Diretta/ Toronto Miami (risultato finale 107-103): la spuntano i Raptors!

- Mauro Mantegazza

Diretta Toronto Miami streaming video e tv: orario e risultato live della partita di basket per la Nba da Disney World, sede del finale di stagione.

toronto raptors miami heat 2020 640x300
Toronto Raptors - Miami Heat

DIRETTA TORONTO MIAMI (RISULTATO FINALE 107-103): LA SPUNTANO I RAPTORS!

Non è riuscita agli Heat l’impresa, pur di pochi punti i Raptors hanno sempre mantenuto le distanze e hanno chiuso sul 107-103 la sfida del torneo NBA. Toronto vince di 4, grazie a una grande prova al tiro di Fred VanFleet, arrivato a 36 punti personali ed impostosi come miglior marcatore della partita. Miami nonostante abbia risposto punto su punti alle offensive canadesi non è riuscita ad esprimere un rendimento di un singolo così dirompente sotto canestro, con 25 punti per Goran Dragic. Agli Heat però è mancato lo strappo, tutti i parziali sono stati chiusi a stretta distanza dai Raptors che a parte il primo quarto non si sono mai trovati però in svantaggio a fine quarto, una costanza nel corso della partita che ha fatto la differenza. (agg. di Fabio Belli)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE TORONTO MIAMI

La diretta tv di Toronto Miami sarà garantita alle ore 19.30 italiane di questa sera per gli abbonati Sky, da molti anni casa della Nba, sui canali Sky Sport Uno e Sky Sport Nba con la telecronaca di Mauro Bevacqua e Davide Pessina. Sarà di conseguenza garantita anche la diretta streaming video tramite il sito oppure l’applicazione di Sky Go, inoltre sartanno disponibili delle repliche domani, martedì 4 agosto, alle ore 11.15 su Sky Sport Nba e alle 14.00 su Sky Sport Arena.

DISTANZE MANTENUTE

Resta equilibrata la sfida del campionato NBA fra Toronto Raptors e Miami Heat, i canadesi mantengono sostanzialmente invariate le distanze rispetto all’intervallo, incrementando alla fine del terzo quarto di un punto il loro vantaggio. 84-79 in favore di Toronto il punteggio con Fred VanVleet ormai incontenibile sotto canestro, capace di portare a 31 punti il suo bottino personale. Una grande performance ben sostenuta in fase offensiva da Pascal Siakam arrivato a 17 punti personali. Per Miami Goran Dragic e Jimmy Butler diventano i migliori realizzatori con 16 punti messi a segno per ciascuno, ma gli Heat non riescono a trovare le chiusure difensive giuste per ribaltare il fronte del gioco e, conseguentemente, anche il punteggio. (agg. di Fabio Belli)

ALL’INTERVALLO PUNTO A PUNTO

Si arriva a metà gara con i Toronto Raptors avanti di 4 punti contro i Miami Heat in un match che finora ha dispensato grande basket. Siakam e Van Vleet con 28 punti realizzati in due hanno permesso ai canadesi di prendere il controllo della gara, anche se Miami ha faticato un po’ dalla sua per produrre un gioco offensivo efficace, con il solo Kelly Olynyk per il momento di doppia cifra. Alla fine del secondo quarto Toronto è comunque a +4, la partita resta equilibrata con una prova fin qui importante delle due difese, anche se qualche sofferenza a rimbalzo ha costretto la formazione della Florida a chiudere all’inseguimento la prima metà di gara. (agg. di Fabio Belli)

HEAT AVANTI AL PRIMO QUARTO

Comincia la sfida tra Toronto e Miami e vanno in scena subito diversi errori. È Butler sotto canestro a fare i primi due punti della partita, ma Toronto risponde subito in contropiede facendo tre punti con Siakam. Vanvleet poi allunga con due tiri liberi. Gasol invece non riesce a trovare il ritmo partita, del resto ha perso diverso peso durante la pandemia e questo sembra incidere sulla sua condizione. Sul risultato di 5 a 5 Butler va in lunetta e regala il momentaneo vantaggio di Miami. I primi sei punti sono tutti suoi, ma è bravo anche in fase difensiva. Siakam va di prepotenza per il 7 a 6. Bella però la tripla di Crowder, che porta Miami su 9 a 7. Gasol tenta il sorpasso con la tripla, ma trova il ferro. Ci pensa Vanvleet con un bellissimo canestro da tre punti a fare 10 a 9 per Toronto. La risposta con la tripla è di Dragic. Schiacciata al ferro per il 12 a 12 di Powell, poi botta e risposta da tre punti per Crowder e Siakam per il 15 a 15. Tutto facile poi per Adebayo ed è 17 a 15 per Miami. Raptors in rimonta si porta con Siakam a 20, ma a un secondo dalla fine arriva la tripla con cui si chiude il primo quarto 23 a 17.  (agg. di Silvana Palazzo)

