DIRETTA/ Roma Shakhtar Donetsk (risultato finale 5-0): cinquina di Bove!

- Marco Genduso

Diretta Roma Shakhtar Donetsk (risultato finale 5-0) streaming video tv della partita amichevole. Bove chiude la serata con il gol della cinquina. In campo anche Wijnaldum.

roma Mourinho Serie A
Diretta Roma Atalanta, Serie A 7^ giornata (Foto LaPresse)

DIRETTA ROMA SHAKHTAR DONETSK (RISULTATO FINALE 5-0): CINQUINA DI BOVE!

Alla fine c’è spazio pure per Wijnaldum nella Roma, il centrocampista olandese entra al posto di Zaniolo, uscito tra gli applausi dell’Olimpico. Una serata semplicemente perfetta per i giallorossi che hanno ricevuto l’amore incondizionato dei loro tifosi e stanno dando un segnale forte alle altre pretendenti allo scudetto, il Milan campione in carica per confermarsi al top dovrà fare i conti anche con gli uomini di Mourinho. Doveri manda tutti sotto la doccia sul risultato finale di 5-0 con lo Shakhtar Donetsk che ha rischiato di perdere con un passivo ancora più pesante. Al 74’ infatti Pellegrini scheggia la traversa con una bomba da fuori area, pallone che rimbalza addosso a Trubin prima di terminare in calcio d’angolo. L’appuntamento con la cinquina è rimandato all’88’, con il secondo assist di El Shaarawy che apparecchia la tavola per Bove. Va bene, è un’amichevole, ma poche ore fa la Juventus ha perso malamente contro l’Atletico Madrid, per non parlare dell’Inter che ha preso gli schiaffoni dal Villarreal, del Napoli ingabbiato dall’Espanyol e della Lazio capace di farsi umiliare addirittura dal Valladolid… {agg. di Stefano Belli}

ROMA SHAKHTAR DONETSK STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

La Roma è pronta per iniziare la nuova stagione e affrontare tutti gli impegni ma ancora c’è spazio per l’ultima amichevole: si resta, difatti, in casa, tra le mura amiche dello stadio Olimpico di Roma, dove ad arrivare saranno gli ucraini dello Shakhtar Donetsk. La diretta Roma Shakhtar Donetsk in streaming video sarà possibile vederla su Dazn a partire dalle 20:45 nell’apposita schermata della piattaforma. Soltanto una smart tv, oppure qualsiasi dispositivo elettronico ed il tifoso della Roma, e non solo, potrà assistere indisturbato alla partita senza neppure scendere di casa di casa.

Roma che quindi attende gli ucraini dello Shakhtar Donetsk, in questa sfida dal sapore di Europa che conta. Ultima annata terminata con la Roma che si è qualificata in Europa, nella fattispecie in Europa League, insieme agli eterni rivali e cugini, oltre che compaesani, della Lazio di Maurizio Sarri che ieri ha, invece, affrontato il Real Valladolid in Spagna nell’ultima amichevole della pre season prima dell’incontro con il Bologna di Mihajlovic alla prima di campionato.

4-0, POKER DI ZANIOLO!

All’inizio del secondo tempo la Roma, così come lo Shakhtar Donetsk, si ripresenta in campo con diversi volti nuovi: Smalling, Cristante, Karsdorp e Ibanez che vogliono dare il loro contributo alla grande festa giallorossa che si sta consumando questa sera allo Stadio Olimpico, segnalata la presenza sugli spalti del campione olimpico dei 100 metri piani, Marcell Jacobs. Spinazzola continua a fare sfracelli sulla corsia di sinistra e al 50’ si procura un calcio d’angolo che Dybala batte per la gioia dei suoi nuovi tifosi che lo hanno accolto come un Dio in terra. Al 58’ il numero 37 esce tra gli applausi lasciando il posto a El Shaarawy che quest’anno faticherà ancor di più a ritagliarsi un posto tra i titolari vista la concorrenza sempre agguerrita. Sarà proprio lui a confezionare l’assist per il poker di Zaniolo che esalta ancora di più la Curva Sud con il gol del 4-0. A questo punto manca solo la ciliegina sulla torta, tutti aspettano l’ingresso di Wijnaldum, già pronta l’ovazione per l’ex-Liverpool reduce però dall’esperienza non proprio esaltante con la maglia del Paris SG. {agg. di Stefano Belli}

3-0, TRIS GIALLOROSSO!

La Roma continua a incantare con le giocate dei suoi fuoriclasse, al 24’ l’Olimpico rischia di venire giù quando Abraham tenta la rovesciata in acrobazia, Trubin si oppone rovinando la festa ai giallorossi già pronti a esultare per quello che sarebbe stato il gol del raddoppio. Gli uomini di Mourinho provano a battere il ferro finché è caldo, nell’azione successiva Dybala – il popolo romanista è già follemente innamorato di lui – trova un corridoio per Zaniolo fermato dal portiere dello Shakhtar Donetsk che tiene a galla la formazione ucraina, in balia dei padroni di casa che hanno il completo dominio del campo. Al 34’ la Joya cerca la gloria personale, l’estremo difensore ospite gli dice di no con una parata elastica. Tre minuti più tardi Abraham devia con il tacco il tiro da fuori di Matic, palla fuori di pochissimo. La Lupa insiste con il suo numero 22 che al 39’ schegga il palo, la porta sta ancora tremando! Prima dell’intervallo ci pensa comunque Mancini a gonfiare la rete per il 2 a 0. Prima dell’intervallo Konoplya se la butta dentro da solo nel goffo tentativo di anticipare Spinazzola che era comunque andato liscio, e così il primo tempo va in archivio sul 3 a 0{agg. di Stefano Belli}

1-0, GOL DI PELLEGRINI!

Grandi emozioni allo Stadio Olimpico dove la Roma sta disputando un’amichevole contro lo Shakhtar Donetsk. Il pubblico impazzisce completamente di gioia quando al 15’ Zaniolo va via in dribbling e serve Dybala che entra finalmente in azione, il triangolo con Abraham fa subito sognare i tifosi che già pregustano la festa scudetto, l’azione non va a buon fine ma i giallorossi strappano applausi a scena aperta e con queste premesse diventano i favoriti numero uno per il tricolore. Altro momento a dir spettacolare al 17’ quando il numero 21 argentino cerca la conclusione da fuori area, un tiro di rara bellezza che esce di non molto sul fondo, se solo quel pallone fosse finito dentro ci sarebbe stato da interrompere tutte le trasmissioni televisive per mostrare a reti unificate la perla della Joya. L’appuntamento con il gol è rimandato solamente di pochi minuti, quando al 19’ Pellegrini sbuca dentro l’area di rigore e trafigge Trubin per l’1 a 0, vantaggio più che meritato per i padroni di casa! Avversari completamente atterriti dalla superiorità manifesta dei capitolini, anche se in precedenza Mudryk aveva sfiorato la traversa e Sudakov era riuscito in qualche modo a scaldare i guantoni di Rui Patricio. {agg. di Stefano Belli}

0-0, GRANDE ENTUSIASMO ALL’OLIMPICO!

Allo Stadio Olimpico c’è il pubblico delle grandi occasioni anche se si tratta soltanto di un’amichevole a scopo benefico (l’incasso della serata andrà interamente allo Shakhtar Donetsk), i tifosi della Roma si sono stretti attorno alla loro squadra in vista dell’esordio in campionato contro la Salernitana. La vittoria della Conference League e la recente campagna acquisti – con gli arrivi di Dybala, Wijnaldum, Matic e a breve di Belotti – hanno acceso gli entusiasmi dei capitolini che quest’anno sono autorizzati a sognare in grande, grazie ai Friedkin che non pongono limiti alle loro ambizioni, come dimostra l’ingaggio di José Mourinho che non si sarebbe scomodato a tornare in Italia se il progetto non fosse stato di suo gradimento. Pronti, via e i giallorossi si spingono subito in avanti con Celik che conquista un calcio d’angolo, sugli sviluppi del corner la retroguardia ospite riesce a liberare l’area di rigore. Spinazzola recupera palla e apre per Pellegrini che da posizione defilata non inquadra la porta. Al 4’ Konoplya concede il secondo corner della serata ai padroni di casa che hanno già alzato il baricentro. Punteggio di 0-0 quando sono trascorsi circa cinque minuti dal fischio d’inizio. {agg. di Stefano Belli}

SI GIOCA

Siamo pronti a vivere Roma Shakhtar Donetsk, partita amichevole della quale naturalmente non si può trascurare l’aspetto benefico, oltre all’importanza strettamente tecnica dell’ultimo test prima dell’inizio del campionato a disposizione di José Mourinho. La Roma voleva infatti organizzare all’Olimpico una grande presentazione della squadra che potesse al tempo stesso avere un risvolto dall’alto valore sociale.

Quindi ecco l’idea di pianificare un grande evento di beneficenza a favore del popolo ucraino, da cui la partecipazione dello Shakhtar Donetsk come avversario in questa serata estiva a Roma, dopo tante amichevoli disputate altrove dai giallorossi detentori della Conference League, che si godranno senza dubbio una serata di grande passione popolare, ideale per avvicinarsi nel migliore dei modi al debutto in campionato. Adesso però finalmente la parola deve passare ai protagonisti sul campo dello stadio Olimpico: Roma Shakhtar Donetsk comincia davvero! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

DIRETTA ROMA SHAKTAR DONETSK: VERSO IL CAMPIONATO

Manca sempre meno alla diretta di Roma Shakhtar Donetsk, andiamo adesso a riassumere come sarà l’inizio del campionato di Serie A per i giallorossi capitolini. Per la Roma il debutto avrà luogo domenica 14 agosto alle ore 20.45, quando i ragazzi di José Mourinho faranno visita alla Salernitana presso lo stadio Arechi. Nella seconda giornata ecco naturalmente la prima partita casalinga per la Roma, perché alle ore 18.30 di lunedì 22 agosto si giocherà allo stadio Olimpico la sfida contro la neopromossa Cremonese, altro impegno sulla carta facile. Sabato 27 agosto attenzione invece a un match a dir poco stuzzicante, il grande anticipo Juventus Roma alle ore 18.30 per una sfida di lusso contro una rivale storica per i giallorossi nella terza giornata. Ci sarà poi un turno infrasettimanale che per la Roma proporrà nella quarta giornata l’impegno casalingo contro l’altra neopromossa Monza alle ore 20.45 di martedì 30 agosto, infine completiamo la nostra panoramica sulla primissima parte della stagione giallorossa con la quinta giornata, che prevederà la trasferta in Friuli per disputare Udinese Roma alle ore 20.45 di domenica 4 settembre. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

DIRETTA ROMA SHAKHTAR DONETSK: ULTIMO TEST PER I GIALLOROSSI

La diretta Roma Shaktar Donetsk vede i giallorossi di Josè Mourinho affrontare questo test di pre-season in una sfida dal sapore di Europa. La tradizione sportiva dello Shakhtar Donetsk è chiaramente importante, e lo Special One della Roma sa bene quanto una partita così possa essere importante, non solo per l’aspetto puramente tecnico e tattico, ma anche per l’aspetto psicologico nell’affrontare un avversario come lo Shakhtar Donetsk, da grande tradizione calcistica ed europea. La diretta Roma Shakhtar Donetsk sarà giocata domenica 7 agosto alle ore 20:45 allo stadio Olimpico di Roma, poi i giallorossi voleranno a Salerno per la prima di campionato.

Shakhtar Donetsk che ha ceduto nelle ultime giornate uno dei tasselli più di talento e importanti della rosa: Dodo. Il terzino destro, ma anche esterno di centrocampo in occorrenza, si è trasferito alla Fiorentina, salutando l’Ucraina dopo diversi anni passati, ad ottimi livelli, con la squadra arancione e nera. Una perdita importante per la squadra ucraina, che affronteranno la Roma dello Special One, senza un tassello titolare e dovendo contrastare un tridente tutto tecnica: Zaniolo, Dybala ed Abraham.

DIRETTA ROMA SHAKHTAR DONETSK: PROBABILI FORMAZIONI

Aspettando la diretta di Roma Shakhtar Donetsk, guardiamo le probabili formazioni delle due squadre. Partiamo dai padroni di casa che si schiereranno, quest’oggi, con il 4-3-2-1. In porta Rui Patricio è sicuro di una maglia da titolare. Difesa con Spinazzola a sinistra, centrali Smalling ed Ibanez, in gol nell’ultimo match, ed a destra Karsdorp. Mediana con Cristante, Matic, neoacquisto dal Manchester United, ed il capitano e numero 7 Lorenzo Pellegrini. Tridente offensivo tutto pepe con Nicolò Zaniolo, in ottimo spolvero nelle prime uscite di campionato, Paulo Dybala ed Tammy Abraham che stanno migliorando, sempre più, la loro intesa in campo.

Ucraini che affrontano la Roma con in porta il giovane Trubin, favorito su Pyatov. Difesa a 4 con Konoplya, Bondar, in staffetta con Matvienko, e Marlon. A sinistra chiude la fascia Kornienko, mancino naturale. A centrocampo possono essere schierati Stepanenko e Djurasek. Trequarti centrale affidata a Sudakov, diciannovenne dalle belle speranze; esterni Mudryk e Vakula; li davanti spazio a Traorè con Kayode che potrebbe entrare partita in corso, quindi possibile staffetta con l’attaccante ex Chelsea.





© RIPRODUZIONE RISERVATA