DIRETTA/ Pordenone Venezia (risultato finale 0-0) streaming DAZN: a reti bianche

- Claudio Franceschini

Diretta Pordenone Venezia streaming video DAZN: probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita valida per la 29^ giornata della Serie B, si gioca allo stadio Bottecchia.

Venezia
Il Venezia milita in Serie B (Foto LaPresse)

DIRETTA PORDENONE VENEZIA (RISULTATO FINALE 0-0): A RETI BIANCHE

Nonostante la superiorità numerica durata per quasi tutto il secondo tempo, il Venezia non è riuscito a colpire col Pordenone che ha mantenuto la porta inviolata, conquistando un prezioso punto interno considerando come si erano messe le cose dopo l’espulsione di Pasa. Il rigore sbagliato da Aramu ha sgonfiato le velleità dei lagunari e al 31′ i Ramarri hanno avuto una doppia chance per portarsi in vantaggio: prima un colpo di testa di Barison che finisce di poco a lato, quindi Burrai calcia un corner la cui traiettoria scavalca Lezzerini, ma Capello in acrobazia salva la porta del Venezia praticamente sulla linea. Viene ammonito Caligara, poi al 90′ Di Gregorio si oppone all’ultimo tentativo ospite di Vacca e il pareggio è cosa fatta. (agg. di Fabio Belli)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Pordenone Venezia non sarà disponibile: il campionato di Serie B è esclusiva, già dalla scorsa stagione, della piattaforma DAZN e dunque saranno solo gli abbonati a questo servizio che potranno assistere alle immagini della partita. Dovranno attivare la diretta streaming video su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone o eventualmente installare l’applicazione su una smart tv che sia dotata di connessione a internet.

PASA ESPULSO, ARAMU SBAGLIA RIGORE

A metà secondo tempo non si è ancora sbloccato il punteggio tra Pordenone e Venezia allo stadio Nereo Rocco di Trieste. La ripresa è partita però con una tegola non indifferente per i padroni di casa, è arrivato infatti al 7′ il secondo cartellino giallo per Pasa per gioco pericoloso su Aramu. Quindi, espulsione e Pordenone in dieci uomini, con Tesser che corre ai ripari inserendo Burrai al posto di Ciurria. Viene ammonito Fiordilino, poi al 14′ Capello spreca una buona chance per i lagunari calciando alto da posizione ravvicinata. La grande chance però il Venezia ce l’ha al 18′, calcio di rigore fischiato per fallo in area di Barison su Aramu: quest’ultimo va sul dischetto ma si fa ipnotizzare da Di Gregorio, che tiene a galla il Pordenone. Ammonito Barison per il fallo da rigore, ma il risultato resta sullo 0-0. (agg. di Fabio Belli)

POBEGA RISCHIA L’AUTOGOL

Reti bianche alla fine del primo tempo tra Pordenone e Venezia. Doppio tentativo di Gavazzi nella fase centrale della prima frazione, poi al 34′ arriva un cartellino giallo per Strizzolo, sanzionato per un intervento in ritardo su Fiordilino. Curiosamente il coolin’ break arriva intorno al 40′ minuto, ma il caldo non permette alle squadre di chiudere il primo tempo senza una pausa. L’ultimo sussulto invece lo regala una punizione di Aramu che viene deviata da Pobega verso la propria porta: il Pordenone si salva dall’autogol per gli ottimi riflessi di Di Gregorio, che sventa il vantaggio veneziano con le due squadre che vanno a riposo sullo 0-0. (agg. di Fabio Belli)

TRAVERSA DI MALEH!

Partenza a ritmi vivaci allo stadio Nereo Rocco di Trieste tra Pordenone e Venezia. All’11’ e al 13′ doppia occasione per i padroni di casa, col portiere dei lagunari Lezzerini che mostra grandi riflessi sulle conclusioni di Gavazzi e Pobega. Ma la migliore occasione della prima parte del match ce l’ha senza dubbio il Venezia al 17′, con una bella apertura di Fiordilino per Aramu che serve a sua volta Maleh, la cui conclusione mancina si infrange sulla traversa. Il primo ammonito della partita è Pasa per un fallo commesso proprio su Maleh, poi al 26′ ci prova Aramu su calcio di punizione, ma la sua conclusione viene deviata dalla barriera e il risultato a metà primo tempo resta sullo 0-0 tra Ramarri e lagunari. (agg. di Fabio Belli)

FORMAZIONI UFFICIALI!

Comincia la diretta di Pordenone Venezia, e già le formazioni ufficiali della partita stanno per fare il loro ingresso in campo: nell’attesa andiamo a ricordare che statistiche si leggevano per i due club, prima dello stop per la pandemia. Alla vigilia della 29^ giornata la classifica ci ricorda per i ramarri la quarta posizione, con 45 punti e un tabellino con 13 successi e 6 pareggi a cui aggiungiamo 37 gol fatti e 34 subiti. Numeri ben differenti per il Venezia, che invece lotta per la sopravvivenza in questo finale di stagione: gli arancioneriverdi sono ora solo al 16^ gradino con 32 punti e un tabellino che ci ricorda di 7 successi e 10 pari. Il Venezia inoltre finora ha segnato 26 gol ma ne ha incassati ben 33. Diamo quindi la parola al campo, perché finalmente Pordenone Venezia comincia! PORDENONE (4-3-1-2): Di Gregorio; Semenzato, Camporese, Barison, De Agostini; Misuraca, Pasa, Pobega; Gavazzi; Ciurria, Strizzolo. Allenatore: Attilio Tesser VENEZIA (4-3-1-2): Lezzerini; Fiordaliso, Casale, Ceccaroni, Molinaro; Lollo, Fiordilino, Maleh; Aramu; Longo, A. Capello. Allenatore: Alessio Dionisi (agg Michela Colombo)

