Diretta Vuelta 2019/ Nairo Quintana vince la 2^ tappa: Roche in maglia rossa!

- Mauro Mantegazza

Diretta Vuelta 2019 streaming video e tv 2^ tappa Benidorm-Calpe: la vittoria è tutta per Nairo Quintana, Roche nuovo leader della classifica.

Vuelta ciclismo
Diretta Vuelta 2019 (LaPresse - immagine di repertorio)

Si è appena chiusa la 2^ tappa della Vuelta 2019 e il trionfo è tutto Nairo Quintana, che trova un po’ a sorpresa il primo gradino del podio, guadagnando inoltre secondi preziosissimi per la classifica generale. E’ stato poi un finale sfavillante della 2^ tappa della Vuelta 2019 quindi: dobbiamo infatti ricordare che già quando mancavano 30 km al traguardo finale il gruppo aveva ripreso tutti i fuggitivi, compreso Armee che era rimasto da solo in vetta. E’ stato quindi nell’ultima ascesa di Alto de Puig Llorenca che si è decisa la corsa: qui infatti si sono staccati Valverde, Quintana, Kruisjwijk, Higuita, Angel Lopez, Latour, Formolo e Bennett, ma non sono stati gli unici. Un momento di confusione con attacchi e contrattacchi ed ecco che a meno di venti km dall’arrivo erano Quintana, Roglic, Nieve, Uran, Roche e Aru ad andare al comando: il distacco intesta alla corsa però era minimo. Tutto poi si è deciso a meno di tre km dall’arrivo di Calpa: è qui che Quintana ha trovato lo scatto perfetto, riuscendo così a fare sua una meritata vittoria, a spese di Roche e Roglic che comunque lo seguono sul podio. Non ha però molto da recriminare il ciclista della Sunweb a cui è sufficiente il secondo posto per fare sua la maglia rossa da leader della classifica generale della Vuelta 2019. (agg Michela Colombo)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE LA VUELTA 2019 (2^ TAPPA)

Per seguire la Vuelta 2019 in diretta tv, il punto di riferimento sarà Eurosport: la corsa spagnola sarà infatti visibile sul canale tematico che è disponibile anche sulla piattaforma di Sky. I collegamenti per la seconda tappa Benidorm-Calpe avranno inizio già alle ore 15.00 sul canale tematico per seguire tutte le fasi salienti di questa prima frazione in linea. Per chi invece non potesse mettersi davanti al televisore, ecco pure la possibilità garantita dalla diretta streaming video, per gli abbonati tramite Eurosport Player oppure anche Sky Go. Informazioni importanti sulla corsa spagnola saranno disponibili anche sui social network: su Facebook la pagina ufficiale è Vuelta a España, mentre l’account ufficiale Twitter è @lavuelta, particolarmente preziosi per chi non potrà seguire la corsa su Eurosport.

IL GRUPPO ACCELERA

Siamo a circa 50 km dal traguardo finale della 2^ tappa della Vuelta 2019 e va detto che in avanti, nelle strade iberiche, resiste il quartetto andato in fuga già pochi km dopo la partenza di Benidorm. Ecco quindi che ancora una volta Lastra Martinez, Smit, Madrazo Ruiz e Armee sono in testa, ma alle loro spalle si sta riducendo a grande velocità il vantaggio sul gruppo maglia rossa. Come è stato facile immaginare infatti, il drappellone ha cominciato ad alzare il ritmo con l’obbiettivo di riprendere i 4 battistrada, sia pure non nell’immediato: il gap è quindi di 3 minuti appena ma è destinato a scendere ancora. Ricordiamo che dopo la terza ora di corsa il ritmo è stato di 34,7 km/h dalla partenza. (agg Michela Colombo)

MENO DI 100 KM AL TRAGUARDO

Mancano ormai poco meno di 100 km al traguardo finale di Calpa per la 2^ tappa della Vuelta 2019 e si certo ci attende un finale strepitoso contando che il percorso si fa praticamente pianeggiante da qui in poi. La situazione della corsa in strada però non è variata più di tanto: in avanti troviamo infatti ancora 4 corridori in fuga e nello specifico Sander Armée (Lotto Soudal), Angel Madrazo (Burgos), Willie Smit (Katusha), e Jonathan Lastra (Caja Rural). Alle loro spalle ecco il drappellone intorno alla maglia rossa, che però ha parzialmente ricucito lo strappo, e ora vanta un ritardo di circa 4 minuti e mezzo dal gruppetto dei 4 fuggitivi. Intanto dietro sono gli uomini dell’Astana e della Bora Hansgrohe a guidare l’inseguimento ma il ritmo non è tra i più elevati. (agg Michela Colombo)

MADRAZO RUIZ VINCE I PRIMI DUE GPM

Poche le novità che ci arrivano dalle strade iberiche per la seconda tappa della Vuelta 2019, ora che mancano circa 145 km al traguardo finale di Calpo. Superati i primi due Gran premi di montagna della giornata infatti la situazione è cristallizzata: vediamo in avanti ora ben vicini i 4 fuggitivi del via e quindi Lastra Martinez, Smit, Madrazo Ruiz e Armee), mentre alle loro spalle ancor più lontano il gruppo, ora a quasi sette minuti di svantaggio. Da segnalare nel frattempo che al primo Gpm di Puerto de Confrides il primo a transitare è stato Madrazo Ruiz, seguito da Armee e Lastra Martinez: al secondo del Alto de Benilloba, di 3^ categoria si è messo in mostra ancora il ciclista della Bora Hansgrohe. Staremo ora a vedere se negli ultimi saliscendi della 2^ tappa della Vuelta 4 fuggitivi consolideranno la loro fuga o se il gruppo comincerà ad alzare il ritmo. (agg Michela Colombo)

PARTENZA TURBOLENTA

Passata la prima oretta dal via di Benidorm per la 2^ tappa della Vuelta 2019 ecco che è accaduto davvero di tutto sulle strade spagnole, non ultimo anche un incidente che ha visto coinvolti Mezgec e Dion Smith (che ha richiesto il soccorso dell’auto medica). Tornando alla strada dobbiamo infatti segnalare la partenza turbolenta di questa 2^ tappa della Vuelta 2019: al via sono stati in parecchi a tentare la fuga, ma i primi tentativi si sono rivelati vani visto che il gruppo era ben attento. E’ stato quindi solo alla prima salita della giornata che il gruppo si è frammentato, verso il Gpm di 2^ categoria del Puerto De Confrides. Ora che mancano ancora pochi km alla vetta ecco che la situazione di corsa ci appare ben chiara: in avanti infatti abbiamo due fuggitivi ovvero Madrazo Ruiz e Armee, che hanno messo alle spalle un gap di appena una ventina di secondi dagli inseguitori Lastra Martinez e Smit. Ben distante il resto del gruppo, che ora ha un ritardo di circa 4 minuti e 40 sui primi fuggitivi, ma che viene trascinato dai corridori dell’Astana. (agg Michela Colombo)

SI PARTE!

Solo pochi minuti e dovremo dare la parola alla strada per la partenza della 2^ tappa della Vuelta 2019, che porterà i nostri beniamini da Benidorm al traguardo finale di Calpe, dopo ben 199 km di grande corsa. Al via però non è stato il clamore dei pubblico a tenere banco ma il silenzio: per volontà di ciclisti, organizzatori e squadre infatti si è voluto osservare un minuto di silenzio in onore di Bjorg Lambrecht. Come ben ricordiamo giovane ciclista della Lotto Soudal solo a inizio agosto ha perso la vita in un brutto indicente durante il Tour di Polonia. Un momento di ricordo e commozione ben partecipato prima di dare il via alla seconda frazione della classica spagnola. Ora però dobbiamo dare la parola alla strada. il tratto di spostamento è terminato ed è tempo di fare sul serio sulle strade iberiche. (agg Michela Colombo)

I FAVORITI

In attesa di poter dare il via alla seconda tappa della Vuelta 2019 ed analizzate le insidie del percorso, andiamo a vedere quali potrebbero essere i favoriti al successo in questo secondo appuntamento della classica spagnola. Emettere dei pronostici non sarà facile anche perchè i scendi della parte iniziale del percorso complicano le cose in caso di una fuga da lontano: pure le ruote veloci faranno fatica a brillare nella parte finale del tracciato. Uomini però come Sam Bennett o Fernando Gavieria e Fabio Jakobsen potrebbero però farcela alla linea del traguardo. Alle loro spalle però il borsino dei favorito ci ricorda anche i nomi di Mezgec, Boasson Hagen e Gilbert: nel caso in cui però la fuga da lontano non dovesse arrivare ecco che corridori veloci (ma non abbastanza per la volata di gruppo) come Sanchez, Gilbert e Valverde potrebbero giocarsi le loro chance per la vittoria della seconda tappa della Vuelta 2019. (agg Michela Colombo)

LA 2^ TAPPA

La Vuelta 2019 in diretta prosegue oggi con la seconda tappa: l’appuntamento è con la Benidorm-Calpe di 199,6 km, prima frazione in linea dopo la cronosquadre d’apertura disputata ieri a Torrevieja. Siamo sempre sulle strade della provincia di Alicante (Comunità Valenciana), che ha un ruolo centrale in questi primi giorni del Giro di Spagna numero 74. La diretta Vuelta 2019 ci proporrà oggi una giornata che possiamo definire un classico alla Vuelta: tanti saliscendi, pochissima pianura, una giornata dunque aperta a tanti possibili esiti e magari anche a qualche imboscata che potrebbe movimentare la giornata anche ai big che puntano alla classifica di questa Vuelta. Il punto chiave potrebbe essere un Gran Premio della Montagna di seconda categoria a 25 km dall’arrivo di Calpe: aggiungeteci le incognite legate al vento, presenza costante in questa regione, ed ecco che tenere unita la corsa si annuncia molto complicato. Insomma, non dovrebbe essere giornata da velocisti, tra i quali non avremo il nostro Elia Viviani, che l’anno scorso vinse tre tappe. Assente pure Matteo Trentin che ne vinse ben quattro nel 2017, in ottica italiana dovremo cercare nuovi protagonisti.

VUELTA 2019, 2^ TAPPA BENIDORM-CALPE: IL PERCORSO

In attesa della diretta Vuelta 2019, presentiamo in maggiore dettaglio il percorso della seconda tappa Benidorm-Calpe, che abbiamo già tratteggiato a grandi linee. La partenza avrà luogo da Benidorm alle ore 12.20 e quasi subito si comincerà a salire. Il Primo Gran Premio della Montagna dell’intera Vuelta 2019 sarà il Puerto de Confrides (km 37,1), un’ascesa di ben 20,4 km sia pure con pendenza media del 3,6%. Ascesa dunque facile ma decisamente lunga, buon indicatore della difficoltà di una tappa che come abbiamo detto non sarà semplice. Al termine della discesa infatti si tornerà subito a salire verso il Puerto de Benilloba, un Gpm di terza categoria che sarà collocato al km 54,2, al termine di un’ascesa di 6,4 km al 4,2% medio. A seguire sarà una successione continua di saliscendi, anche se si tornerà poi verso il mare per un primo passaggio a Calpe. Ci sarà però ancora da faticare, perché dopo lo sprint intermedio di Moraira (km 168,4) si affronterà la salita dell’Alto Puig Llorenca, ascesa di soli 3 km ma con pendenza media del 9,5%, tanto che sarà classificato come Gpm di seconda categoria (km 174,8). Dopo la discesa ci saranno altri saliscendi, possiamo dire che solamente gli ultimi 2 km verso l’arrivo di Calpe saranno completamente pianeggianti. Come da tradizione, la Vuelta 2019 inizierà subito all’insegna dei possibili trabocchetti…

© RIPRODUZIONE RISERVATA