Fico avverte Ue: “Si gioca tutto”/ “Meglio Eurobond del Mes. La covid-tax…”

- Carmine Massimo Balsamo

Roberto Fico tra rapporti con l’Europa e isolamento per coronavirus: “Mangiamo la pastiera che ci ha regalato un vicino, io non la so fare, so fare il casatiello napoletano”.

roberto fico
Roberto Fico (LaPresse)

«Ora l’Unione Europea si gioca tutto», tuonava tre giorni fa Roberto Fico, oggi il presidente della Camera lancia un altro monito a Bruxelles: «Deve fare meno calcoli e pensare più ai cittadini, sono sati fatti passi avanti ma ne mancano ancora molti». Intervenuto ai microfoni di Un giorno da pecora, l’esponente del Movimento 5 Stelle ha affermato che «tra Eurobond e Mes all’Italia servono senza dubbio gli Eurobond. Di condizionalità del Mes non se ne deve proprio parlare». Fico ha aggiunto che l’Italia certe condizioni non le accetterebbe e che oggi, data l’emergenza coronavirus, non bisogna salvare uno o due Stati per la stabilità europea, ma «dobbiamo salvare tutti, quindi possiamo condividere anche un debito dove la Banca centrale europea sia garante per tutti e quindi compri anche titoli come sta facendo, ma ci vogliono passi in avanti molto, molto più grandi».

FICO: “COVID-TAX? E’ UNA PROPOSTA”

Nella lunga intervista rilasciata ai microfoni di Un giorno da pecora, Roberto Fico si è poi soffermato sulla proposta di un contributo di solidarietà: «E’ una proposta, si dibatte e ce ne sono tante. Io adesso mi focalizzerei maggiormente su ciò che dobbiamo fare da qui ai prossimi giorni, in particolare nel dialogo con l’Europa e al prossimo Consiglio europeo». Per il numero uno della Camera i dibattiti su sanità nazionale e regionale «vanno rimandati a dopo l’emergenza, quando saremo in grado di affrontare la discussione in modo tranquillo». Una battuta sulla Covid-tax: «E’ una proposta, ce ne sono tante, mi focalizzerei molto di più a quello che dobbiamo fare nei prossimi giorni il dibattito con l’Europa». Infine, sul suo isolamento: «Sto bene, sono a casa mia, a Napoli, con Ivonne, la mia compagna. Mangiamo la pastiera che ci ha regalato un vicino, io non la so fare, so fare il casatiello napoletano».

© RIPRODUZIONE RISERVATA