Drupi a Vieni da me: “uccido chi ha ideato il divano”/ La Balivo interviene, ma…

- Stella Dibenedetto

Drupi, ospite di Vieni da me, sbotta in diretta per colpa del divano: “chi lo ha disegnato? Lo uccido. Per sederti qui devi avere…”.

drupi min
Drupi a Vieni da me

Drupi sfoglia l’album di famiglia a Vieni da me.  Dopo la cassettiera di Nathalie Guetta e le domande scottanti di Natasha Stefanenko e Luca Sabbioni, Caterina Balivo accoglie in studio Drupi, acclamato dal pubblico. “Quando ci siamo visti l’ultima volta?”, chiede Caterina. “Ci siamo incontrati l’ultima volta in aereo e tu correvi per un uomo che non ero io”, risponde Drupi. “Poi mi sono sposata con quell’uomo e ho avuto due figli”, aggiunge la Balivo. Drupi, così, si accomoda su un grande divano bianco che, però, non è molto comodo stando a quello che dice il cantante. “Ma chi ha disegnato questo divano?”, dice Drupi accomodandosi. “Ma perchè? Ti viene voglia di stare così?”, chiede la Balivo stendendosi sulla propria poltrona. Per aiutare Drupi, poi, Caterina sistema un cuscino sotto il lato B di Drupi che, però, non riesce a trovare la posizione giusta. “Per sedersi qua bisogna avere i femori di Natasha Ma chi ha disegnato questi divani? Io lo uccido”, afferma con il sorriso.

DRUPI: “PICCOLA E FRAGILE DEDICATA A MIA MOGLIE DORINA”

Tra le persone piì importanti della vita di Drupi c’è sicuramente Mia Martini. “Mimì, oltre ad essere il mio grande amore musicale, è stata una grande amica ed è la persona che, involontoriamente, mi ha dato il successo. Io avevo smesso di suonare perchè la vita nei night non faceva più per me. Avevo cominciato a fare l’idraulico e mi piaceva. Un giorno mi ha chiamato un amico e mi ha detto che doveva presentare un pezzo a Mia Martini che l’avrebbe portata a Sanremo e mi chiese di presentare quel pezzo. a lei piacque, ma 15 giorni prima lei decidette di non andare più a Sanremo e così decisero di mandare me con il pezzo Vado via. Arrivai ultimo e poi mi sono specializzato perchè sono arrivato ultimo altre cinque o sei volte”, dice. Di quella canzone, poi, furono vendute milioni di copie dando il via alla lunga carriera di Drupi. Presenza fissa nella vita del cantante è la moglie Dorina, con lui in studio. “Ci siamo conosciuti nel 1973. Lui cercava delle coriste per Vado via e io all’epoca cantavo”, ricorda Dorina. “Ma sei tu la protagonista di Piccola e fragile?“, chiede Caterina Balivo a Dorina che lascia la parola al marito. “Volevamo scrivere una canzone d’amore e quindi ho visto questa corista piccolina e fragile ed è nata”, spiega Drupi. “Piccola e Fragile è poi diventata la colonna sonora di Topazio, una delle soap opera che ha avuto più successo in Italia”, aggiunge il cantante.



© RIPRODUZIONE RISERVATA