Diretta/ Verona Spezia (risultato 4-0) video streaming tv: Bessa chiude i conti!

- Fabio Belli

Diretta Verona Spezia streaming video e tv del match valevole per la settima giornata d’andata del campionato di Serie B.

Verona
Video Verona Juventus (Foto LaPresse)

DIRETTA VERONA SPEZIA (RISULTATO 4-0): RETE DI BESSA AL 71′

Caprari scarica su Ilic, che si sposta la palla sul mancino, ma trova l’opposizione di Gyasi. Doppio cambio per gli ospiti: escono Antiste e Podgoreanu, entrano Nzola e Strelec. Sostituzione anche per l’Hellas Verona: esce Caprari, al suo posto Tameze. Lancio profondo per Nzola, che tiene nel duello con Casale. Lo smistamento per Strelec però è impreciso e l’Hellas recupera palla. Cambio per i veneti: fuori Casale, dentro Magnani. Al 72esimo l’Hellas cala il poker. Barak fa ripartire l’Hellas Verona servendo Bessa, che poi si mette in proprio: progressione, lo Spezia arretra, lui si prende tutto il campo e calcia sul primo palo, dove Zoet non è impeccabile e si lascia trafiggere. Sostituzione per l’Hellas Verona: fuori Bessa, dentro Kalinic. Scambio sul lato corto dell’area tra Tameze e Kalinic. Sul tocco di ritorno però il camerunense è in offside. Spezia in inferiorità numerica dall’81esimo: rosso a Bastoni, reo di aver rifilato una gomitata ad Ilic. Il Verona controlla bene le iniziative avversarie. Cetin guadagna il fondo a destra. Cross per Simeone, che però in area spinge e commette fallo. Termina 4-0 (agg. di F.D. Zaza).

INIZIO SECONDO TEMPO

Sostituzioni per l’Hellas Verona: fuori Faraoni e Gunter, dentro Cetin e Ceccherini. Anche Thiago Motta opera una sostituzione durante l’intervallo: esce Amian, entra Sher. Prova a risollevarsi lo Spezia. Gyasi manda Bastoni sul fondo. Traversone sul primo palo, ma Manaj è sul secondo: facile per l’Hellas ribattere via. Ritmi bassi in quest’avvio di ripresa, ma sono gli ospiti a provare a tenere il pallino del gioco, alla ricerca di un gol che possa riaprire la partita. Al 54esimo ci prova Verde. Prima conclusione del secondo tempo: imbucata per l’ex Toro, che incrocia il mancino ma spedisce a lato. Poco dopo Salva Ferrer va al traversone dalla destra. Sul rinvio del difensore Gyasi prende la palla in faccia e l’arbitro ferma il gioco.

CAPRARI IN GOL PRIMA DELL’INTERVALLO

Ci riprova lo Spezia. Verticalizzazione diretta verso Manaj, bravo a prendere posizione in area: sinistro di prima intenzione, Montipò respinge in angolo. Risposta veronese. Caprari riceve tra le linee, si gira ed esplode il destro: mura la difesa dello Spezia. Il Verona prova a controllare il match. Motta prova a scuotere i suoi. Palla in profondità per Manaj, Gunter chiude bene, evitando anche il calcio d’angolo. Salva Ferrer commette un fallo tattico su Caprari e si becca il cartellino giallo. Al 43esimo arriva il 3-0. Ilic recupera palla a centrocampo, Simeone la porta fino al limite dell’area. Scarico per Caprari e tiro a giro del numero 10: un arcobaleno che s’infila nell’angolo lontano, senza dare scampo a Zoet. La rete dell’ex Samp arriva poco prima del duplice fischio: fine primo tempo.

FARAONI TROVA IL RADDOPPIO

Ci prova Verde. La reazione dello Spezia sul mancino del suo numero 10: sinistro a giro dell’ex Toro, Montipò alza la palla sopra la traversa. Al 16esimo il Verona raddoppia. Azione corale bellissima degli scaligeri. Caprari scucchiaia in area per Faraoni sul secondo palo: piattone di prima intenzione volante dell’esterno gialloblù, che trova l’angolino lontano per il 2-0. Lo Spezia prova a rispondere, Manaj centra la traversa. Sugli sviluppi di un piazzato l’ex Inter anticipa tutti e di testa manda sul legno. La sfera poi torna buona proprio per Manaj, che da due passi non inquadra clamorosamente lo specchio della porta. Problemi fisici per Gunter dopo un colpo subito alla testa. Si ferma il gioco ed entra lo staff sanitario. Il difensore viene fasciato e può proseguire il match. Amian regala palla a Simeone e l’Hellas Verona riparte. L’ex Cagliari sprinta, poi viene chiuso ed è costretto a tornare indietro. Si torna al giropalla. Ammonito Caprari.

SIMEONE PORTA IN VANTAGGIO L’HELLAS

Verona in campo con il 3-4-2-1. Montipò in porta, difesa con Dawidowicz, Günter e Casale. A centrocampo da destra verso sinistra Faraoni, Bessa, Ilic e Lazovic mentre in attacco ci sono Barák, Caprari e Simeone, unica punta. Thiago Motta sceglie il 4-3-3. Tra i pali Zoet, difesa con Amian, Nikolaou, Hristov e Bastoni. In mediana spazio a Verde, Ferrer e Gyasi; in attacco troviamo Manaj, Antiste e Podgoreanu. L’arbitro designato per la partita è Giacomo Camplone della sezione AIA di Pescara, coadiuvato dagli assistenti Preti e Affatato e dal IV uomo Santoro. Alla postazione VAR Ghersini, con assistente De Meo. Gyasi prova subito a sfondare sulla sinistra, ma si allunga troppo la sfera, trascinandola oltre la linea di fondo. Bella giocata di Caprari, che salta secco Hristov e viene steso. Si continua a giocare perché il pallone è buono per Lazovic, cross dal fondo ribattuto da Verde in angolo. Il risultato si sblocca al quinto. Su calcio d’angolo pallone toccato per Ilic. Traversone al bacio per Simeone, che si arrampica su Amian e di testa spinge il pallone in fondo alla rete. Verona subito in vantaggio (agg. di F.D. Zaza).

FORMAZIONI UFFICIALI, VIA!

Eccoci al calcio d’inizio nella diretta di Verona Spezia. Possiamo dire che l’avvento di Igor Tudor sulla panchina dell’Hellas abbia cambiato le cose: se con Eusebio Di Francesco la squadra aveva sempre perso, con il tecnico croato sono arrivati 5 punti in tre giornate, impreziositi dalla vittoria contro la Roma. Certo, non è tutto oro quello che luccica: nelle tre uscite con l’allenatore precedente la squadra aveva subito 7 gol, con Tudor le reti incassate sono esattamente le stesse e dunque da questo punto di vista il tecnico sa bene di dover ancora lavorare. Il gol segnati però sono stati 8, mentre con Di Francesco il Verona aveva segnato soltanto 3 volte: qui allora c’è stato il vero miglioramento di un gruppo che ormai si conosce ma deve confermare di poter fare un altro campionato di livello.

Per il momento lo Spezia naviga in cattive acque: quattro sconfitte in sei partite e appena 4 punti, Thiago Motta deve soprattutto registrare una difesa che ha incassato 15 reti. Vedremo quello che succederà oggi al Bentegodi: finalmente ci siamo, mettiamoci comodi e leggiamo insieme le formazioni ufficiali perchè la diretta di Verona Spezia comincia! VERONA (3-4-2-1): Montipò; Dawidowicz, Gunter, Casale; Faraoni, Bessa, Ilic, Lazovic; Barak, Caprari; G. Simeone. Allenatore: Igor Tudor SPEZIA (4-3-3): Zoet; Amian, Hristov, Nikolaou, S. Bastoni; Ferrer, Verde, Gyasi; Podgoreanu, Manaj, Antiste. Allenatore: Thiago Motta (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA VERONA SPEZIA STREAMING VIDEO E TV: COME SEGUIRE LA PARTITA

La diretta tv di Lazio Roma sarà più correttamente una diretta streaming video sulla piattaforma DAZN, che da questa stagione detiene i diritti per trasmettere in esclusiva l’intero campionato di Serie A. Questa non è una delle partite che saranno visibili anche su Sky, di conseguenza il punto di riferimento sarà esclusivamente DAZN visibile tramite l’app su smart tv o pc o con l’ausilio di dispositivi mobili come tablet o smartphone.

VERONA SPEZIA: GLI ALLENATORI

Oggi la diretta di Verona Spezia ci proporrà anche il duello tra due allenatori giovani, che fino a pochi anni fa ancora calcavano i campi da calcio come giocatori, cioè Igor Tudor e Thiago Motta. Per l’Hellas Verona il bilancio è positivo da quando in panchina è arrivato il croato: Tudor aveva preso i gialloblù con zero punti dopo le prime tre giornate, adesso ne ha cinque raccolti nello stesso numero di incontri, con la chicca del successo contro la Roma.

