Eleonora Daniele, morta la zia Elsa/ Lutto a Natale: “Sono riuscita a dirti ciao…”

- Alessandro Nidi

Grave lutto a Natale per Eleonora Daniele, che ha perso la zia Elsa, sorella di sua nonna Carlotta: “Ti sei meritata il paradiso tra i Santi”

Eleonora Daniele
La conduttrice Eleonora Daniele

Eleonora Daniele in lutto per la morte della zia Elsa, venuta a mancare nella notte tra Natale e Santo Stefano all’età di 97 anni. Un profondo dolore per la conduttrice di “Storie Italiane”, trasmissione di Rai Uno, che ha dato personalmente l’annuncio della dipartita della donna attraverso il suo profilo Instagram nella mattinata di domenica 26 dicembre 2021. “Zietta mia – ha esordito la presentatrice –, stanotte te ne sei andata. Ieri sera sono riuscita a dirti ciao, per l’ultima volta. Ho chiamato tua figlia Celestina che mi ha messo in viva voce, ma non riuscivo a parlare perché avevo capito che ti avrei persa a breve e quel ‘ti voglio bene’ che ho pronunciato spero tu lo abbia portato stanotte, nella tua eternità”.

Frasi davvero commoventi quelle scritte dalla Daniele, che poi ha affidato ai social un suo ricordo personale della zia: “Ancora mi ricordo quando venivamo a trovarti io e nonna Carlotta, la tua amata sorella. Mi mettevo per ore a giocare nel tuo giardino, perché tra l’orto e i fiori lasciavi girovagare una bellissima tartaruga. Non so se fosse vera o frutto della mia immaginazione di bambina, magari era una delle tue grandissime zucche che io avevo trasformato in un animale, come in una favola!”.

ELEONORA DANIELE IN LUTTO: MORTA LA ZIA ELSA. “TI SEI MERITATA IL PARADISO…”

Ancora su Instagram, Eleonora Daniele, rivolgendosi alla zia, ha scritto: “Tu e zio Alvise eravate due veri principi. Una coppia felice, di quelle di un tempo, che si promettono amore eterno. Mamma mi disse che eravate cugini alla lontana, ma che nonostante le regole vi eravate sposati spinti da grande sentimento. Sei arrivata fino a 97 anni superando tanti dolori, sempre con quel sorriso che ti contraddistingueva. I tuoi occhi mi ricordavano quelli di nonna e per questo ci tenevo a farti conoscere la mia piccola Carlotta, sapevo che l’avresti amata. Sono arrivata da te questa estate e ho vissuto tutta la felicità di vedertela in braccio”.

Poi, il difficile addio: “Fai buon viaggio zia Elsa, tra le braccia degli angeli, in un paradiso che ti sei meritata, tra i Santi e le persone buone d’animo come te”.

eleonora





© RIPRODUZIONE RISERVATA