Eleonora Daniele “corteggiata” da Ennio Di Lalla/ E lei “Se non fossi sposata…”

- Silvana Palazzo

Eleonora Daniele “corteggiata” da Ennio Di Lalla in diretta tv a Storie Italiane, la conduttrice lusingata scherza con l’anziano: “Se non fossi sposata…”

eleonora daniele ennio storie 640x300
Eleonora Daniele in collegamento con Ennio Di Lalla a Storie Italiane

Ennio Di Lalla torna a Storie Italiane per raccontare i nuovi sviluppi sulla casa di Roma che gli era stata occupata per 23 giorni da due donne rom mentre lui era uscito per delle visite mediche. Grazie al sostegno di associazioni e di una vera e propria catena solidale, l’appartamento è stato ripulito e ora un imprenditore ha deciso di ristrutturargli la casa. Al termine del collegamento l’anziano di 86 anni si è lasciato andare nei ringraziamenti ad Eleonora Daniele e ne è nato un siparietto molto simpatico.

Le voglio dire una cosa. Oggi non ho messo il cappello per la prima volta, è una cosa che ho fatto per lei. Glielo dico per lei, sono un suo ammiratore. La conosco da anni, da quando ha cominciato la trasmissione”, ha detto Ennio Di Lalla. Lusingata dai suoi complimenti, la conduttrice di Storie Italiane ha risposto teneramente: “Ma sei bellissimo, con il cappello e senza. Ti trovo molto elegante, se non fossi sposata, mi farei corteggiare”.

Eleonora Daniele a Ennio “Quante ne hai combinate…”

Ennio Di Lalla è esploso in una risata e poi ha rilanciato: “Se ci fossimo conosciuti prima, avrebbe potuto pure essere. Lei è una donna bellissima, dovevo avere molti anni in meno per farle la corte”. Eleonora Daniele, divertita dal suo ospite, ha continuato a scherzare: “Quante ne hai combinate te”, poi gli ha fatto gli auguri per le feste natalizie.

Il collegamento con Storie Italiane si è chiuso, quindi, con questo momento divertente e tenero con Eleonora Daniele. Un lieto fine, quello della ristrutturazione, ad una storia terribile che non è ancora definitivamente chiusa, ma che l’anziano auspica possa chiudersi con l’intervento della giustizia, affinché punisca i responsabili di questa occupazione abusiva che tanto dolore ha arrecato al povero Ennio Di Lalla.







© RIPRODUZIONE RISERVATA