DIRETTA TORONTO MIAMI (0-0): SI GIOCA

Tutto è pronto per il via a Toronto Miami ed è certamente interessante notare che questa partita si gioca alle ore 19.30 italiane: in effetti, ben 40 delle 88 partite di regular season in programma in questo periodo a Disney World sono in fasce orario molto comode per gli appassionati europei (entro la nostra mezzanotte). La Nba ha infatti spalmato le partite su molte fasce orarie, innanzitutto per coprire il palinsesto televisivo Usa ma anche per accendere l’interesse nel resto del mondo. Ralph Rivera, presidente della divisione europea della Nba, ha spiegato nei giorni scorsi: “Questa è un’occasione unica per coinvolgere ancora di più i tifosi, anche grazie al lavoro dei nostri partner tv. Abbiamo da sempre uno zoccolo duro di tifosi in Europa e soprattutto in un paese come l’Italia, dove il basket è tradizione. Un giocatore locale (come per noi Gallinari, Belinelli e Melli, ndR) permette di intercettare quei tifosi casuali, che si interessano al basket sentendo un nome familiare e poi continuano a seguirci”. Con un’attenzione speciale per i ragazzi: “Se giochi a 10 anni, resti tifoso a vita”, ha concluso Rivera. Parola dunque adesso al campo: Toronto Miami inizia! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

IL REGOLAMENTO

Sempre più vicina la diretta di Toronto Miami, può risultare molto utile fare un riassunto del regolamento di questa strana estate della Nba 2020: dal 30 luglio e fino al 14 agosto sono in corso 88 partite di regular season, per le quali sono state chiamate a Disney World nove squadre dell’Est e 13 dell’Ovest, escludendo quelle che non avevano più possibilità di qualificarsi ai playoff. La griglia della post season sarà formata come sempre da 16 squadre, ma con una importante novità: l’ottavo posto di ciascuna Conference si assegnerà con uno spareggio fra l’ottava e la nona se la differenza fra le due squadre non supera le quattro partite vinte. Se questa circostanza si verificasse, si giocherà al meglio delle due partite, nel senso che all’ottava basterà una vittoria mentre alla nona servirebbero due successi – anche questo è un inedito assoluto. Resta invece poi intatta la divisione Est-Ovest per i playoff, con i vari turni sempre al meglio delle sette partite sino alla Finale Nba, tra le vincitrici delle due Conference, che è in programma dal 30 settembre e fino al 13 ottobre in caso di gara-7. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Toronto Miami, in diretta da Disney World, si gioca alle ore 19.30 italiane di questa sera, lunedì 3 agosto 2020: come è noto, già da qualche giorno la Nba ha ricominciato il proprio cammino e tutte le squadre ancora in corsa per i playoff sono state radunate appunto a Disney World, ad Orlando (Florida), per completare la stagione regolare e poi di seguito dare vita ai playoff con l’obiettivo di giungere ad essegnare il titolo Nba anche in questo tormentato 2020. Si gioca a ritmi molto intensi, come in Italia ci siamo abituati nelle scorse settimane con il calcio, anzi forse ancora di più considerando che in ballo ci sono ben 22 squadre. La diretta di Toronto Miami questa sera si annuncia molto interessante, perché parliamo di due delle squadre di maggiore valore nella Eastern Conference: i Toronto Raptors sono anzi i campioni Nba in carica, mentre i Miami Heat potrebbero essere quest’anno una delle mine vaganti della Nba come un anno fa era riuscito alla perfezione alla squadra canadese.

DIRETTA TORONTO MIAMI: IL CONTESTO

Verso la diretta di Toronto Miami, possiamo evidenziare che i Raptors nel corso della stagione regolare fino al momento dell’interruzione per il Coronavirus avevano dimostrato di essere una squadra solida e con tutte le carte in regola per ben figurare anche nella stagione in corso. Siakam si è consacrato All Star, Lowry è il trascinatore del gruppo e finora non si è dunque fatto sentire troppo nemmeno l’addio di Leonard, che l’anno scorso era stato decisivo per la conquista di un leggendario anello per la franchigia canadese. Toronto sta andando oltre le attese e di conseguenza guai a sottovalutarla, anche se non è certo la prima favorita per il titolo (ma non lo era neanche un anno fa…). Dall’altra parte, i Miami Heat sono stati fino a questo momento una miscela molto interessante tra “vecchietti” che non mollano e giovani in rampa di lancio. Fra i primi citiamo Igoudala, Crowder, Dragic e Butler, mentre della seconda categoria fanno parte Hierro, Nunn e Adebayo. Se il mix continuasse a funzionare anche in queste settimane a Disney World, la situazione per Miami si farebbe molto interessante…

© RIPRODUZIONE RISERVATA