ED SHEERAN SI COSTRUISCE UNA CHIESA/ Nel suo villaggio per il “dio senza nome”

- Paolo Vites

Il cantautore Ed Sheeran ha costruito un proprio villaggio privato con tanto di chiesa e tomba sotterranea per se stesso

Ed Sheeran
Il cantante Ed Sheeran (Web, 2020)

Cosa fai se nel corso della tua carriera hai accumulato un patrimonio di oltre 220 milioni di sterline? Una carriera brevissima poi, visto che Ed Sheeran (è di lui che stiamo parlando, il noto cantautore pop inglese) ha solo 30 anni. Dicevamo: se hai oltre duecento milioni di sterline non ne vuoi spendere circa quattro per farti una residenza lussuosa? E’ normale tra le pop star e gli attori spendere cifre milionarie per abitazioni lussuose e beati loro che possono permetterselo.

Ma Ed Sheehan non si è limitato a comprarsi una villa o un castello: si è comprato un villaggio, già denominato Sheeranville (la città di Sheehan). Un po’ di megalomania? Può essere, ma certamente un progetto unico. Il problema è che la cosa gli sta un po’ sfuggendo di mano. Sito nella contea di Suffolk, la località è in realtà formata da alcune case di epoca vittoriana e anche più vecchie, debitamente ristrutturate e altre costruite appositamente. C’è anche un pub e si pensa che il ricco musicista permetterà alla gente del luogo di usufruirne. L’enorme tenuta comprende un orto recintato, un frutteto, un mini paddock per polli, capre e pecore e un’area di intrattenimento con vasca idro massaggio e braciere.

LA CHIESA PER IL DIO SENZA NOME

Ci sono caseggiati con sei, quattro camere, una casa risalente al XVI secolo, una palestra e una piscina, un locale per musica, cinema con tanto di tunnel che collegano i vari ambienti. Insomma, un piccolo regno. Ma Ed Sheehan vuole di più. Sta infatti costruendo anche una chiesa: no, tranquilli, non è per adorarlo come un dio. Sarà una struttura senza alcuna caratteristica religiosa, una sorta di tempio pensato per la meditazione, la preghiera privata, il silenzio, ma anche per i matrimoni e i battesimi. Una chiesa insomma dedicata al “dio sconosciuto” come avevano pensato gli antichi greci. Lui spiega che ha amici di tutto il mondo ognuno con le sue credenze religiose e per rispetto non vuole che la chiesa sia dedicata a un dio in particolare. Ma il parroco locale non è d’accordo. Ha infatti detto che, secondo la legge inglese, se si tratta di chiesa, per almeno tre anni deve essere aperta a chiunque secondo il rito cristiano. Ci sarà una battaglia in corso? La ciliegina sulla torta è che, secondo i media inglese, Ed Sheehan vorrebbe costruire sotto al pavimento della chiesa in costruzione, la propria tomba. Insomma, come un faraone dell’antico Egitto…



© RIPRODUZIONE RISERVATA