Federica Carta/ Canta con Chadia e duetta con Shade, look esagerato! (Battiti Live)

- Rossella Pastore

Federica Carta è una degli ospiti del Battiti Live 2020 questa sera su Italia 1. Dopo l’uscita del suo nuovo singolo, la cantante annuncia la ‘nuova sé’.

Federica Carta
La cantautrice Federica Carta

Federica Carta protagonista nella quarta puntata di Battiti Live, insieme a Chadia Rodriguez e Shade. Prima canta il nuovo singolo con Chadia, dal titolo ‘Bella Così’. Una canzone contro il bullismo e contro qualsiasi forma di violenza psicologica o fisica. Federica Carta, con un look floreale che di certo non è passato inosservato, continua a cantare, questa volta con Shade. E’ un binomio che funziona maledettamente bene e che il pubblico ama molto. Federica Carta si gode gli applausi dei fan e i complimenti dei conduttori, Alan Palmieri e la Gregoraci. Anche lei è una delle regine di quest’estate musicale… (Aggiornamento di Jacopo D’Antuono)

Federica Carta a Battiti Live

C’è anche Federica Carta, tra gli ospiti della nuova puntata del Battiti Live 2020 in onda questa sera su Italia 1. La cantante, giovanissima, ha pubblicato da poco Bullshit, un singolo molto particolare e che si discosta nettamente – sia come stile che come sonorità – dal repertorio precedente della Carta. Si tratta di una canzone che esprime un sentimento in particolare, quello della rabbia, che Federica prova a combattere in un modo inedito. Per lei, la musica è una questione tra il ‘terapeutico’ e lo ‘spirituale’: “La musica è un grande anestetico: quella sensazione di pace non dura tantissimo, ma sapere che per quei tre minuti di canzone l’ansia scomparirà ti aiuta tanto”, spiega lei in un’intervista di marzo a Vanity Fair. “Quando canto non sento alcun tipo di dolore e di rabbia. È un po’ come per chi crede e recita una preghiera: nel momento in cui preghi non senti alcun tipo di stress e di ansia, ti senti liberato”. Questo avviene soprattutto se ci si lascia trasportare e si mettono per un po’ da parte le preoccupazioni, confidando che – nel suo caso, per lo spazio di una canzone – si avrà modo di rimettersi in qualche modo in sesto e riscoprirsi più forti una volta finito.

Federica Carta si racconta

Innegabilmente, per Federica Carta, il canto rappresenta anche una valvola di sfogo. Ciò appare evidente soprattutto nei suoi brani più personali e intimisti, che evidenziano anche i suoi difetti: “Sicuramente la fragilità fa parte di me e non ho mai avuto vergogna di mostrarmi per quella che sono. C’è stato un momento della mia vita in cui mi sono resa conto che spesso quella fragilità portava a sottovalutarmi, a farmi mettere i piedi in testa da persone che non dovevano ed è stato lì che ho capito che avrei dovuto trarne beneficio. Prima era tanta fragilità e poca forza, ora si sta trasformando in qualcosa di molto più potente anche se devo starci attenta, perché anche troppa potenza non fa bene”, ammette.

Federica Carta: “Voglio lasciare qualcosa di importante a chi mi ascolta”

Giovane com’è, Federica Carta è costantemente proiettata verso il futuro: questo – dice – “è un grandissimo punto di partenza, ma non so immaginare un punto di arrivo. Spero di lasciare un segno nelle persone, di far capire a molte di loro quanto una canzone può far stare bene. Ho voglia di farmi conoscere, un pensiero comune nella testa di tutti gli artisti, e ho voglia di lasciare che la mia arte esca sempre di più. Sono una persona che si affida molto al team di lavoro e spero che, con una buona dose di impegno, talento e fiducia, riuscirò a lasciare qualcosa di importante nelle menti delle persone che mi ascoltano e che mi guardano”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA