FLAVIO INSINNA/ Nella disabilità lo sport è la chiave, grazie a mio papà…”

- Emanuele Ambrosio

Flavio Insinna interpretata Antonio Maglio nel film tv “A muso duro” in onda su Rai1. Oggi commosso nel ricordare il padre a Domenica In

flavio insinna domenicain 640x300
Flavio Insinna

Flavio Insinna si commuove a Domenica In per il padre

Flavio Insinna è stato oggi ospite di Domenica In per parlare dell’ultimo film che lo vede protagonista, A muso duro, in onda domani su Rai1. “Lo sport e lo stare insieme è la chiave nella vita, soprattutto nella disabilità”, ha commentato. “A 8 anni vedere per la prima volta il basket in carrozzina mi ha aperto un mondo”, ha svelato, ringraziando suo papà per aver contribuito a cambiare la visione della vita. “La vita è una maratona e dobbiamo arrivare tutti insieme e se qualcuno arriva più lentamente noi aspettiamo e diamo una mano”, ha commentato saggiamente.

Parlando del padre, Flavio Insinna non ha potuto non commuoversi. “Abbiamo fatto i conti negli anni, se devo ringraziarlo è perché mi ha insegnato che anche se non fai il medico puoi prendertene cura delle persone”, ha commentato, riferendosi al padre. In merito all’offerta della parte del film in cui interpreta Antonio Maglio: “Io ho detto no subito per paura di non essere all’altezza”. Poi però, dopo aver letto il copione, ha chiamato sua mamma e non ha più potuto dire di no. (agg. di Emanuela Longo)

Flavio Insinna è Antonio Maglio nel film tv “A muso duro”

Flavio Insinna interpretata il personaggio di Antonio Maglio nel film tv “A muso duro” diretto da Marco Pontecorvo trasmesso lunedì 16 maggio 2022 in prima serata su Rai1. Si tratta di un movie tv dedicato alla vita e alla storia di Antonio Maglio, medico e dirigente dell’Inail. Grazie al suo impegno e alla sua costanza, infatti, sono nati i primi giochi Paralimpici che si svolsero a Roma nel 1960. Ad interpretare il medico è stato scelto l’amatissimo conduttore televisivo de “L’Eredità”, ma anche attore della serie cult “Don Matteo”. Proprio il regista Marco Pontecorvo ha spiegato al RadiocorriereTv perché ha scelto Insinna: “affrontare la vita a muso duro era la filosofia del dottor Maglio. Credo sia anche un po’ quella di Insinna. Ci siamo rivolti a lui perché ha una sensibilità in questa direzione”.

Dal canto suo, il conduttore de L’Eredità non ha nascosto di essere rimasto sorpreso della scelta: “è stato emozionante interpretarlo. Anche se quando Marco mi ha chiamato mi sono nascosto dietro l’impegno de L’eredità. Mi sarebbe piaciuto fare il medico”.

Flavio Insinna: “Antonio Maglio era un genio”

Flavio Insinna è felice di aver prestato il volto al grandissimo medico Antonio Maglio. Un ruolo di grande responsabilità, ma anche un onore per il conduttore de L’Eredità che ha dovuto lavorare a lungo sul personaggio. Non solo, proprio Insinna ha raccontato che nel vestire i panni del medico ha pensato al padre che aveva tantissimi valori in comune con il medico. “Era un genio” ha detto Insinna parlando di Maglio che ha permesso con il suo impegno costante di rivoluzionare il concetto stesso della disabilità.

Una storia bellissima che Insinna ha interpretato con grande emozione. Tanti, troppo gli aneddoti da raccontare, anche se Insinna racconta di quando Antonio Maglio comprato un piccolo peschereccio per permettere ai ragazzi disabili, tramite il supporto di una carrucola, di potersi calare nel mare per “di sentire l’acqua sulla pelle”.





© RIPRODUZIONE RISERVATA