I TESTA A TESTA

Per la diretta di Serie B Pordenone Venezia sarà il caso ora anche di andare a controllare lo storico che unisce i due club, protagonisti nella 29^ giornata di campionato, con cui si aprono i battenti della cadetteria. Dati alla mano ecco che allora possiamo subito leggere a tabella ben pochi precedenti: se ne contando solo sei ufficiali, occorsi dal 2014 a oggi e tra terzo e secondo campionato, oltre che in Coppa Italia. Nel complesso possiamo poi leggere di ben 3 successi dei ramarri nello scontro diretto e di sole due vittorie per i veneziani: uno solo il pareggio recuperato entro i 90 minuti di gioco. Dobbiamo infine aggiungere che l’ultimo testa a testa segnato tra Pordenone e Venezia è tutto sommato recente e risale al turno di andata della stagione di Serie B ancora in corso e dunque alla 10^ giornata che si è disputata il 29 ottobre scorso. Allora al Penzo furono i neroverdi ospiti a festeggiare, con la vittoria per 2-1 che vide le firme di De Agostini e Strizzolo: solo Capello rispose nelle marcature per gli avversari. (agg Michela Colombo)

ARBITRA MARINI

Per la diretta della 27^ giornata di Serie B, Pordenone Venezia, è stato selezionato il fischietto della sezione aia di Roma 1 Valerio Marini, che pure in questa particolare occasione sarà accompagnato dagli assistenti Lombardi e Lombardo, con Zufferli quarto uomo selezionato. Volendo ora conoscere meglio proprio il primo direttore di gara, tabella alla mano vediamo subito che Marini in questa stagione che ha appena riaperto i battenti ha collezionato 12 presenze in campo, di cui 11 per il campionato cadetto. Qui il fischietto romanzo ha pure messo a bilancio ben 50 cartellini gialli e 7 rossi, oltre a quattro calci di rigore già concessi. Possiamo dunque aggiungere alla nostra piccola analisi, che in carriera lo stesso Marini ha diretto già due volte il Pordenone, l’ultima nella stagione corrente della cadetteria, nella 23^ giornata e nella sfida con il Livorno. Solo due anche i precedenti segnati tra Marini ei lagunari, di cui l’ultimo segnato però nel campionato 2018-19 della Serie B. (agg Michela Colombo)

ORARIO E PRESENTAZIONE

Pordenone Venezia sarà diretta dall’arbitro Marini e, in programma alle ore 20:30 di sabato 20 giugno, rappresenta il primo posticipo nella 29^ giornata del campionato di Serie B 2019-2020. Sfida interessante, tra due realtà che sono arrivate dal basso ma in pochi anni sono riuscite a diventare competitivi: prima della lunga sosta per il Coronavirus i ramarri si erano ripresi il quarto posto in classifica andando a vincere la sfida diretta di Cittadella, e dunque continuano a sognare la seconda promozione consecutiva che significherebbe la prima volta di sempre in Serie A. Il Venezia ha forse esaurito la grande spinta che aveva portato Filippo Inzaghi; Alessio Dionisi sta facendo un bel lavoro ma la classifica non è esaltante, già la possibilità di salvarsi direttamente non è vicina e i lagunari, sconfitti in casa dal Crotone nell’ultima partita giocata, puntano innanzitutto a giocare i playout per non retrocedere. Ci aspettiamo comunque una partita intensa, al netto delle porte chiuse e della strana atmosfera; aspettiamo la diretta di Pordenone Venezia, intanto facciamo una valutazione su quelle che saranno le scelte da parte dei due allenatori nella lettura delle probabili formazioni.

PROBABILI FORMAZIONI PORDENONE VENEZIA

Alla ripresa, Attilio Tesser deve rinunciare a Mazzocco che è squalificato, e non potrà giocare Pordenone Venezia: presumibilmente il centrocampista sarebbe comunque partito dalla panchina, dando spazio a Pobega e Misuraca come mezzali di una linea completata da Pasa. Nessun cambio in difesa dove Camporese e Barison saranno i due centrali davanti a Di Gregorio, con Semenzato e De Agostini sugli esterni; abbiamo invece i ballottaggi nel reparto offensivo perché le due punte usciranno dal testa a testa tra Bocalon, Strizzolo e Ciurria mentre come trequartista giocherà uno tra Gavazzi, Chiaretti e Tremolada.

Modulo speculare per Dionisi, che potrebbe rilanciare Zigoni ma dovrà lasciare fuori uno tra Alessandro Capello e Samuele Longo; Aramu insidiato da Senesi per la trequarti, a centrocampo invece possibile titolarità per Caligara e Vacca in luogo di Maleh e Fiordilino, mentre Firenze sembra andare verso la conferma. In difesa il testa a testa è tra De Marino e Casale per il ruolo di centrale al fianco di Marino, Fiordaliso in vantaggio su Lakicevic a destra e Molinaro titolare a sinistra, in porta giocherà Pomini.

QUOTE E PRONOSTICO

L’agenzia Snai ha indicato le quote per un pronostico su Pordenone Venezia, dando per favorita la squadra di casa: la vittoria dei ramarri è identificata dal segno 1 e vi permetterebbe di guadagnare 1,95 volte la cifra giocata, contro il 4,25 che è il valore posto sul segno 2 da giocare per l’affermazione esterna dei lagunari. Il pareggio, che è regolato come di consueto dal segno X, porta in dote una vincita corrispondente a 3,15 volte la giocata con questo bookmaker.

© RIPRODUZIONE RISERVATA