Diretta/ Pisa Perugia (risultato finale 1-1): Chichizola para un rigore a Lucca!

- Fabio Belli

Diretta Pisa Perugia, streaming video e tv: probabili formazioni, quote, risultato live del match della quindicesima giornata d’andata di Serie B.

Mastinu Van de Looi Pisa Brescia lapresse 2021 640x300
Diretta Brescia Pisa, Serie B 14^ giornata (Foto LaPresse)

DIRETTA PISA PERUGIA (RISULTATO 1-1): TRIPLICE FISCHIO

Allo Stadio Arena Garibaldi-Romeo Anconetani le formazioni di Pisa e Perugia non vanno oltre un pareggio per 1 a 1. Nel primo tempo i padroni di casa ci provano subito con Sibilli ma gli ospiti non si lasciano impressionare e rsipondono con Lisi e De Luca prima che i toscani riescano a passare in vantaggio all’11’ grazie alla rete messa a segno da Marsura. Impreciso invece il nuovo colpo di testa di De Luca sul fronte opposto al 28′. Nel secondo tempo i nerazzurri vanno a caccia del pareggio e nell’ultima parte dell’incontro De Luca ripristina la parità al 72′ trasformando il calcio di rigore fischiato con l’aiuto del VAR per fallo di Gucher su De Luca. Gli umbri rimangono in inferiorità numerica dal 79′ a causa del cartellino rosso per doppia ammonizione rimediato da Zanandrea in occasione del calcio di rigore concesso per fallo di Lucca ma parato da Chichizola proprio a Lucca all’81’. Il punto guadagnato quest’oggi consente rispettivamente al Pisa di portarsi a quota 29 ed al Perugia di salire a 22 punti nella classifica della Serie B. (cronaca Alessandro Rinoldi)

DIRETTA PISA PERUGIA STREAMING VIDEO TV: COME VEDERE LA PARTITA

Doppio appuntamento con la diretta tv di Pisa Perugia, o meglio: sulla televisione solo gli abbonati al satellite potranno seguire questa partita di Serie B selezionando i canali Sky Sport, con la possibilità di mobilità grazie all’applicazione Sky Go che non prevede costi aggiuntivi. L’alternativa è per i clienti della piattaforma DAZN e in questo caso si tratterà di una visione in diretta streaming video, attraverso dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone o utilizzando una smart tv con connessione a internet.

E’ INIZIATA LA RIPRESA

Arrivati al sessantacinquesimo minuto, ovvero passata ormai da qualche istante l’ora di gioco, il punteggio tra Pisa e Perugia è ancora saldamente bloccato sull’1 a 0 maturato nel corso del primo tempo. In queste prime battute del secondo tempo, iniziato senza sostituzioni da parte di entrambi gli allenatori delle due squadre, sono i nerazzurri a ripartire meglio andando a caccia dell’eventuale raddoppio a cominciare dal mancato appuntamento di Touré con la sfera sul lancio di Marsura al 48′. Intanto l’arbitro ha ammonito Zanandrea al 56′ tra i calciatori del Perugia. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

FINE PRIMO TEMPO

Al termine della prima frazione di gioco le formazioni di Pisa e Perugia sono da poco rientrate negli spogliatoi per l’intervallo sull’1 a 0 concretizzatosi in avvio. I minuti scorrono sul cronometro e le emozioni cominciano a scarseggiare nonostante siano i grifoni a suonare la carica in cerca dell’eventuale pareggio con un colpo di testa impreciso di De Luca al 28′. Fino a questo momento il direttore di gara Gianpiero Miele, proveniente dalla sezione di Nola, ha ammonito rispettivamente Beruatto al 21′ e Birindelli al 42′ da una parte, Kouan al 23′ dall’altra. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

FASE INIZIALE DEL MATCH

In Toscana la partita tra Pisa e Perugia è cominciata da poco più di una decina di minuti nel primo tempo ed il punteggio è già di 1 a 0. Nelle fasi iniziali dell’incontro sono i padroni di casa allenati da mister D’Angelo a cercare di prendere subito in mano il controllo delle operazioni affacciandosi in zona offensiva con Sibilli al 2′ ma gli ospiti guidati dal tecnico Alvini replicano immediatamente al 3′ con Lisi, oltre che con De Luca di testa al 10′. Ci pensa quindi Marsura a mettere a segno la rete del vantaggio dei toscani all’11’ con una gran conclusone all’angolino. Ecco le formazioni ufficiali: PISA (4-3-1-2) – Nicolas; Birindelli, Leverbe, Hermannsson, Beruatto; Touré, Nagy, Marin; Marsura; Sibilli, Lucca. All.: D’Angelo. PERUGIA (3-5-2) – Chichizola; Sgarbi, Dell’Orco, Zanandrea; Ferrarini, Segre, Burrai, Kouan, Lisi; Matos, De Luca. All.: Alvini. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

SI COMINCIA!

La diretta di Pisa Perugia prende il via tra pochi istanti e sarà molto interessante, ce lo dicono già i numeri che le due squadre hanno raccolto fino a questo momento. I nerazzurri sono la squadra capolista in grado di raccogliere 28 punti e di superare anche le difficoltà di due pari e un ko con due vittorie nelle ultime due gare giocate. La squadra ha collezionato fino a oggi 8 vittorie, 4 pareggi e appena 2 sconfitte. L’attacco sta facendo bene con 21 reti siglate, la difesa è la migliore del campionato grazie ad appena 11 reti incassate.

Dall’altra parte invece troviamo una squadra, come quella biancorossa, che ha 21 punti ed è in lotta per entrare in piena zona playoff, lontana 1 punto, ma che non deve nemmeno smettere di guardarsi dietro visto che i playout sono sotto di 6 lunghezze. La squadra finora ha collezionato 5 vittorie, 6 pari e 3 ko. L’attacco ha siglato 15 reti mentre la difesa ne ha incassate 13. Adesso è davvero il momento di metterci comodi e stare a vedere quello che ci dirà il terreno di gioco dell’Arena Garibaldi: finalmente la diretta di Pisa Perugia sta per cominciare!

PISA PERUGIA: I TESTA A TESTA

I precedenti della diretta di Pisa Perugia ci raccontano la storia di questo match. All’Arena Garibaldi il match si è disputato per altre 7 volte col bilancio che parla di 4 successi per i nerazzurri, 2 per il grifone e 1 pareggio. L’ultimo successo della squadra toscana contro questo avversario risale al febbraio del 2020, un match terminato col risultato finale di 1-0. La gara fu decisa al minuto 54 grazie a una giocata di Vido servito dentro da Marin.

Nel finale i padroni di casa rimanevano in inferiorità numerica per il rosso diretto combinato a Fabbro entrato per altro da pochi minuti in campo. L’ultima vittoria del Grifone a Pisa invece ci porta indietro di cinque anni quando nel novembre del 2016 gli ospiti si imposero per 0-1 grazie a una giocata di Nicastro al minuto 17. Ora però basta parlare di risultati del passato, aspettiamo di capire come andrà la gara di oggi.

PISA PERUGIA: TOSCANI LANCIATI!

Pisa Perugia, in diretta martedì 30 novembre 2021 alle ore 18.00 presso lo stadio Arena Garibaldi-Romeo Anconetani di Pisa, sarà una sfida valevole per la quindicesima giornata d’andata del campionato di Serie B. Il Pisa è balzato di nuovo in vetta alla classifica del campionato cadetto con due vittorie consecutive ottenute contro Benevento e Brescia. Due 1-0 consecutivi per i nerazzurri, particolarmente importanti perché ottenuti in veri e proprio big match contro formazioni d’alta classifica.

Il Perugia dopo il successo interno contro il Crotone non è riuscito a mettere in fila due vittorie consecutive tra le mura amiche pareggiando 1-1 contro il Cittadella, i Grifoni restano comunque a +6 sulla zona play out e staccati di una sola lunghezza dai play off. Il 29 febbraio 2020 il Pisa ha vinto 1-0 l’ultimo impegno interno contro il Perugia, che ha vinto per l’ultima volta in casa degli umbri con lo 0-1 del 5 novembre 2016.

PROBABILI FORMAZIONI PISA PERUGIA

Le probabili formazioni della diretta Pisa Perugia, match che andrà in scena all’Arena Garibaldi-Romeo Anconetani di Pisa. Per il PisaLuca D’Angelo schiererà la squadra con un 4-3-1-2 come modulo. Questa la formazione di partenza: Nicolas; Birindelli, Caracciolo, Leverbe, Beruatto; Marin, Nagy, Gucher; Sibilli; Lucca, Cohen. Risponderà il Perugia allenato da Massimiliano Alvini con un 3-4-1-2 così schierato dal primo minuto: Chichizola; Sgarbi, Curado, Dell’Orco; Falzerano, Santoro, Ghion, Segre, Lisi; Matos, De Luca.

PRONOSTICO E QUOTE

Diamo infine uno sguardo anche al pronostico su Pisa Perugia in base alle quote Snai. Il segno 1 riferito alla vittoria dei padroni di casa è quotato a 2.35 mentre viene fissato a 3.05 per il segno X in caso di pareggio e viene proposta una quota che moltiplica 3.25 volte la posta in palio sul segno 2 se vincesse la formazione ospite.

© RIPRODUZIONE RISERVATA