Oggi potrebbe essere un turno da sfruttare per rilanciarsi sempre più verso buone posizioni di classifica per il Verona, ma attenzione a uno Spezia che ha fatto soffrire nelle ultime due giornate Juventus e Milan, pur non avendo raccolto punti. I liguri dunque sanno giocare bene, ma naturalmente adesso Thiago Motta deve tornare a fare punti, perché l’obiettivo è la salvezza, sempre una dura battaglia: lo Spezia rialzerà la testa oggi pomeriggio allo stadio Bentegodi? (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

LO STORICO

Non sono certo pochi i precedenti di Verona Spezia, partita che ha una grande tradizione anche in un’epoca antica. Tra il 1921 e il 1951 troviamo infatti parecchie sfide con un Hellas addirittura dominante (lo Spezia ha vinto appena 6 volte, dovendo aspettare l’incrocio numero 11 e perdendo in totale 15 match), poi improvvisamente più nulla fino al 2006, quando finalmente gialloblu e bianchi si sono ritrovati avversari in Serie B. Da quel momento il quadro non è poi cambiato: lo Spezia ha vinto 3 delle prime 6 partite ma poi ha mancato il successo in 8 delle 9 occasioni seguente, ritrovandolo finalmente nell’aprile 2017 e proprio al Bentegodi.

Quel giorno la sfida era stata decisa da un rigore di Pablo Granoche nel finale; il Verona avrebbe comunque timbrato la promozione in Serie A, e l’anno scorso il Verona ha ancora una volta fatto meglio imponendosi al Picco per poi pareggiare in casa. L’ultimo successo interno dell’Hellas è datato settembre 2018: ancora nel campionato cadetto, la squadra di Fabio Grosso era andata sotto per effetto della rete di Soufiane Bidaoui, aveva immediatamente pareggiato con Ryder Matos e poi aveva trovato il gol vittoria, al 78’ minuto, con Mattia Zaccagni. (agg. di Claudio Franceschini)

OCCHIO AGLI OSPITI!

Verona Spezia, in diretta domenica 3 ottobre 2021 alle ore 15.00 presso lo stadio Marc’Antonio Bentegodi di Verona, sarà una sfida valevole per la settima giornata d’andata del campionato di Serie A. Formazioni a caccia di una crescita da confermare, dopo buone prestazioni che non hanno portato però molti punti in classifica. Dopo la vittoria contro la Roma coincisa con l’arrivo di Tudor in panchina, il Verona ha pareggiato le ultime due partite, facendosi rimontare dallo 0-2 al 2-2 a Salerno e dallo 0-3 al 3-2 in casa del Genoa, dove però nel recupero gli scaligeri hanno riacciuffato almeno il 3-3.

Dall’altra parte lo Spezia ha fatto vedere buone cose sul piano del gioco nel doppio impegno casalingo contro Juventus e Milan, ma da questo complicato incrocio di campionato i bianconeri non sono riusciti a ricavare punti, restando terzultimi in classifica solo davanti a Salernitana e Cagliari. 1-1 nell’ultimo precedente a Verona tra le due squadre lo scorso 1 maggio, in Serie B al 25 settembre 2018 risale l’ultima vittoria scaligera col punteggio di 2-1, mentre lo Spezia non espugna il “Bentegodi” dallo 0-1 del 4 aprile 2017.

PROBABILI FORMAZIONI VERONA SPEZIA

Le probabili formazioni della diretta Verona Spezia, match che andrà in scena allo stadio Bentegodi di Verona. Per il VeronaIgor Tudor schiererà la squadra con un 3-4-2-1 come modulo. Questa la formazione di partenza: Montipò; Dawidowicz, Günter, Magnani; Faraoni, Tameze, Ilic, Lazovic; Barak, Caprari; Simeone. Risponderà lo Spezia allenato da Thiago Motta con un 4-3-3 così schierato dal primo minuto: Zoet; Amian, Nikolaou, Hristov, S. Bastoni; Ferrer, Bourabia, Sala; Gyasi, Nzola, Salcedo. 

LE QUOTE PER LE SCOMMESSE

Per chi vorrà scommettere sul match al Bentegodi di Verona, ecco le quote fissate dall’agenzia di scommesse Snai. La vittoria del Verona con il segno 1 viene proposta a una quota di 1.65, l’eventuale pareggio con il segno X viene offerto a una quota di 4.25, mentre l’eventuale successo dello Spezia, abbinato al segno 2, viene fissato a una quota di 5.00.

© RIPRODUZIONE RISERVATA