Esonero Allegri: chi è il sostituto?/ Nuovo allenatore Juventus: “Ipotesi De Zerbi”

- Silvana Palazzo

Esonero Allegri dopo sconfitta Juventus contro Benfica: De Zerbi prima ipotesi della dirigenza bianconera. Sono due i motivi per i quali è considerato la soluzione migliore: ecco perché

juventus Massimiliano Allegri, Juventus (Foto LaPresse)

ESONERO ALLEGRI: I PRIMI RUMORS SUL NUOVO ALLENATORE DELLA JUVENTUS

Da settimane c’è un trend che torna e ritorna sui social: #AllegriOut. Dopo le partite deludenti della Juventus, i tifosi bianconeri stanno insistentemente chiedendo l’esonero dell’allenatore, ma solo dopo la seconda sconfitta consecutiva in Champions League l’ipotesi inizia a prendere un po’ di forma. Stando a quanto riportato da Sportmediaset, l’esonero di Allegri non sarebbe un’ipotesi da escludere a priori. La dirigenza bianconera non è soddisfatta del rendimento della squadra in questa prima parte di stagione, una parte in particolare avrebbe individuato in Roberto De Zerbi, libero dopo l’addio allo Shakhtar Donetsk, il profilo giusto per ripartire, sia dal punto di vista tecnico sia da quello economico.

La situazione al momento non viene ritenuta critica, ma se non dovesse migliorare, allora Allegri non potrebbe essere affatto sicuro del posto. La rosa dei possibili sostituti in caso di esonero di Allegri però comprende anche Zidane, Tuchel e Pochettino. De Zerbi rappresenta la soluzione migliore, perché economicamente più abbordabile. Inoltre, è apprezzato per lo studio approfondito del gioco, quello che manca alla Juventus.

ESONERO ALLEGRI: QUANTO COSTEREBBE ALLA JUVENTUS

Dopo la sconfitta di ieri, non c’è stato un vertice tra la dirigenza della Juventus e Allegri, che dal canto suo sostiene di non sentirsi a rischio esonero. Ma è pur vero che l’allenatore è sempre l’ultimo a sapere il suo destino. Il suo contratto lo tiene incollato alla panchina della Juventus, ma il gradimento è ai minimi storici: tra i tifosi, che lo hanno insultato allo stadio e sui social, e in squadra, lo testimonia la perplessità di Di Maria per la sostituzione di Milik.

Quest’ultimo non è un segno di compattezza tra spogliatoio e allenatore. Il problema è che la Juventus si è presa un impegno da quasi 52 milioni con Allegri. Se Andrea Agnelli decidesse di procedere con l’esonero di Allegri, dovrebbe pagarne lo stipendio per quest’anno e le successive due stagioni. Secondo Fanpage, si tratta di sborsare 36 milioni lordi. La speranza dei tifosi è che il presidente Agnelli si soffermi sul danno potenziale, più che su quello attuale, anche perché potrebbe essere l’unica strada per salvare una stagione appena iniziata ma già deludente.







© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Juventus

Ultime notizie