Elenoire Casalegno/ “Raimondo Vianello era unico” (Stasera tutto è possibile)

- Emanuele Ambrosio

Elenoire Casalegno ospite a “Stasera tutto è possibile”, il comedy show di Raidue ricorda Raimondo Vianello: “ironia pungente”

Elenoire Casalegno
Elenoire Casalegno (Instagram)

Elenoire Casalegno è tra gli ospiti della quinta puntata di “Stasera tutto è possibile“, il comedy show di successo condotto da Stefano De Martino e trasmesso in replica lunedì 20 aprile alle 21.20 in prima serata su Rai2. La Casalegno torna in tv dopo la recente partecipazione a Live – Non è la D’Urso dove è stata chiamata per commentare l’ultima edizione del Grande Fratello Vip. In passato, infatti, la Casalegno è stata tra le protagoniste della prima fortunatissima edizione del reality show versione vip, un’esperienza che la ex modella ha raccontato così durante un’intervista rilasciata a Ravennaedintorni: “resterà anche l’unica. È giusto fare tutte le esperienze ma ripeterne alcune è da matti. Sono stati bravi a Mediaset a convincermi e io l’ho presa come esperimento per vedere cosa succedeva a chiudermi in una gabbia con 14 sconosciuti. Non ho mai desiderato vincere e a un certo punto, quando mi sono resa conto che avevo dato tutto e aveva preso tutto, ho fatto il possibile per uscire”. Parlando della sua carriera però la Casalegno ricorda Jammin come il suo preferito: “sicuramente significa molto”.

Elenoire Casalegno: “Volevo fare il magistrato”

Il primo programma non si scorda mai. E’ proprio il caso di Eleonoire Casalegno che, intervistata da Ravenna e dintorni, ha ricordato la sua prima esperienza in televisione proprio come Jammin: “il provino per la selezione fu proprio sul campo: mi buttarono davanti a una scuola a fare interviste agli studenti e dopo dieci minuti dissero che ero perfetta. Io ero in quinta superiore e quindi un giorno a settimana facevo Ravenna-Milano andata e ritorno per registrare la puntata. È stato un anno intenso: Jammin, la patente, la maturità”. Un debutto che arriva a distanza di pochissimo tempo dalla partecipazione al concorso “Look of the year”: “mi chiamarono subito la vittoria del concorso, il più importante dei concorsi per modelle a cui decisi di iscrivermi perché un’amica insisteva: lei diceva che dovevo fare la modella, a me non interessava, ma accettai. In camerino piangevo e mi vergognavo ma mi feci coraggio perché mi avevano accompagnata i mei genitori: ero minorenne e a quei tempi si usava ancora che i genitori accompagnassero i figli…”. Inizia così la carriera nel mondo dello spettacolo, anche se il sogno di Elenoire era ben altro: “volevo fare il magistrato per la mia ossessione che ho da sempre per la giustizia e la rabbia che provo per le ingiustizie”.

Elenoire Casalegno: “Non mi sono mai trovata in situazioni imbarazzanti”

Non solo, Eleonoire Casalegno ha parlato anche di molestie precisando di non averne mai subito: “mai. Ho incontrato uomini che provavano a corteggiarmi ma questo avviene anche nella vita quotidiana, fa parte della normalità. Non mi sono mai trovata in situazioni imbarazzanti”. La conduttrice ha subito dopo sottolineato: “un uomo se non è un pazzo scellerato capisce chi ha davanti e capisce se una donna è propensa ad accettare un certo tipo di proposte. Però trovo molto squallido che un uomo usi potere e lavoro per ottenere una serata di sesso, è una cosa da misero povero sfigato”. Infine una riflessione sulle influencer: “L’80 percento dei tanto famosi influencer sono personaggi finti” e il ricordo di Raimondo Vianello: “aveva un modo di fare unico, una ironia pungente a tratti macabra ma molto intelligente”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA