Elisa Gualandi, la signora dei gatti/ Scomparsa da Pont Canavese il 6 giugno 2018

Elisa Gualandi è scomparsa da Pont Canavese un anno fa: del suo caso se ne è occupata la trasmissione Chi l’ha Visto?

Elisa Gualandi (Chi l'ha Visto?)
Elisa Gualandi (Rai Tre)

Dove è finita Elisa Gualandi? E’ scomparsa il 6 giugno del 2018, quasi esattamente un anno fa, e da 12 mesi a questa parte non si sono più avute notizie della 53enne amante dei gatti. Si era trasferita da poco a Pont Canavese, un piccolo comune montano nella provincia di Torino, assieme ai suoi amici a quattro zampe che amava alla follia. Voleva un po’ di pace e serenità, ma in quel paesino del torinese ha fatto perdere ogni traccia di se. Il 29 gennaio scorso era stato trovato un sacco nero contenente delle ossa umane sulle rive del Po, a Casalmonferrato: inizialmente si pensava potesse essere proprio la “signora dei gatti”, ma gli esami effettuati sugli stessi reperti hanno evidenziato che si trattava di ossa con datazione anni ’70, molto probabilmente appartenenti ad un cimitero. Ma dove è finita Elisa? Chi la conosce la descrive come una donna senza scheletri nell’armadio, una signora normale, tranquilla.

ELISA GUALANDI, LA SIGNORA DEI GATTI SCOMPARSA

«Mia sorella – spiega Silvia ai microfoni di Chi l’ha Visto?, programma di Rai Tre – non avrebbe mai potuto allontanarsi da sola. Ho poche speranza di ritrovarla ancora in vita». Sembra quasi impossibile sparire in un paesino di montagne di poche anime, eppure, nessuno ha più visto Elisa da un anno. L’unico “mistero” riguarda un passaggio che un uomo le aveva dato a fine maggio 2018, per accompagnarla a Settimo Torinese a recuperare un pacco postale. Chi l’ha Visto? ha quindi mandato un appello a questo testimone, chiedendogli di mettersi in contatto con la redazione: avrà qualche informazione in più su Elisa? Al momento si brancola nel buio e nessuno sa dire dove sia finita la signora dei gatti. «Lei era molto felice in quel periodo», ha raccontato Annamaria, un’amica della scomparsa. «Chiunque sappia qualcosa – l’appello finale della sorella – che lo dica. Mi viene in mente spesso…».



© RIPRODUZIONE RISERVATA