DIRETTA ELEZIONI REGIONALI VALLE D’AOSTA 2020/ Come votare, affluenza h 23 al 54,16%

- Carmine Massimo Balsamo

Diretta risultati Elezioni Regionali Valle d’Aosta 2020: exit poll, come si vota, sondaggi, candidati e liste. Le ultime notizie: affluenza h.23 al 54,16%

elezioni regionali valle d'aosta 2020
(Sky Tg 24)

È cresciuta l’affluenza in Valle d’Aosta alle ore 23 rispetto alle percentuali registrate alle ore 12 e alle 19. L’ultima rilevazione effettuata dalla Regione ha evidenziato un’affluenza pari al 54,16% alle ore 23 per quanto riguarda le Elezioni Regionali 2020. Il dato è stato comunicato dall’ufficio elettorale dell’amministrazione regionale. Le percentuali più alte sono state registrate a Valgrisenche (73,01%) e Ollomont (72,14%), mentre quella più basse a Courmayeur (39,16%). Più alta invece la rilevazione relativa al referendum, pari al 56,37% alle ore 23. Addirittura a Chamois è stato raggiunto il 75,53% per quanto riguarda il referendum. Solitamente sono le elezioni regionali a fare da traino alle altre consultazioni, invece dai dati attualmente a disposizione è emerso che a sorpresa in Valle d’Aosta la percentuale relativa all’affluenza alle ore 23 è più bassa per le Elezioni Regionali rispetto al referendum. (agg. di Silvana Palazzo)

DIRETTA ELEZIONI REGIONALI VALLE D’AOSTA: AFFLUENZA ORE 19

In Valle d’Aosta sale l’affluenza rispetto ai dati nazionali, con le Elezioni Regionali 2020 che fanno segnare il 42,68% di aventi diritto al voto presentatisi alle urne fino alle ore 19: la seconda affluenza di giornata vede nella città di Aosta – dove ricordiamo sono in corso anche le Comunali – segna un 40,52% di presenza ai seggi. È il comune di Ollomont che si conferma “campione” di votazioni con il 64,29% di dato per affluenza e Bionaz al 37,84% è invece all’opposto come dato “negativo”: se si guarda ai precedenti dati delle Elezioni in Valle d’Aosta, le scorse Regionali 2018 vedevano il 52,03% a livello totale dopo l’unico giorno di elezione, mentre alle Europe 2019 addirittura il dato attuale del 20-21 settembre già ha superato quello di un solo anno fa (affluenza finale fu al 39,31%). (agg. di Niccolò Magnani)

DIRETTA ELEZIONI REGIONALI VALLE D’AOSTA: AFFLUENZA ORE 12

I cittadini della Valle d’Aosta sono tra quelli in Italia che sembrano aver preso maggiormente a cuore questa tornata di elezioni. Secondo i dati diramati dal Viminale rispetto all’affluenza alle ore 12, per quanto riguarda il referendum sul taglio dei parlamentari, i valdostani sono i più partecipi dello Stivale. Con un’affluenza nazionale ferma al 12,25%, sono gli elettori di questa Regione a contribuire a tenere alta la media con un 18,24% che rappresenta la percentuale più elevata in assoluto. Secondo i dati diffusi dalla Regione rispetto alla partita per le Regionali (ancora in attesa di essere confermati dal ministero dell’Intero) la competizione a 12 per rinnovare Consiglio Valle ha portato al voto il 17,66% degli aventi diritto (18.212 votanti su 103.127 elettori). Ancora da comunicare il dato sull’affluenza complessiva alle Comunali: ad Aosta ha già votato il 16,65%. (agg. di Dario D’Angelo)

VALLE D’AOSTA: ATTESA PER IL DATO SULL’AFFLUENZA

Con i primi dati sull’affluenza in arrivo dopo le ore 12 (qui gli aggiornamenti con tutte le sezioni scrutinate) si potrà intuire maggiormente se l’emergenza Covid-19 avrà avuto impatto più o meno incidente anche nelle Elezioni Regionali in Valle d’Aosta: il contemporaneo Referendum costituzionale sicuramente offre un maggiore richiamo per l’elettorato e in particolare nella più piccola regione d’Italia le Comunali di Aosta offrono un ulteriore afflusso di elettori in più alle urne. Si ricordano le principali regole anti-Covid da seguire anche per il voto alle Regionali in Valle d’Aosta, a cominciare dalle mascherine da indossare sempre all’interno e all’esterno del seggio elettorale. «Gli ingressi saranno contingentati e le procedure sono state ben definite. I protocolli specifici sono stati studiati per tempo, e ritengo dunque che i possibili rischi legati al Coronavirus siano stati ridotti al minimo», ha spiegato il membro del Comitato Tecnico Scientifico Luca Richeldi all’Adnkronos Salute, in vista del voto di oggi e domani 21 settembre. (agg. di Niccolò Magnani)

RISCHIO INGOVERNABILITÀ IN VALLE D’AOSTA

Partita apertissima quella per le elezioni Regionali in Valle d’Aosta. Dodici i candidati a succedere ad Antonio Fosson, il governatore uscente che ha presentato le sue dimissioni causando lo scioglimento del Consiglio regionale. A meno di due anni e mezzo dal voto, sulla Regione a statuto speciale pesa come un macigno l’incognita ingovernabilità. D’altronde è la storia politica recente della Valle d’Aosta a dirlo: nell’arco di 27 mesi si sono avvicendati tre diversi governatori, senza mai riuscire a trovare una solida maggioranza tra i 35 consiglieri regionali. A pesare, oltre all’inconciliabilità delle proposte politiche, soprattutto veti incrociati e dissidi personali emersi anche nel corso dell’ultima campagna elettorale. Non è prevista l’elezione diretta del Governatore, che sarà nominato – assieme alla Giunta – dal Consiglio Valle. Ma il punto di domanda rimane: i valdostani esprimeranno un mandato forte per uno dei dodici candidati o si aprirà una legislatura travagliata come quella conclusasi traumaticamente lo scorso febbraio? (agg. di Dario D’Angelo)

ELEZIONI REGIONALI VALLE D’AOSTA

Tutto pronto per la diretta delle Elezioni Regionali Valle d’Aosta 2020: domenica 20 settembre dalle ore 7 alle 23 e lunedì 21 settembre dalle ore 7 alle 15 i cittadini valdostani si recheranno alle urne per rinnovare il Consiglio regionale, con il presidente che verrà poi eletto a votazione all’interno del Consiglio, secondo un meccanismo di maggioranza assoluta (diventa presidente chi ottiene la metà più uno dei voti). Territorio a statuto speciale, la Valle d’Aosta è costretta a tornare ad elezioni solo a due anni di distanza dall’ultima occasione: il presidente uscente Antonio Fosson ha presentato le sue dimissioni ed ha causato lo scioglimento del Consiglio regionale, rendendo necessaria una nuova consultazione. Sarà una sfida apertissima con ben 12 liste in corsa per accaparrarsi una delle 35 poltrone di Piazza Deffeyes. I primi exit poll sono attesi alle ore 15.00 di domani e sarà possibile seguire la diretta dei risultati sulla nostra pagina o in alternativa sul portale “Eligendo” del Ministero degli Interni.

ELEZIONI REGIONALI VALLE D’AOSTA 2020: I CANDIDATI

Come dicevamo, sono 12 le liste in corsa alle Elezioni Regionali in Valle d’Aosta 2020. Non sono previsti candidati alla presidenza della Regione, considerando la speciale legge elettorale adottata. Questo l’elenco completo delle liste: Vallée d’Aoste Unie, Union Valdôtaine, Vda Libra – Partito Animalista, Lega Vallée d’Aoste, Progetto Civico Progressista, Pour l’Autonomie – Per l’Autonomia, Movimento 5 Stelle VdA, Centro destra Valle d’Aosta (FI-FdI), Rinascimento Valle d’Aosta, Valle d’Aosta Futura, Pays d’Aoste Souverain, Alliance Valdôtaine – Stella Alpina – Italia Viva. Da registrare l’esclusione di Adu Vda dalle Regionali e dalle Comunali: il Tar lo scorso 24 agosto ha confermato la sentenza, legata ad un problema di identificazione delle firme. 391 in tutto i candidati per il Consiglio regionale, tra questi troviamo ben 5 ex presidenti di Regione: parliamo di Renzo Testolin (Uv), Nicoletta Spelgatti (Lega VdA), Pierluigi Marquis (Stella Alpina), Luciano Caveri (VdA Unie) e Augusto Rollandin (Pour l’Autonomie).

COME SI VOTA ALLE ELEZIONI REGIONALI VALLE D’AOSTA 2020

La legge elettorale della Valle d’Aosta è stata modificata tre anni fa, con un passaggio allo schema proporzionale. È prevista l’elezione di 35 consiglieri a turno unico con sistema proporzionale. C’è un premio di maggioranza di 21 seggi per chi consegue almeno il 42% dei voti, se nessuna lista raggiunge tale soglia i seggi vengono ripartiti in base ad uno schema proporzionale. Come già evidenziato,non è prevista l’elezione diretta del presidente di Regione, che viene eletto con una votazione interna secondo un meccanismo di maggioranza assoluta.

Come si vota alle Elezioni Regionali Valle d’Aosta 2020? I valdostani devono tracciare un segno sulla lista scelta ed hanno la possibilità di esprimere fino a tre preferenze: in tal caso è consentito scrivere nome e cognome del candidato, solo il cognome del candidato oppure il numero corrispondente al candidato. Se l’elettore non vota per alcuna lista ma esprime preferenze collegate tutte ad una singola lista, il voto verrà assegnato alla lista stessa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA