Enrico Michetti/ “Allarme rifiuti colpa di Raggi-Zingaretti. Vaccini? No all’obbligo”

- Carmine Massimo Balsamo

Roma, il candidato sindaco Enrico Michetti: “Teatro dell’Opera? A fine mandato le nomine si dovrebbero lasciare in capo al nuovo sindaco”

sondaggi elezioni roma
(Tagadà)

Enrico Michetti tra i grandi protagonisti della tre giorni di Fratelli d’Italia in piazza Vittorio a Roma. Il candidato sindaco del Centrodestra ha ribadito ancora una volta il suo obiettivo: fare tornare i romani ad essere orgogliosi della città più bella del mondo. Ma non solo…

Nel corso del suo intervento, Enrico Michetti s’è soffermato su uno dei temi più roventi delle ultime ore, ovvero il green pass. L’avvocato ha spiegato di essersi vaccinato con due dosi, ma di non essere d’accordo con le norme sancite del governo: «Nel pieno rispetto della democrazia e di chi la pensa in modo diverso da me, non mi sentirei di obbligare nessuno anche in Campidoglio».

ENRICO MICHETTI SULL’EMERGENZA RIFIUTI

Un altro dossier parecchio dibattuto nelle ultime settimane riguarda le nomine al Teatro dell’Opera, con la sindaca uscente Virginia Raggi al lavoro per la nomina del nuovo sovrintendente dopo l’addio di Carlo Fuortes, eletto nuovo ad della Rai: «A fine mandato le nomine si dovrebbero lasciare in capo al nuovo sindaco». Nettissimo il giudizio di Enrico Michetti sull’emergenza rifiuti nella Capitale: «Zingaretti dovrebbe fare meno polemiche e ammettere i propri errori, considerando che la Regione ha le stesse responsabilità del Comune: l’emergenza rifiuti è il risultato della battaglia politica tra Campidoglio e Regione Lazio che avviene sulla pelle dei cittadini da troppo tempo».



© RIPRODUZIONE RISERVATA