DIRETTA/ Real Madrid Inter (risultato finale 2-0): la chiude Asensio!

- Fabio Belli

Real Madrid Inter (risultato finale 2-0) streaming video tv della partita di Champions League, gruppo D. Asensio entra e firma il gol del raddoppio che mette il sigillo alla contesa.

Calhanoglu Lautaro Skriniar Correa Inter gol lapresse 2021 640x300
Al centro Milan Skriniar (Foto LaPresse)

DIRETTA REAL MADRID INTER (RISULTATO FINALE 2-0): LA CHIUDE ASENSIO!

Il Real Madrid batte l’Inter per 2-0 legittimando così il primato nel girone D di Champions League, i nerazzurri si consolano comunque con la qualificazione agli ottavi di finale anche se quasi sicuramente pescheranno una big dall’urna di Nyon nel sorteggio in programma lunedì prossimo. I Blancos fanno valere immediatamente la superiorità numerica per l’espulsione di Barella e al 79’ raddoppiano con il nuovo entrato Asensio che non lascia scampo ad Handanovic, mettendo i sigilli alla contesa. Il Bernabeu resta così indigesto ai campioni d’Italia che chiudono al secondo posto, sempre meglio di un anno fa quando la Beneamata all’epoca allenata da Conte rimase fuori pure dall’Europa League. Da quella disfatta poi i nerazzurri costruirono le basi per il primo scudetto post-triplete, sfruttando l’enorme vantaggio di giocare una sola partita a settimana… {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA REAL MADRID INTER STREAMING VIDEO TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Real Madrid Inter è disponibile su Sky sui canali della televisione satellitare: in questo caso dunque l’appuntamento sarà riservato a tutti gli abbonati, che naturalmente potranno seguire la partita in diretta streaming video anche in mobilità sfruttando l’applicazione Sky Go, che non comporta costi aggiuntivi.

1-0, ESPULSO BARELLA!

Quando mancano circa venti minuti al novantesimo resiste il vantaggio del Real Madrid sull’Inter con i Blancos che conducono sempre per 1-0. Anche nella ripresa Handanovic ha il suo da fare sui tentativi di Jovic e Casemiro a caccia del raddoppio, ma è al 62’ che la gara si complica ancora di più per i nerazzurri quando Eder Militao spinge Barella contro i tabelloni pubblicitari. La reazione dell’ex-centrocampista del Cagliari è eccessiva e i due non se le mandano a dire, arrivano i compagni a dividerli con l’arbitro Brych che ammonisce il numero 3 di Ancelotti per il fallo ed estrae il cartellino rosso per il numero 23 della Beneamata che lascia i suoi in inferiorità numerica nel momento più delicato. Grave ingenuità da parte sua cadere nella provocazione dell’avversario che strappa gli applausi del Bernabeu per la scaltrezza con la quale ha fatto perdere un uomo ai campioni d’Italia. {agg. di Stefano Belli}

1-0, OCCASIONE PER BARELLA

All’inizio del secondo tempo il tecnico dell’Inter, Simone Inzaghi, mette mano alla formazione iniziale inserendo Dimarco al posto di Dumfries, un po’ sottotono nella prima frazione di gioco. Nessun cambio al momento nelle fila del Real Madrid che sta vincendo sempre per 1-0 e gioca sul velluto, ricordiamo che alle Merengues di Carlo Ancelotti basta un pareggio per blindare il primo posto nel gruppo D di Champions League e accedere agli ottavi di finale da testa di serie. Al 48’ grande occasione per i nerazzurri con Barella che spara alto da ottima posizione, disattenzione che poteva costare molto cara ai Blancos graziati dall’ex-centrocampista del Cagliari che forse è stato troppo precipitoso nel tirare. Dall’altra parte è Jovic a suonare la carica ai suoi conquistando un calcio d’angolo che viene però battuto nel peggiore dei modi dai vice-campioni di Spagna. {agg. di Stefano Belli}

1-0, PALO DI RODRYGO!

Intervallo al Bernabeu dove si è appena concluso il primo tempo di Real Madrid-Inter, squadre negli spogliatoi sul punteggio di 1 a 0 in favore dei Blancos con i nerazzurri che hanno creato più di un pericolo dalle parti di Courtois. Come al 31’ quando Calhanoglu direttamente dalla bandierina del calcio d’angolo ha cercato un altro super gol come quello di sabato scorso contro la Roma, stavolta il turco non è fortunato e si deve accontentare di un altro corner. Questa volta il numero 10 prolunga per Perisic che smuove l’esterno della rete. I padroni di casa si distendono al 36’ con Jovic che a tu per tu con Handanovic spedisce il pallone direttamente sul fondo sprecando così la chance di raddoppiare e mettere i tre punti in cassaforte ancor prima della pausa. L’autore del gol che sta decidendo la contesa, Kroos, prova a rimetterla in mezzo con un cross intercettato da Skriniar che fa buona guardia dentro l’area di rigore. Allo scoccare del 45’ Rodrygo timbra il palo che salva la Beneamata dallo 0-2. {agg. di Stefano Belli}

1-0, KROOS TRAFIGGE HANDANOVIC!

Alla mezz’ora del primo tempo è cambiato il parziale al Bernabeu con il Real Madrid che sta battendo l’Inter per 1-0. Al 17’ i Blancos sbloccano la contesa grazie al sinistro micidiale di Kroos che da fuori area non lascia scampo ad Handanovic, semplicemente imprendibile il siluro del tedesco che costringe i nerazzurri a inseguire. Gli uomini di Inzaghi non si perdono d’animo e si rimboccano le maniche, al 21’ Lautaro Martinez prova a rimetterla in mezzo trovando l’opposizione di Alaba che concede il corner alla Beneamata. Sugli sviluppi del tiro dalla bandierina l’attaccante argentino tenta la conclusione al volo col pallone che sorvola la traversa, al 25’ lancio lungo di Perisic a cercare Dzeko che colpisce male di testa, sfuma così un’altra opportunità per i campioni d’Italia che dimostrano comunque di essere sul pezzo. Non pervenuto finora Jovic che stasera ricopre il ruolo di punta centrale al posto di Benzema. {agg. di Stefano Belli}

0-0, BROZOVIC NON TROVA LA PORTA

Real Madrid e Inter si contendono il primato del gruppo D di Champions League 2021-22, quando sono trascorsi circa quindici minuti dal fischio d’inizio del signor Brych il punteggio vede le due squadre sullo 0-0. Le Merengues si affacciano in avanti al 2’ con la percussione di Vinicius che va al tiro trovando la deviazione di Skriniar che si rifugia in calcio d’angolo. Il giovane attaccante brasiliano prova a sfondare sulla corsia di sinistra ma viene fermato da Barella che gli porta via la sfera senza commettere fallo. La risposta dei nerazzurri si materializza al 7’ con il tentativo di Brozovic – in precedenza murato da Eder Militao – che sfiora la traversa, Courtois era comunque sulla traiettoria e se il pallone si fosse abbassato il portiere belga ci sarebbe comunque arrivato. Partita che si preannuncia molto equilibrata con Ancelotti che ha dovuto rinunciare a Benzema, assenza importante che può essere colmata grazie alle giocate di Rodrygo che al 13’ scuote l’esterno della rete da posizione defilata. {agg. di Stefano Belli}

FORMAZIONI UFFICIALI, VIA!

La diretta di Real Madrid Inter, che avrà inizio tra pochissimo, deciderà chi sarà a passare come prima nel Gruppo D di Champions League. Le due squadre al momento sono matematicamente al prossimo turno, ma con l’incertezza di capire in quale urna finiranno. I blancos al momento hanno 2 punti in più e qualche speranza in più di andarsi a giocare con qualche vantaggio il sorteggio per il prossimo turno.

La squadra spagnola ha 12 punti con 4 vittorie e 1 sconfitta. L’attacco ha fatto molto bene con 12 reti, così come la difesa che ha incassato solo 3 reti. L’Inter era partita malissimo con 1 punto nelle prime due gare, tre vittorie di fila però hanno permesso alla squadra di guadagnarsi la qualificazione e la chance di giocare per il primo posto questa gara al Santiago Bernabeu. La squadra di Simone Inzaghi ha 10 punti frutto anche di 8 gol fatti e appena 3 incassati. Ora però dobbiamo dare la parola al campo, dove già stanno facendo il loro ingresso le formazioni ufficiali del match: la diretta Real Madrid Inter finalmente si accende! REAL MADRID (4-3-3): Courtois; Carvajal, Militao, Alaba, Mendy; Modric, Casemiro, Kroos; Rodrygo, Jovic, Vinicius Jr. Allenatore: Carlo Ancelotti. INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, Bastoni, D’Ambrosio; Dumfries, Barella, Brozovic, Calhanoglu, Perisic; L. Martinez, Dzeko. Allenatore: Simone Inzaghi. (agg Matteo Fantozzi)

LO STORICO

Sono molti i precedenti della diretta di Real Madrid Inter e alcuni nemmeno troppo recenti. Il bilancio, se si considerano anche le gare al Giuseppe Meazza, ci parla di 11 vittorie per i blancos, 6 dei nerazzurri e 1 pareggio. La vittoria più importante dell’Inter contro il Real ci porta indietro al primo precedente tra le due squadre e cioè alla finale giocata a Vienna la sera del 27 maggio del 1964. I nerazzurri si imposero col risultato finale di 3-1. La gara fu sbloccata alla fine del primo tempo da Mazzola, con raddoppio di Milani. A venti dalla fine la riapriva Felo, ma a metterla in cassaforte ci pensava 6 giri d’orologio dopo ancora Mazzola realizzando la personalissima doppietta.

L’Inter non vince al Santiago Bernabeu addirittura dal marzo del 1967 quando nella gara di ritorno dei quarti di finale, dopo aver vinto 1-0 all’andata con gol di Cappellini, vinceva 2-0 con le reti ancora di Cappellini e di Zoco. L’ultima vittoria dei blancos in casa contro i meneghini risale alla scorsa stagione quando curiosamente si trovarono nel girone con Inter e Shakhtar proprio come quest’anno. La gara del 3 novembre 2020 terminò 3-2 fra mille emozioni. Ai gol di Benzema e Sergio Ramos risposero Lautaro Martinez e Perisic. Una gara che fu decisa a 10′ dalla fine da Rodrygo. (agg Matteo Fantozzi)

L’ARBITRO

In attesa della diretta di Real Madrid Inter occupiamoci della squadra degli arbitri. Il fischietto principale sarà il tedesco Felix Brych con al suo fianco Mark Borsch e Stefan Lupp. Il quarto uomo sarà Daniel Schlager con Var Marco Fritz e Avar Bastian Dankert. Brych è uno degli arbitri più importanti del mondo, uno di quelli che se te lo trovi davanti ti senti al sicuro e forse proprio per questo si è deciso di affidargli una gara così delicata come quella di oggi tra i nerazzurri e i blancos. Nato a Monaco di Baviera il 3 agosto del 1975 come mestiere fa l’avvocato.

Nel 1999 ha iniziato ad arbitrare nelle categorie inferiori fino a quando nel 2001 arriva nella seconda categoria tedesca e nel 2004 in Bundesliga. In Champions debutta nel 2008 dopo che l’anno prima era stato nominato internazionale. Il tedesco è un fischietto molto severo con nel suo curriculum 2811 cartellini gialli in 766 partite, mentre i rossi diretti sono 64 e le espulsioni per doppio giallo 99. Vedremo come si comporterà oggi ma attenzione in area di rigore, lo dimostrano i 241 calci di rigore da lui fischiati. (agg Matteo Fantozzi)

SPAREGGIO!

Real Madrid Inter, in diretta martedì 7 dicembre 2021 alle ore 21.00 presso l’Estadio Santiago Bernabeu di Madrid, sarà una sfida valevole per la sesta giornata della fase a gironi di UEFA Champions League. Entrambe le squadre sono già sicure del raggiungimento degli ottavi di finale e si giocheranno in questo scontro diretto il primo posto, con i Blancos che hanno comunque il vantaggio di avere due risultati su tre a disposizione, essendo avanti in classifica.

L’Inter arriva comunque all’appuntamento già lusingata dal raggiungimento di un posto tra le prime sedici d’Europa che mancava da ben 11 anni in casa nerazzurra. Per l’Inter la tradizione al Bernabeu è negativa ma va ricordato che i nerazzurri tornano a giocare nello storico stadio madrileno per la prima volta dal trionfo contro il Bayern Monaco del 2010, quando con una doppietta di Diego Milito si aggiudicarono per la terza volta nella loro storia la Coppa dei Campioni, ormai divenuta appunto Champions League.

PROBABILI FORMAZIONI REAL MADRID INTER

Le probabili formazioni della diretta Real Madrid Inter, match che andrà in scena al Santiago Bernabeu di Madrid. Per il Real Madrid, Carlo Ancelotti schiererà la squadra con un 4-3-3 come modulo. Questa la formazione di partenza: Courtois; Carvajal, Militao, Alaba, Mendy; Modric, Casemiro, Kroos; Asensio, Jovic, Vinicius Jr. Risponderà l’Inter allenata da Simone Inzaghi con un 3-5-2 così schierato dal primo minuto: Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Dumfries, Barella, Brozovic, Calhanoglu, Perisic; Dzeko, Lautaro.

QUOTE E PRONOSTICO

L’agenzia Snai ha tracciato un pronostico su Real Madrid Inter, quindi possiamo subito andare a vedere cosa proponga il bookmaker per questa partita di Champions League. Il segno 1 che identifica la vittoria della squadra di casa vi farebbe guadagnare 2.10 volte la cifra messa sul piatto, mentre l’eventualità del pareggio (regolata dal segno X) porta in dote una vincita corrispondente a 3.60 volte la vostra giocata; il segno 2, per il successo degli ospiti, ha un valore che ammonta a 3.30 volte l’importo investito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA