo lo scorso 23 agosto. Per D’Aversa dunque è grande ritorno nella famiglia ducale, con la quale in precedenza aveva messo pure a tabella la bellezza di 149 precedenti (per una media punti di 1.52). Pur di secondo corso, per D’Aversa sarà dunque oggi la sua presenza numero 150 con il Parma: quale miglior regalo dunque se non una vittoria casalinga, pur contro l’ostica Lazio? Vedremo però che dirà il campo. (agg Michela Colombo)

PARMA LAZIO: I TESTA A TESTA

Parma Lazio, che comincia tra poco, ci riporta ad un momento della storia italiana ormai lontano 20 anni: era l’epoca delle sette sorelle, quando a giocarsi la vittoria dello scudetto c’erano anche squadre come quella ducale. Purtroppo l’epopea di Stefano Tanzi e Sergio Cragnotti sarebbe terminata presto e in maniera rovinosa; in quelle stagioni però Parma e Lazio erano state straordinarie protagoniste affermandosi anche in Europa, e scambiandosi parecchi giocatori (tra i tanti possiamo ricordare Hernan Crespo, Matias Almeyda, Sergio Conceiçao e Nestor Sensini). Parlando di sfide dirette, Roberto D’Aversa torna ad allenare il Parma contro una squadra contro cui i gialloblu hanno perso nelle ultime otto occasioni, e che non battono da 11 partite: una vera bestia nera in un momento delicatissimo per la società, tanto che per trovare l’ultima vittoria dobbiamo tornare al marzo 2012, successo targato Roberto Donadoni e arrivato grazie ai gol di McDonald Mariga e Sergio Floccari – altro doppio ex e autore di una doppietta – con la rete biancoceleste di Lionel Scaloni. La Lazio ha vinto le ultime tre partite che sono state disputate al Tardini: nel febbraio 2020 abbiamo avuto la più recente, risolta dal gol di Felipe Caicedo nel finale del primo tempo. (agg. di Claudio Franceschini)

PARMA LAZIO: TRASFERTA DIFFICILE PER INZAGHI!

Parma Lazio, in diretta dallo stadio Ennio Tardini di Parma, in programma domenica 10 gennaio 2021 alle ore 15.00, sarà una sfida valevole per la diciassettesima giornata d’andata del campionato di Serie A. Nuovo inizio per gli emiliani che dopo l’ultima sconfitta a Bergamo contro l’Atalanta hanno deciso di ripartire richiamando l’allenatore artefice dei successi degli ultimi anni. Roberto D’Aversa, protagonista della scalata dei Ducali dalla Serie C alla Serie A e delle due salvezze consecutive ottenute, torna sulla panchina del Tardini ereditando una situazione difficile, col Parma terzultimo a braccetto col Torino in piena zona retrocessione.

L’avversario di turno sarà una Lazio ancora alle prese con una classifica deludente, solo ottavi i biancazzurri dopo il grande exploit della passata stagione. La vittoria interna contro la Fiorentina nel giorno dell’Epifania è stata comunque un’importante boccata d’ossigeno per gli uomini di Simone Inzaghi, che cercheranno ora di dare continuità al loro cammino per restare agganciati al treno della classifica che porta in Europa e per prepararsi al meglio al cruciale appuntamento del derby di venerdì prossimo.

PROBABILI FORMAZIONI PARMA LAZIO

Le probabili formazioni di Parma Lazio, sfida che andrà in scena presso lo stadio Tardini di Parma. I padroni di casa saranno schierati dal tecnico Roberto D’Aversa con un 4-3-3: Sepe; Laurini, Alves, Valenti, Gius. Pezzella; Hernani, Sohm, Kurtic; Mihaila, Inglese, Brunetta. Gli ospiti guidati in panchina da Simone Inzaghi schiereranno questo undici dal primo minuto, con un 3-5-2 come modulo di partenza: Strakosha; Patric, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic-Savic, Lucas Leiva, Luis Alberto, Marusic; Caicedo, Immobile.

LE QUOTE PER LE SCOMMESSE

Per chi vorrà scommettere sulla sfida del campionato di Serie A tra Parma e Lazio, l’agenzia di scommesse Snai offre le quote sul match con la vittoria interna fissata a 5.25, l’eventuale pareggio proposto a una quota di 4.00, mentre chi vorrà puntare sull’affermazione in trasferta, la quota offerta è di 1.60.

© RIPRODUZIONE RISERVATA